0 6 minuti 3 mesi

Edizione del 28 gennaio 2024

Gli Usa e gli alleati, Italia per prima, sospendono i finanziamenti all’agenzia delle Nazioni unite che assiste i profughi palestinesi. Israele accusa 12 lavoratori dell’Unrwa (su molte migliaia) di aver partecipato agli attacchi di Hamas del 7 ottobre. Accade poche ore dopo la decisione della Corte dell’Aja. A Gaza c’è spazio solo per le bombe

Operatori umanitari dell’Agenzia delle Nazioni Unite per il soccorso e l'occupazione dei rifugiati palestinesi (UNRWA) a Deir Al Balah, Gaza foto di Ahmad Salem/Getty Images
INTERNAZIONALE

Colpirne Onu

Michele Giorgio

GAZAGli Usa e gli alleati, Italia per prima, sospendono i finanziamenti all’agenzia delle Nazioni unite che assiste i profughi palestinesi. Israele accusa 12 lavoratori dell’Unrwa (su molte migliaia) di aver partecipato agli attacchi di Hamas del 7 ottobre. Accade poche ore dopo la decisione della Corte dell’Aja. A Gaza c’è spazio solo per le bombe

COMMENTI

Un altro Israele oltre il cuore di tenebra

Iain Chambers

IL SILENZIO DELL’EUROPAIl silenzio dell’abisso in cui risiedono la memoria della Shoah e la responsabilità occidentale per il genocidio è oggi accresciuto dal silenzio dell’Occidente di fronte al massacro in corso a […]

La Corte internazionale di giustizia dell'Aja foto Ansa
COMMENTI

La speranza che viene dalla Corte dell’Aja

Luca Baccelli *

ISRAELE/PALESTINANella sentenza del più importante tribunale del mondo Israele entra nel perimetro del diritto internazionale, dove le ragioni avanzate possono limitare il potere e la violenza

Schlein contro Meloni, via alla campagna Ue
POLITICA

Schlein contro Meloni, via alla campagna Ue

Andrea Carugati

EUROPEEPrima tappa a Cassino: «No alle privatizzazioni, proteggere i più deboli». «Un sit-in alla Rai contro la propaganda becera del Tg1, la premier come Wanna Marchi». Fratoianni chiede una piazza comune delle opposizioni. Il sì della segretaria: «Uniamo le forze». Gelo sull’addio di Smeriglio. Bettini: «Le sue ragioni non meritano il silenzio»

Abiy Ahmed a Roma per ricostruirsi un’immagine
INTERNAZIONALE

Abiy Ahmed a Roma per ricostruirsi un’immagine

Isidore Senghor

CONFERENZA ITALIA-AFRICALa fitta agenda del premier etiope, a cui verrà anche restituito l’aereo del negus. Dopo il Nobel per la pace andò in guerra. Ora paese a rischio carestia. E la Fao lo premia. Con Giorgia Meloni rapporto consolidato

Please follow and like us:
0
fb-share-icon0
Tweet 20
Pin Share20