Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

Napoli, nel call center fantasma il lavoro costa 3,5 euro all’ora | Il Mattino


 

Diciassette ragazze al lavoro per tre euro e cinquanta centesimi all’ora. Sottopagate e senza contratto nel call center – il primo completamente in nero individuato a Napoli. Non in uno scantinato, ma in un grattacielo del Centro direzionale tutto cristallo e acciaio, vicino al palazzo di giustizia.

Sono tutte giovani, impiegate in media da tre mesi, le diciassette operatrici prive di diritti e tutele identificate durante l’ispezione della Guardia di Finanza. La decana è una quarantenne pronta a rispettare turni di quattro ore, in genere, ma «h 24», contattando cioè i clienti di giorno e di notte per sopravvivere con 400, massimo 500 euro al mese, a volte anche meno. Lo hanno accertato gli uomini del I Gruppo di Napoli, che negli uffici hanno anche acquisito il foglio di presenze e compilato una scheda per ogni posizione, calcolando, in totale, 1789 giorni di sfruttamento, cui è seguita una maxi sanzione e la richiesta di chiusura dell’attività indirizzata all’ispettorato del lavoro (e non ancora disposta) per la società collegata in subappalto a una importante compagnia di telecomunicazioni, ovviamente estranea all’indagine più ampia.

CONTINUA A LEGGERE L’ARTICOLO CLICCANDO IL LINK SOTTO RIPORTATO

Sorgente: Napoli, nel call center fantasma il lavoro costa 3,5 euro all’ora | Il Mattino

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

adversing