0 3 minuti 5 anni

ARTICOLI CORRELATI

di Gigi Di Fiore

Ha riunito i suoi colleghi per un brindisi e un saluto nella sede del Servizio centrale operativo in via Tuscolana a Roma. L’ultimo giorno di Alessandro Giuliano a direttore dello Sco. Lascia per venire a Napoli, a guidare la Questura. Al suo posto, subentra Fausto Lamparelli che è stato capo della Squadra mobile napoletana. E, negli avvicendamenti, Luigi Rinella, capo della Squadra mobile a Napoli fino a tre settimane fa, prenderà il posto di Lamparelli nella direzione del Servizio di polizia scientifica. Tutti insieme a brindare e a fare gli auguri al nuovo questore di Napoli, che arriverà in città nelle prossime ore e si presenterà sabato ai giornalisti. Oggi, invece, il saluto del questore uscente Antonio De Iesu, nuovo vice capo della polizia vicario.

«No, non sono un opinionista, non amo fare dichiarazioni o analisi su temi delicati e su una realtà così complessa come quella napoletana, prima di iniziare il mio lavoro» dice Giuliano. A 52 anni, ha una carriera di funzionario operativo di tutto rispetto. Gli inizi alle Volanti a Milano, poi due anni a Napoli, quando questore era Arnaldo La Barbera, lo «sbirro» per antonomasia, l’uomo che era stato a Palermo la bestia nera dei mafiosi nella seconda metà degli anni ’80. La Palermo dove Giuliano è nato e dove il padre, Boris, era stato capo della Squadra mobile. Nella palazzina a lato della Questura, sede degli uffici della Mobile palermitana, nella grande lapide con incisi i nomi degli uccisi dalla mafia c’è anche quello di Boris Giuliano. Venne ucciso nel 1979 da Leoluca Bagarella, con 7 colpi di pistola alla schiena, mentre prendeva un caffè nel bar Lux di via De Blasi. Alessandro aveva 12 anni, la sua scelta lavorativa futura fu condizionata dalla morte del padre su cui ha sempre ripetuto: «Non ne parlo, fa parte della mia vita privata». Ma al maxi-processo, dove fu presente a molte udienze, ricordò che il padre gli aveva parlato di «indagini molto pericolose sul traffico di droga».

CONTINUA A LEGGERE L’ARTICOLO CLICCANDO IL LINK SOTTO RIPORTATO

Sorgente: Giuliano nuovo questore di Napoli: «Faccio il poliziotto, non l’opinionista» | Il Mattino

Rispondi