0 1 minuto 1 settimana

Hamza, il protagonista torturato della famosa foto in cui appare ammanettato, spogliato e legato ad una sedia, con un soldato israeliano in piedi di fronte a lui dopo il suo rilascio, dice:
Israele è il nostro nemico perché ci uccide e distrugge le nostre case e vuole impossessarsi della nostra terra, perché il suo esercito uccide bambini, ma non ho problemi con nessun ebreo al mondo. Un ebreo che vive in Spagna, per esempio, può essere amico mio, ogni ebreo non sionista che gioca a calcio è felice quando gioca bene.
Ma Israele è nostro nemico perché vuole annientarci, ma noi confidiamo in Dio. Vinceremo alla fine.