0 4 minuti 1 settimana

Il sindaco di Aprilia, Lanfranco Principi, è stato arrestato oggi nell’ambito di un’operazione coordinata dalla direzione distrettuale antimafia di Roma. È sindaco dal 2023, quando ha vinto il ballottaggio contro la candidata del centrosinistra. Il sindaco è accusato di scambio elettorale politico-mafioso e concorso esterno in associazione mafiosa.

a cura di Enrico Tata

Il sindaco di Aprilia, Lanfranco Principi, 60 anni, è stato arrestato nell’ambito di un’operazione coordinata dalla direzione distrettuale antimafia di Roma, che ha portato a 25 arresti. Il primo cittadino si trova attualmente ai domiciliari. Agli indagati si contestano, a vario titolo, le accuse di associazione mafiosa finalizzata all’estorsioni, traffico di sostanze stupefacenti e reati contro la pubblica amministrazione.

Secondo una prima ricostruzione, il gruppo criminale avrebbe puntato ad acquisire in modo diretto o indiretto il controllo di attività economiche, di appalti e servizi pubblici ad Aprilia Avrebbe anche tentato di ostacolare il libero esercizio del voto. Prima di essere eletto sindaco, nel 2018 era stato eletto consigliere comunale (e poi nominato vicesindaco) per la lista Unione Civica.
Chi è Lanfranco Principi, il sindaco di Aprilia arrestato dall’antimafia

Il sindaco Principi è nato ad Aprilia il 6 gennaio del 1964 ed è entrato per la prima volta nel consiglio comunale della città nel 2022. Dal 2018 al 2022 è vicesindaco e assessore nella giunta guidata da Antonio Terra, con delega alle Finanze, Tributi, Personale, Affari Generali e alle Aziende Partecipate ed è nominato Vice Sindaco.
Leggi anche
Mafia, droga e usura ad Aprilia: indagate 25 persone, arrestato anche il sindaco Principi

Di professione consulente del lavoro, aveva uno studio professionale proprio a Aprilia. È stato presidente della Commissione di Certificazione dei Contratti di Lavoro di Latina e presidente del Consiglio Provinciale di Latina dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro. È laureato in Economia Aziendale alla Link Campus.
Le accuse: scambio elettorale politico-mafioso e concorso esterno in associazione mafiosa

Il sindaco Principi è accusato di scambio elettorale politico-mafioso e concorso esterno in associazione mafiosa. Alle elezioni del 2018 Principi era candidato al consiglio comunale e avrebbe accettato la proposta di due imprenditori indagati di procurargli preferenze avvalendosi di metodi mafiosi e intimidatori. Secondo gli investigatori, almeno 200 voti su circa 450 ottenuti in totale sarebbero stati raccolti in questo modo. Voti in cambio di affidamento di lavori a ditte riconducibili a questi imprenditori, all’assunzione di persone all’interno del Comune, a pagamenti da parte dell’amministrazione comunale per lavori svolti da queste ditte.

Quanto all’accusa di concorso esterno in associazione mafiosa, esse si riferiscono al periodo in cui Principi svolgeva il ruolo di vicesindaco. In quegli anni avrebbe consolidato il rapporto con questa associazione di stampo mafioso, che gli aveva garantito i voti di preferenza.
Quando è stato eletto sindaco Lanfranco Principi

Lanfranco Principi è stato eletto sindaco nel 2023, dopo aver vinto il ballottaggio contro la candidata del centrosinistra, Luana Caporaso. Al primo turno Principi aveva ottenuto il 46,82 per cento delle preferenze e al ballottaggio ha conquistato il 52,8 per cento dei voti. Alle elezioni comunali è stato sostenuto da sette liste: Aprilia 2023 Principi Sindaco, A.M.A. Alternativa Moderata Apriliana, Lega, Forza Aprilia, Fratelli d’Italia, Aprilia Valore Comune e Unione Civica.

Nel 2018, nell’elezione in cui è stato contestato lo scambio di voti, è stato eletto nella lista Unione Civica.

Sorgente: Chi è Lanfranco Principi, il sindaco di Aprilia arrestato oggi in una maxi operazione antimafia


Scopri di più da NUOVA RESISTENZA antifa'

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli inviati alla tua e-mail.