0 6 minuti 2 mesi
Eroi UNRWA sul fronte umanitario: il dottor Salafa combatte per assicurarsi forniture mediche in tempo di guerra
“Ho chiesto la fornitura urgente di penne per insulina per bambini insulino-dipendenti. ” L’uso di aghi regolari, molto più lunghi delle penne per insulina a misura di bambino, fa paura ai bambini che già subiscono un trauma di guerra. La maggior parte dei bambini perde aghi regolari flaconi di insulina nella sabbia nelle tende e rifiuta le iniezioni quotidiane. Questo è estremamente pericoloso”
Il dottor Salafa è responsabile della farmacia e supervisore della farmacia presso il Tel Sultan Health Center affiliato all’UNROA a Rafah, a sud della Striscia di Gaza. Per 18 anni, attraverso molteplici cicli di violenza e un pesante assedio a Gaza, continua a servire la comunità locale dei rifugiati palestinesi. “Stavo lavorando da solo in farmacia durante i primi tre giorni di ogni guerra”, dice il dottor Salafa Hosta: “E poi un collega si è unito a me per offrire supporto. “
Questa guerra era diversa perché il livello di violenza teneva a casa anche il dottor Salafa, almeno all’inizio. Il terzo giorno di ostilità, la dottoressa Salafa è stata chiamata a lavorare in farmacia per preparare pacchi medici da distribuire agli sfollati nei rifugi Unrawa. Nonostante la drammatica escalation di violenza, si è presentata per servire. “Ho guidato la mia auto spaventata e preoccupata perché la mia casa era lontana dal centro sanitario e ho dovuto lasciare i miei cinque figli a casa”, dice il dottor Salafa.
Tuttavia, il dottor Salafa non ha esitato ed è andato al lavoro. Lei dice: “Ho preparato 25 pacchi medici per gli sfollati in tutta la Striscia di Gaza da usare. “Ero da solo, imballavo pacchi con medicinali e forniture mediche come igienizzanti, medicinali e bende. “
“In qualità di responsabile farmacia e supervisore farmacia presso il Centro Salute Tel Sultan, ho chiesto la fornitura urgente di penne per insulina per bambini insulino-dipendenti. Utilizzare aghi regolari, molto più lunghi delle penne per insulina a misura di bambino, fa paura ai bambini che già subiscono un trauma di guerra. La maggior parte dei bambini perde aghi regolari flaconi di insulina nella sabbia nelle tende e rifiuta le iniezioni quotidiane. Questo è molto pericoloso”, dice il dottor Salafa.
Il motivo della carenza di penne per insulina per bambini è dovuto al fatto che le autorità israeliane le hanno aggiunte alla lista delle sostanze vietate a cui non è permesso entrare nella striscia di Gaza devastata dalla guerra.
“Ho chiesto anche la fornitura di farmaci psicologici e neurologici per i bambini perché ho visto bambini soffrire di gravi disturbi mentali a causa della mancanza di cure”, ha detto il dottor Salafa.
I servizi di salute mentale e assistenza sociale psicologica erano ripresi a fine ottobre 2023 nelle regioni centrali e di Khan Younis, compresa Rafah. Un team di due psichiatri accanto a 20 mentori e tre supervisori aiuta i pazienti a cui vengono diagnosticate lesioni critiche che richiedono terapia psicologica, anche medicinali. I pazienti vengono indirizzati all’equipe da rifugi e centri sanitari, come quello dove lavora il dottor Salafa. Ogni settimana, il team gestisce migliaia di casi attraverso consulenza individuale, sessioni di sensibilizzazione e supporto ai sopravvissuti alla violenza di genere.
“Credo che gli sforzi di collaborazione tra organizzazioni internazionali e locali, oltre all’impegno della comunità internazionale nel fornire il necessario supporto alle farmacie e alle strutture sanitarie delle aree colpite, possano contribuire a migliorare l’accesso all’assistenza sanitaria e a fornire medicinali essenziali ai pazienti”, Dr. Salafa detto. I partenariati si sono rivelati una parte vitale della risposta sanitaria efficace dell’UNROA. Ad esempio, l’11 gennaio l’UNROA ha ricevuto otto diversi ceppi di vaccini dall’UNICEF per i suoi centri sanitari. Il primo giorno, l’UNROA è riuscita a vaccinare un totale di 768 bambini contro malattie come morbillo, morbillo, morbillo tedesco e altre.
Il Dr Salafa aggiunge: “In qualità di supervisore della farmacia, affronto sfide quotidiane nel fornire tali medicinali e anche forniture mediche di base ai pazienti, che possono colpire i pazienti che si affidano a questi trattamenti per sopravvivere o migliorare le loro condizioni di salute. ”
Il dottor Salafa è uno dei 531 operatori sanitari della Striscia di Gaza che stanno ancora servendo la comunità nella Striscia di Gaza nonostante i rischi che la guerra pone per loro e per i loro cari. Al 22 gennaio solo quattro dei 22 centri sanitari UNROO a Gaza, compreso il Tel Sultan Health Center, erano ancora operativi.
Nell’ambito di una delle sue tante visite a Gaza dall’inizio della guerra nell’ottobre 2023, il commissario generale dell’UNRU Philippe Lazarini ha incontrato il dottor Salafa per esprimere il suo apprezzamento per la sua dedizione. UNROA saluta oltre 3.000 dipendenti di Gaza che si presentano al lavoro nonostante la maggior parte di loro sia sfollata dalle loro case.

Sorgente: أخبار الأونروا – أبطال الأونروا على الخطوط الإنسانية الأمامية:… | Facebook

Please follow and like us:
0
fb-share-icon0
Tweet 20
Pin Share20