Per il sondaggio Swg il governo delude il 61% degli italiani

23 Gennaio 2019 0 By ken sharo

Il gradimento nei confronti del governo gialloverde sta calando. Lo rileva un sondaggio Swg che, come riporta La Repubblica, avrebbe portato un po’ di ottimismo in casa Pd. Se a giugno il 53% degli italiani promuoveva il cosiddetto governo del Cambiamento, ora la percentuale è scesa al 39%. Con un 61% che si dice poco o per nulla soddisfatto. Mentre il gradimento per il premier Giuseppe Conte è sceso dal 58 al 47%. Una tendenza che secondo l’istituto sarebbe costante nell’ultimo mese. Il Movimento 5 stelle pare aver beneficiato della presentazione del reddito di cittadinanza tornando a veleggiare intorno al 25,7% mentre la Lega è al 31,5%, in lieve calo (-0,7%) ma, fa notare Swg, «la sua centralità non è in discussione».

Secondo il sondaggio Swg realizzato per il TgLa7 la formazione politica con il bilancio migliore dal 14 gennaio è proprio il Partito democratico, che guadagna lo 0,6% e arriva al 17,9% dei consensi, ancora sotto il dato delle Politiche. Positivo il bilancio anche per Forza Italia e Fratelli d’Italia, che guadagnano rispettivamente lo 0,4% e lo 0,2%, portandosi all’8,6% e al 4,4%.

LA LEGA VOLA IN VISTA DELLE EUROPEE

Uno scenario diverso da quello dipinto da Nando Pagnoncelli il 19 gennaio scorso in vista delle elezioni europee. Secondo un sondaggio realizzato per il Corriere della Sera, infatti, la Lega sarebbe intorno al 35,8% con un M5s fermo al 25,4. Il Pd non supera il 17,3%. Per Forza Italia, che si attesta intorno al 7%, c’è l’incognita dell’ennesima discesa in campo di Silvio Berlusconi.

LEGGI ANCHE: La classifica della reputazione online dei ministri a dicembre

IL PD E LA PARTITA DEL CONGRESSO

Ma i dem hanno anche un altro tavolo aperto: quello del Congresso. Secondo la rilevazione Swg il governatore del Lazio Nicola Zingaretti è in testa anche all’esterno del partito con un 43% dei consensi contro il 34% di Maurizio Martina e il 25% di Roberto Giachetti.

IL VOTO DEI TESSERATI DEM

Il voto dei tesserati nei circoli – aggiornati al 22 gennaio – che deciderà quali candidati parteciperanno alle primarie aperte agli elettori in programma il 3 marzo, al momento conferma la tendenza. Secondo i dati pubblicati in esclusiva da Lettera43.it,il governatore della Regione Lazio viaggia poco sotto la soglia del 50% (49,9%), facendo il pieno di voti in Sicilia (90,7%, ma con soli tre circoli che hanno votato finora), in Molise (79,7%, 16 circoli) e Calabria (68,8%, 62 circoli). Gli aggiornamenti dal Mezzogiorno potrebbero però anche sovvertire le gerarchie regionali e riscrivere in parte le percentuali nazionali. Martina, ex ministro delle Politiche agricole e già segretario reggente del Pd dopo Matteo Renzi si attesta al 31,5% e va forte al Nord, dove per esempio ha ottenuto il 43,6% in Liguria e il 33,8% in Lombardia. Stando a questi dati, nemmeno sommando i suoi voti con quello del terzo classificato, l’ex vice presidente della Camera ed ex candidato sindaco a Roma Roberto Giachetti (fermo al 14,1% in ticket con Anna Ascani), la percentuale supererebbe quella di Zingaretti (45,6% la somma tra il secondo e il terzo e 49,9% il primo).

Sorgente: Per il sondaggio Swg il governo delude il 61% degli italiani

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •