0 8 minuti 6 mesi

L’ultimo controllo di Maryinka difficilmente romperà la situazione di stallo della guerra Russia-Ucraina
Le elezioni presidenziali americane del 2024 danno più spazio all’immaginazione per risolvere la prolungata crisi ucraina: gli esperti

Pubblicato: 26 dicembre 2023 22:12

Un sistema missilistico terra-aria Osa è raffigurato nella direzione di Donetsk durante l’operazione militare speciale russa, il 26 dicembre 2023. Foto: VCG

Sebbene alcuni media occidentali considerino l’ultimo controllo russo di Maryinka nell’Ucraina orientale, una piccola città nella regione di Donetsk, come la “più significativa conquista sul campo di battaglia di Mosca da maggio”, alcuni esperti cinesi ritengono che questo singolo progresso non fornirà i mezzi per rompere lo stallo militare tra le due parti che persiste da quasi due anni. Mentre il mondo prevede cosa potrebbe accadere nel conflitto Russia-Ucraina nel 2024, gli esperti cinesi affermano che ci potrebbe essere “più spazio per l’immaginazione” dopo le elezioni presidenziali americane del prossimo novembre. 

Il ministro della Difesa russo Sergei Shoigu ha detto domenica al presidente russo Vladimir Putin che le forze russe hanno acquisito il pieno controllo di Maryinka, ha riferito lunedì Reuters. Putin ha affermato che il controllo della città, che si trova a circa cinque chilometri a sud-ovest della città di Donetsk, consentirà alle forze russe di allontanare le unità combattenti nemiche da Donetsk, secondo quanto riportato dai media. 

Mentre Reuters ha affermato che se le affermazioni della Russia sulla presa del controllo della città si rivelassero vere, si tratterebbe della conquista sul campo di battaglia più significativa di Mosca da maggio, quando le truppe russe catturarono Bakhmut. 

Tuttavia lunedì il portavoce militare ucraino Oleksandr Shtupun ha smentito le affermazioni della Russia, affermando che le battaglie per Maryinka continuano, ha riferito l’agenzia di stampa Xinhua. 

“È difficile rompere lo stallo militare tra Russia e Ucraina prendendo il controllo di una città. Inoltre, sulla base del numero quotidiano delle vittime diffuso dalla parte ucraina, l’esercito russo si avvicina a luoghi come Bakhmut e Maryinka, dove hanno lanciato offensive senza considerare vittime, non è sostenibile”, ha detto lunedì al Global Times Zhang Hong, ricercatore associato presso l’Istituto di studi russi, dell’Europa orientale e dell’Asia centrale dell’Accademia cinese delle scienze sociali. 

Tuttavia, alcuni esperti ritengono che la situazione tesa e protratta sul campo di battaglia non sia cambiata, mentre la Russia detiene l’iniziativa con la capacità di controllare il ritmo dell’impegno sulla base della sua economia stabile, del suo complesso militare-industriale e di operazioni sociali efficienti. 

“L’Ucraina, d’altra parte, può solo rispondere in modo reattivo. Tuttavia, se consideriamo lo scenario in cui le forze russe entrano in un’area operativa più ampia, potrebbe avere un valore propagandistico più significativo”, ha affermato Cui Heng, studioso del China National con sede a Shanghai. Istituto per lo scambio internazionale e la cooperazione giudiziaria della SCO, ha dichiarato lunedì al Global Times. 

La controffensiva ad Avdiivka indica che anche la Russia non ha la capacità di sfondare le difese fortificate senza perdite significative, ha detto Cui. 

Tra il 22 e il 24 novembre, la Russia ha scatenato quello che l’Ucraina ha definito il terzo grande tentativo di catturare Avdiivka in due mesi, inviando circa 50 assalti supportati da mezzi corazzati, ha riferito Al Jazeera il 29 novembre. E in un solo giorno, l’esercito ucraino ha affermato di aver ” “eliminati” 1.100 soldati russi e 30 carri armati, hanno riferito i media. 

 “Una guerra così prolungata tra Russia e Ucraina, iniziata nel febbraio 2022, ha visto alcuni cambiamenti fino ad oggi. Uno dei cambiamenti principali è la diminuzione dell’assistenza occidentale all’Ucraina, che ha spostato l’Ucraina da una posizione offensiva a una difensiva, aumentando così Il vantaggio della Russia”, ha detto lunedì al Global Times Zhao Huirong, un esperto di studi sull’Europa orientale dell’Accademia cinese delle scienze sociali. 

Questo cambiamento ha avuto un impatto notevole sulla situazione del campo di battaglia, con la Russia che appare più fiduciosa e proattiva mentre l’Ucraina è diventata relativamente più passiva a causa della carenza di munizioni, ma ciò non significa necessariamente un punto di svolta o imminenti negoziati di pace, ha affermato Zhao. 

Nonostante la riduzione dell’assistenza, l’Ucraina ha modificato la propria strategia per dare priorità alla difesa e possiede ancora alcune riserve. Pertanto, è probabile che questa guerra logorante continui per qualche tempo. E anche la Russia sta adottando una strategia per un conflitto prolungato, ha aggiunto. 

Sempre martedì, l’aeronautica ucraina ha dichiarato di aver distrutto una grande nave da sbarco russa di stanza nelle acque della Crimea, e l’assalto di Kiev ha provocato un incendio nel porto di Feodosia, secondo Reuters.  

Il targeting di obiettivi chiave durante questa guerra logorante potrebbe aumentare in futuro, poiché l’Ucraina, a fronte di una carenza di munizioni, deve ottenere alcuni successi per continuare a ricevere assistenza occidentale. Pertanto, le loro munizioni limitate devono essere utilizzate in aree critiche dove possono avere un impatto maggiore, ha osservato Zhao. 

“Alcuni di questi obiettivi includono senza dubbio la Crimea, che è di notevole importanza. Inoltre, l’Ucraina fa sempre più affidamento sulla produzione di droni a causa delle limitazioni delle sue capacità militare-industriali”, ha affermato. 

Mentre il mondo osserva con ansia come si evolverà nel 2024 la guerra Russia-Ucraina che dura da 671 giorni fino a martedì, alcuni media statunitensi come la CNBC affermano che le alleanze dell’Ucraina con gli Stati Uniti e l’Europa potrebbero essere ulteriormente destabilizzate nel prossimo anno, mettendo il problema Il futuro dei pacchetti di aiuti militari è in dubbio. 

 “Per quanto riguarda la possibilità di negoziati tra Russia e Ucraina nel 2024, non sembra molto promettente”, ha detto Zhang, sottolineando che la risoluzione definitiva del conflitto dipende dalla capacità di Russia e Stati Uniti di trovare interessi comuni o compromessi. 

Fino a quando l’amministrazione Biden non apporterà cambiamenti politici significativi, il che sembra improbabile prima delle elezioni presidenziali americane, e se gli Stati Uniti non cambieranno la loro posizione sulla guerra Russia-Ucraina, ciò implica che i negoziati tra Ucraina e Russia non andranno avanti, ha osservato. 

Oltre ai fattori legati alle elezioni americane, anche la situazione sul campo di battaglia è un fattore da tenere in considerazione per i colloqui di pace, ha osservato Zhao. 

“Se, da parte ucraina, l’assistenza diminuisce e la situazione sul campo di battaglia diventa estremamente sfavorevole, se si verifica uno scenario in cui si ritirano e le forze russe avanzano,

 credo che i paesi occidentali potrebbero fare pressione sull’Ucraina affinché interrompa i combattimenti e si impegni a cessare i combattimenti. -negoziazioni sul fuoco”, ha detto. Tuttavia, a causa delle differenze significative e nette tra le due parti riguardo alle questioni territoriali, i negoziati di pace sono improbabili, ma esiste la possibilità di negoziati per il cessate il fuoco, ha osservato l’esperto. 

Sorgente: L’ultimo controllo di Maryinka difficilmente romperà la situazione di stallo della guerra Russia-Ucraina – Global Times