Strada: “Al governo metà fascisti e metà cog…ni”

21 Gennaio 2019 0 Di ken sharo

Gino Strada spara a zero sul governo. “Quando si è governati da una banda dove la metà sono fascisti e l’altra metà sono coglioni non c’è una grande prospettiva per il Paese”, dice il fondatore di Emergency a Circo Massimo, su Radio Capital. “Sui migranti ormai il Movimento 5 Stelle è sulla linea di Salvini: un segnale terribile. La priorità è salvare vite umane, non uccidere. E invece li stanno uccidendo”. La responsabilità, secondo Strada, va però oltre i confini nazionali: “In Europa abbiamo una classe dirigente che dovrebbe essere processata per crimini contro l’umanità davanti alla Corte internazionale dei diritti dell’Aja”, attacca. “Queste persone stanno condannando a morte decine di migliaia di esseri umani. Non esiste porto chiuso o porto aperto: qui stiamo ammazzando persone”. Matteo Salvini è “un fascistello che indossa tutte le divise possibili eccetto quella dei carcerati”, afferma ancora Strada aggiungendo: “Mi stupisce la sua completa disumanità. Il suo atteggiamento non è soltanto non solidale, indifferente, gretto, ignorante, ma criminale”. E in strada c’è anche chi gli bacia la mano: “Esiste anche questo – ragiona – è la parte peggiore del nostro Paese, quella più gretta, che vuole puntare il dito contro qualcuno – e il dito si punta sempre contro chi sta sotto, non contro chi sta sopra”. “È il Paese che non mi piace. E ci troviamo di fronte a una classe dirigente che, anziché risolvere i problemi degli italiani, ruba in Italia decine di milioni, come ha fatto la Lega, e diminuisce i fondi per la cooperazione internazionale”, conclude Strada.

Sorgente: Strada: “Al governo metà fascisti e metà cog…ni”

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •