0 4 minuti 4 settimane

James Elder, portavoce globale dell’UNICEF, riferisce che l’Ospedale Europeo di Rafah ospita decine di bambini morenti gravemente feriti.
Il portavoce globale dell’UNICEF, James Elder, ha riferito dei molti orrori a cui ha assistito a Rafah , avvertendo che una potenziale invasione sarebbe “catastrofica”.

 

 

Durante tre visite al reparto di terapia intensiva dell’Ospedale Europeo a Rafah, Gaza, Elder ricorda di aver osservato molti minori sdraiati sullo stesso letto dopo che una bomba aveva distrutto la loro casa. Nonostante i migliori tentativi dei medici, morirono tutti.

Elder ricorda come, poche settimane prima, il mondo si fosse indignato per l’uccisione di sette operatori umanitari della World Central Kitchen e una settimana dopo, un furgone dell’UNICEF fosse stato attaccato, mentre tentava di consegnare gli aiuti tanto necessari.

Si chiede se le cose potrebbero peggiorare a Rafah a causa della “carestia incombente e del crescente numero di vittime” e osserva che sembra che a Gaza le cose possano sempre peggiorare , citando “l’infrangimento dei record più oscuri dell’umanità”.

 

 

Elder sottolinea che Rafah imploderebbe completamente se attaccata , poiché vi sono oltre 1,4 milioni di residenti che risiedono lì in condizioni deplorevoli. “Semplicemente non c’è più nessun posto dove andare a Gaza”, dice, citando la grave carenza di acqua potabile e servizi igienici e di un bagno condiviso ogni 850 persone.

Secondo l’Ufficio centrale di statistica palestinese, prima che iniziasse l’aggressione israeliana, Rafah aveva una densità di popolazione di 4.360 persone per chilometro quadrato , mentre ora ha raggiunto i 17.500 individui per chilometro quadrato.
Il portavoce spiega che la città era un paradiso per i bambini piccoli, oltre ad ospitare il più grande ospedale rimasto a Gaza, l’Ospedale Europeo, che ora è più cruciale che mai dopo che il sistema sanitario di Gaza è stato distrutto.

Da quando è iniziata l’aggressione israeliana a Gaza, più di 6 mesi fa, le forze di occupazione israeliane (IOF) hanno distrutto ospedali, bombardato ambulanze e ucciso o arrestato centinaia di operatori sanitari .

 

 

Il relatore speciale delle Nazioni Unite sul diritto alla salute, Tlaleng Mofokeng, ha annunciato la scorsa settimana che almeno 350 operatori sanitari sono stati uccisi e altri 520 feriti a Gaza dal 7 ottobre .

Secondo il relatore speciale delle Nazioni Unite, molti adolescenti farebbero volontariato negli ospedali di Gaza per aiutare gli operatori sanitari a gestire il vasto numero di feriti e uccisi, ma non sono stati elencati tra le vittime poiché non erano ufficialmente registrati come operatori sanitari.

L’anziano ripensa a come Gaza è stata definita un cimitero per bambini in ottobre, rivelando di aver visto nuovi cimiteri a Rafah solo il mese scorso ammucchiati con i resti di bambini innocenti presi di mira dagli attacchi israeliani, definendola la peggiore devastazione che abbia visto in “20 anni”. con l’ONU.”
A dicembre, Elder ha rilasciato una dichiarazione in cui ha definito l’attacco a Gaza una ” guerra ai bambini ” dall’interno di un affollato ospedale di Gaza, criticando l’impotenza della comunità internazionale, affermando che “l’inazione di coloro che hanno influenza sta permettendo l’uccisione di bambini. “

Al Mayadeen inglese
Fonte: The Guardian

Sorgente: Occhi chiusi forzatamente, ospedale stracolmo: i bambini riempiono i cimiteri di Rafah – controinformazione.info