il manifesto del 29.01.2019 e i primi articoli online

29 Gennaio 2019 0 By luna_rossa

Il prefetto di Siracusa ignora l’emergenza e confina la Sea Watch in mare con i 47 profughi a bordo. La procura smonta il teorema di Salvini-Di Maio e dice no al sequestro. E mentre Palazzo Chigi attacca la ong alla corte europea, in centinaia protestano a Montecitorio: non siamo pesci

LAVORO

«Reddito di cittadinanza»: parte il conto alla rovescia per il workfare in Italia

Roberto Ciccarelli

Il presidente della Repubblica Mattarella ha firmato. Il “Decreto reddito-quota 100” pubblicato sulla Gazzetta ufficiale. Il percorso sprint per le «misure bandiera» di Lega e M5S partirà dal Senato in vista delle elezioni europee di maggio. Di Maio: “Bentornato Stato sociale”. Ma in realtà si tratta di un sistema di Workfare: obbligo al lavoro in cambio di un sussidio pubblico e sgravi alle imprese

L’INCHIESTA

Gran Bretagna, lavoratori poveri in trappola

Roberto Ciccarelli

Nel Regno Unito lo Stato sociale è diventato un Workfare. L’Italia rischia la stessa torsione con la riforma di Cinque Stelle e Lega sul cosiddetto “reddito di cittadinanza”, in realtà un sussidio in cambio del lavoro obbligatorio e sgravi alle imprese. Inviato dall’Onu in Gran Bretagna, Philip Alston ha raccontato l’aumento delle povertà e la dipendenza da un sistema fondato sulla sorveglianza. La Corte suprema britannica ha ammesso che l’obbligo al lavoro in cambio di un sussidio rischia di violare l’articolo 4 della Convenzione europea sui diritti umani

Palazzo dei Diamanti, un caso irrisolto

Emanuele Piccardo

Il progetto di ampliamento bocciato dal Mibac, dopo le proteste e la petizione di Vittorio Sgarbi. Ma antico e moderno possono convivere

VISIONI

Cédric Herrou: «Un popolo degno lotta per le persone»

Silvia Nugara

Intervista all’agricoltore francese che ha aiutato centinaia di migranti sulla frontiera con l’Italia. «Bisogna chiedere agli italiani e a Salvini se sono pronti ad accettare i morti, le torture e gli annegati pur di non far arrivare i migranti nel Paese». La sua storia è raccontata in «Libero» di Michel Toesca, dal 31 gennaio al cinema

RUBRICHE

Venezuela, golpe dello Stato profondo

Manlio Dinucci

Il riconoscimento di Juan Gualdó come «legittimo presidente» del Venezuela è stato preparato in una cabina di regia sotterranea all’interno del Congresso e della Casa Bianca. Principale operatore è il senatore repubblicano della Florida Marco Rubio, «virtuale segretario di stato per l’America Latina, collegato al vicepresidente Mike Pence e al consigliere per la sicurezza nazionale John Bolton

Memoria e cultura, ovvero noi con gli altri

Alberto Leiss

Le lezioni di Jurij Michailovic Lotman, «Un’esperienza culturale autentica consiste (…) nella ricerca di contatto con l’altro, perché sto rendendo più complesso (e non più semplice) il mio mondo interiore»

L’ULTIMA

La maledetta domenica

Dimitri Bettoni

In centinaia alla «Bloody sunday march» per ricordare il massacro del 1972 a Derry: «Le scuse di David Cameron non bastano». In città il clima è teso, il ritorno del confine irreale

Sorgente: il manifesto del 29.01.2019 | il manifesto

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •