0 29 minuti 6 mesi

Le aziende qui elencate hanno fornito a Israele armi e altro equipaggiamento militare utilizzato nei cosiddetti attacchi “Spade di ferro” contro Gaza, Cisgiordania, Libano e Siria nel periodo ottobre-dicembre 2023.

Centro d’azione AFSC sulla responsabilità aziendale

Dal 7 ottobre, Israele ha intrapreso attacchi aerei e terrestri senza precedenti su Gaza dopo gli attacchi guidati da Hamas contro Israele. I civili palestinesi a Gaza sono stati uccisi a un ritmo storico e Israele ha distrutto gran parte della Striscia di Gaza, rendendola inabitabile. Questi attacchi sono stati accompagnati da un’ondata di violenza israeliana contro i palestinesi nella Cisgiordania occupata, da scontri tra l’esercito israeliano e gruppi armati in Libano e da attacchi aerei israeliani in Siria.

Poco dopo il 7 ottobre, il governo degli Stati Uniti ha iniziato a trasferire a Israele ingenti quantità di armi. Tra queste armi, Israele ha ricevuto più di 15.000 bombe e 50.000 proiettili di artiglieria solo nel primo mese e mezzo. Questi trasferimenti sono stati deliberatamente avvolti nella segretezza per evitare il controllo pubblico e impedire al Congresso di esercitare qualsiasi controllo significativo.

Alcune di queste armi sono state acquistate utilizzando il denaro dei contribuenti statunitensi attraverso il programma Foreign Military Sales; alcune erano vendite commerciali dirette acquistate attraverso il budget di Israele; e alcuni sono stati ricostituiti nelle scorte militari statunitensi in Israele, che anche l’esercito israeliano potrebbe utilizzare . Un elenco dei trasferimenti di armi statunitensi noti è gestito dal Forum sul commercio di armi .

La portata della distruzione e dei crimini di guerra a Gaza non sarebbe possibile senza questo continuo flusso di armi dagli Stati Uniti. Nonostante le massicce proteste pubbliche, l’amministrazione Biden ha lavorato per dare a Israele oltre 14 miliardi di dollari per acquistare più armi. Ciò si aggiunge ai 3,8 miliardi di dollari che gli Stati Uniti già versano ogni anno all’esercito israeliano. Israele è tenuto a utilizzare questo denaro per acquistare armi di fabbricazione statunitense. Si tratta di una forma di welfare aziendale per i più grandi produttori di armi, come Lockheed Martin, RTX, Boeing e General Dynamics, che hanno visto le loro quotazioni alle stelle , ma anche per aziende che non fanno parte dell’industria delle armi, come Caterpillar, Ford e Toyota (vedi sotto).

In quanto organizzazione quacchera con una lunga storia di lavoro in Palestina e Israele , inclusa Gaza, l’AFSC sostiene un embargo totale sulle armi sia ai gruppi militanti israeliani che a quelli palestinesi. Questo elenco si concentra sulle armi utilizzate da Israele perché tutti i gruppi militanti palestinesi sono già sanzionati e non ricevono alcun sostegno da governi o aziende occidentali.

Questa ricerca si basa su fonti mediatiche, social media e altre fonti aperte. Questa pagina viene aggiornata regolarmente man mano che vengono alla luce nuove informazioni. Se hai informazioni che ritieni dovremmo aggiungere, o se sei un ricercatore o un giornalista che ha bisogno di accedere ai dati grezzi, contattaci .

Per un elenco più completo delle società quotate in borsa coinvolte nell’occupazione israeliana, accompagnato dalle nostre raccomandazioni di disinvestimento , fare riferimento al nostro database Investigate .

Aziende

AeroVironment

  • Un produttore di droni militari con sede ad Arlington, Virginia.
  • Intorno al 30 ottobre, Israele ha richiesto l’acquisto di 200 droni AeroVironment Switchblade 600 Kamikaze, un sistema missilistico avanzato a fuoco diretto che agisce come un “drone suicida”.
  • Per ulteriori informazioni su questa azienda (esclusi questi ultimi sviluppi), vedere il nostro profilo aziendale nel database Investigate.

AM Generale

  • Un produttore di veicoli militari con sede a South Bend, Indiana. Il veicolo a ruote multiuso ad alta mobilità (HMMWV o Humvee) dell’azienda è stato utilizzato dall’esercito israeliano a Gaza. L’armatura di questi veicoli è realizzata da Plasan (vedi sotto).
  • Il 5 novembre, secondo quanto riferito , l’esercito israeliano  ha utilizzato Humvee, accompagnati da carri armati e altri veicoli blindati, per condurre un “convoglio di rifornimenti” a Gaza. Gli Humvee sono stati nuovamente utilizzati  dall’esercito israeliano l’8 novembre per trasportare i corrispondenti dei media israeliani a Gaza.
  • Il 6 dicembre, un aereo cargo statunitense ha consegnato  altri Humvee a Israele.
  • Oltre a Oshkosh (vedi sotto), AM General produce anche il veicolo tattico leggero congiunto.

Sistemi BAE

  • Il settimo produttore di armi al mondo, la società britannica BAE Systems, produce l’obice M109, un sistema di artiglieria mobile da 155 mm che l’esercito israeliano ha utilizzato ampiamente , sparando decine di migliaia di proiettili da 155 mm nella Striscia di Gaza.
  • Alcuni di questi proiettili sono bombe al fosforo bianco , il cui uso è vietato in aree civili densamente popolate e costituisce potenzialmente un crimine di guerra.
  • BAE produce anche kit elettronici per il lancio di missili e altri componenti per gli aerei da combattimento F-15, F-16 e F-35 israeliani, che l’aeronautica israeliana ha ampiamente utilizzato in tutti i suoi attacchi a Gaza, compreso quello del 2023.
  • Per ulteriori informazioni su questa azienda (esclusi questi ultimi sviluppi) vedere il nostro profilo aziendale nel database Investigate.

La compagnia Boeing

  • Il quinto produttore di armi al mondo, Boeing produce aerei da combattimento F-15 ed elicotteri d’attacco Apache AH-64, che l’aeronautica israeliana ha ampiamente utilizzato in tutti i suoi attacchi a Gaza e al Libano, compreso quello del 2023.
  • Boeing produce anche diversi tipi di bombe di piccolo diametro non guidate (SDB) e kit di munizioni ad attacco diretto congiunto (JDAM), che convertono queste bombe in munizioni a guida di precisione. 
  • Israele ha utilizzato ampiamente queste bombe, compreso l’ attentato del 1° novembre sul campo profughi di Jabalia a Gaza, che ha ucciso centinaia di civili palestinesi e potrebbe costituire un crimine di guerra , secondo l’Alto Commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani.
  • Il 10 e il 22 ottobre, l’esercito israeliano ha utilizzato bombe equipaggiate con kit Boeing JDAM per effettuare ciò che Amnesty International definisce “attacchi aerei illegali su case piene di civili nella Striscia di Gaza occupata”. Gli attacchi, che potrebbero costituire un crimine di guerra, hanno ucciso 24 persone della famiglia al-Najjar e 19 persone della famiglia Abu Mu’eileq.
  • Immediatamente dopo il 7 ottobre, Boeing ha accelerato la consegna di 1.000 bombe intelligenti e altri 1.800 kit JDAM a Israele. Entrambe le consegne facevano parte di un ordine del 2021 che Israele ha effettuato durante il suo precedente attacco su larga scala a Gaza.
  • Con sede a Chicago, l’azienda dispone di importanti stabilimenti di produzione al di fuori di Los Angeles, Seattle e St. Louis. Per ulteriori località, vedere questa mappa .
  • Per ulteriori informazioni su questa azienda (esclusi questi ultimi sviluppi), vedere il nostro profilo aziendale nel database Investigate.

bruco

  • Per decenni, Caterpillar ha fornito a Israele il bulldozer corazzato D9, che l’esercito israeliano utilizza abitualmente per demolire le case palestinesi e le infrastrutture civili nella Cisgiordania occupata e per imporre il blocco della Striscia di Gaza.
  • I bulldozer corazzati D9 sono stati cruciali nell’invasione di terra della Striscia di Gaza da parte dell’esercito israeliano, accompagnando le truppe da combattimento e aprendo loro la strada liberando strade e demolendo edifici.
  • I bulldozer D9 sono stati utilizzati anche nei raid nelle città palestinesi della Cisgiordania occupata, tra cui Jenin e Tulkarem , dove un bulldozer è stato utilizzato per distruggere un memoriale all’ex presidente palestinese Yasser Arafat. La distruzione deliberata di siti del patrimonio culturale durante un conflitto armato può costituire un crimine di guerra.
  • Israele ha emesso un ordine urgente per dozzine di bulldozer corazzati D9 durante gli attacchi attuali.
  • Per ulteriori informazioni su questa azienda (esclusi questi ultimi sviluppi), vedere il nostro profilo aziendale nel database Investigate.

Azienda manifatturiera Colt

  • La Colt’s Manufacturing Company produce armi da fuoco, incluso l’M16, che era il fucile d’assalto standard utilizzato dall’esercito israeliano dagli anni ’90 all’inizio degli anni 2010. Molti vecchi fucili M16 sono ancora utilizzati dall’esercito e dalla polizia israeliani.
  • Israele ha richiesto di acquistare da Colt circa 18.000 fucili d’assalto M4 e MK18, su un totale di 24.000 fucili d’assalto di società statunitensi. Israele designa queste armi da fuoco per le “squadre di sicurezza” civili di recente formazione in dozzine di città e paesi, compresi gli insediamenti illegali israeliani nella Cisgiordania occupata.
  • I funzionari del Dipartimento di Stato americano, che devono approvare la vendita di fucili automatici, hanno espresso preoccupazione per il fatto che queste armi verranno utilizzate per espellere i civili palestinesi dalle loro terre nella Cisgiordania occupata. Mentre Israele ha garantito che i fucili saranno utilizzati solo da agenzie governative, gli Stati Uniti avrebbero ritardato una spedizione di 4.500 fucili dello stesso ordine.
  • Colt ha sede a Hartford, nel Connecticut, ed è di proprietà del produttore ceco di armi da fuoco Colt CZ Group (CZP).
  • Per ulteriori informazioni su questa azienda (esclusi questi ultimi sviluppi), vedere il nostro profilo aziendale nel database Investigate.

Day & Zimmermann

  • Un produttore di munizioni di proprietà privata con sede a Filadelfia, Pennsylvania.
  • Nel 1990, la filiale della società Mason & Hanger ha prodotto alcuni dei proiettili da 120 mm che i carri armati israeliani Merkava hanno sparato  contro una scuola delle Nazioni Unite a Gaza nel mese di novembre.
  • L’esercito israeliano utilizza abitualmente anche proiettili di artiglieria da 155 mm prodotti presso l’impianto di munizioni dell’esercito dell’Iowa, gestito da American Ordnance, un’altra filiale di Day & Zimmermann.

Dynamit Nobel Difesa (DND)

Dynamit Nobel Defense (DND) è una società tedesca di armi che ha co-sviluppato il razzo anticarro portatile a spalla Matador (RGW 90) con Rafael (vedi sotto) e il governo di Singapore. Non è chiaro se i sistemi Matador utilizzati a Gaza siano fabbricati in Germania.

Sistemi Elbit

  • Il più grande produttore di armi israeliano, Elbit Systems è uno dei principali fornitori di armi e sistemi di sorveglianza per l’esercito israeliano, compresi i droni militari UAV Skylark e Hermes, che costituiscono la maggior parte della flotta israeliana di grandi droni e sono stati ampiamente utilizzati a Gaza.
  • I droni killer Hermes 450 e 900 di Elbit Systems sono stati ampiamente utilizzati in attacchi e missioni di sorveglianza a Gaza, nella Cisgiordania occupata e in Libano .
  • Fornisce inoltre all’esercito israeliano proiettili di artiglieria da 155 mm e molti altri sistemi d’arma e tecnologie.
  • Elbit Systems ha guidato gli aspetti tecnologici del muro di confine “intelligente” che circonda la Striscia di Gaza, crollato il 7 ottobre. È anche un appaltatore principale per la militarizzazione del confine tra Stati Uniti e Messico.
  • Il 13 ottobre, l’esercito israeliano ha sparato  colpi di carri armati da 120 mm contro giornalisti nel sud del Libano, uccidendo  il giornalista della Reuters Issam Abdallah e ferendone altri sei, in quello che potrebbe equivalere a un crimine di guerra. Secondo Amnesty International , le munizioni utilizzate erano molto probabilmente proiettili M339 prodotti dalla Elbit Systems .
  • L’azienda, con sede a Fort Worth, Texas, ha una vasta presenza negli Stati Uniti, con strutture in Alabama (Talladega), Florida (Boca Raton e De Leon Springs), Massachusetts (Cambridge), New Hampshire (Merrimack), Pennsylvania (Birdsboro) Sud Carolina (Ladson), Virginia (Reston e Roanoke) e Texas (San Antonio).
  • Per ulteriori informazioni su questa azienda (esclusi questi ultimi sviluppi), vedere il nostro profilo aziendale nel database Investigate.

Emtan Karmiel

  • Un produttore israeliano di armi da fuoco privato che, entro una settimana dal 7 ottobre, ha consegnato circa 12.000 fucili all’esercito israeliano e ad altre forze di sicurezza.
  • Molti di questi fucili, se non tutti, sono fucili d’assalto MZ4P che sono stati acquistati dal Ministero della Sicurezza Nazionale israeliano per armare nuove “squadre di sicurezza” civili in dozzine di città e paesi, compresi gli insediamenti illegali nella Cisgiordania occupata. Secondo quanto riferito , la notizia di queste squadre di sicurezza ha indotto gli Stati Uniti a bloccare le spedizioni di migliaia di altri fucili d’assalto a Israele (vedi sopra su Colt).

Ford Motor Company

  • Una casa automobilistica statunitense i cui camioncini commerciali sono blindati e adattati per l’esercito israeliano da AM General (vedi sopra), Oshkosh (vedi sotto) e Plasan (vedi sotto).
  • Il camioncino Ford Super Duty F-350 XL, ad esempio, funge da base per il veicolo corazzato leggero SandCat di Plasan. Il 6 dicembre, un aereo cargo statunitense ha consegnato i veicoli SandCat a Israele.
  • Per ulteriori informazioni su questa azienda (esclusi questi ultimi sviluppi), vedere il nostro profilo aziendale  nel database Investigate.

Dinamica Generale

  • Il sesto produttore mondiale di armi, la General Dynamics , fornisce a Israele munizioni di artiglieria e bombe per gli aerei d’attacco utilizzati nell’assalto israeliano a Gaza.
  • L’azienda ha sviluppato l’aereo da caccia F-16, sebbene sia prodotto dalla Lockheed Martin dal 1993.
  • La General Dynamics è l’ unica azienda negli Stati Uniti che produce i corpi metallici della serie di bombe MK-80, il tipo di arma principale utilizzata da Israele per bombardare Gaza. I corpi delle bombe vengono riempiti di esplosivo dall’esercito americano e quindi possono essere trasformati in una bomba guidata utilizzando i kit JDAM della Boeing .
  • È anche l’ unica azienda negli Stati Uniti che produce proiettili di artiglieria calibro 155 mm, ampiamente utilizzati per attaccare Gaza. Una fonte ha riferito che, entro il 25 novembre, una brigata israeliana ha sparato circa 10.000 proiettili di questo tipo utilizzando l’obice M109 della BAE.
  • I proiettili da 155 mm hanno fatto parte delle recenti spedizioni di armi degli Stati Uniti a Israele. Gli Stati Uniti stanno progettando di inviare in Israele “decine di migliaia di proiettili di artiglieria da 155 mm destinati all’Ucraina”. Il loro utilizzo da parte di Israele, secondo Oxfam , è “praticamente sicuro che sarà indiscriminato, illegale e devastante per i civili di Gaza”. Il 13 novembre più di 30 organizzazioni hanno emesso una lettera contraria al trasferimento.
  • In una chiamata del 25 ottobre con gli investitori, il direttore finanziario di General Dynamics, Jason Aiken, ha dichiarato : “Penso che se si guarda al potenziale di domanda incrementale derivante [dagli attacchi a Gaza], il più grande da evidenziare e che davvero risalta è probabilmente dalla parte dell’artiglieria.”
  • General Dynamics ha sede fuori Washington, DC, a Fairfax, Virginia. Per ulteriori località, vedere questa mappa .
  • Per ulteriori informazioni su questa azienda (esclusi questi ultimi sviluppi), vedere il nostro profilo aziendale nel database Investigate.

Generale Elettrico

  • Il 25° produttore di armi più grande al mondo, General Electric produce motori Turboalbero T700 per gli elicotteri Apache di Boeing .
  • GE ha sede a Fairfield, nel Connecticut.
  • Per ulteriori informazioni su questa azienda (esclusi questi ultimi sviluppi), vedere il nostro profilo aziendale nel database Investigate.

Industrie aerospaziali israeliane (IAI)

  • Un grande produttore di armi di proprietà statale israeliana, Israel Aerospace Industries, produce diversi sistemi d’arma specifici per l’esercito israeliano, incluso il drone killer Heron TP.
  • In una telefonata con gli investitori del 22 novembre, l’amministratore delegato della IAI, Boaz Levy, ha affermato che i droni Heron hanno “svolto un ruolo fondamentale” negli attacchi israeliani a Gaza, comprese le operazioni di attacco. All’inizio di ottobre, la Germania ha approvato la richiesta di Israele di utilizzare due droni Heron TP, prodotti dalla IAI, nei suoi attacchi a Gaza.
  • Per ulteriori informazioni su questa azienda (esclusi questi ultimi sviluppi), vedere il nostro profilo aziendale nel database Investigate.

Tecnologie L3Harris

  • Nono produttore di armi al mondo, L3Harris  produce componenti integrati in molteplici sistemi d’arma utilizzati dall’esercito israeliano a Gaza, inclusi i kit JDAM di Boeing (vedi sopra), l’aereo da guerra F-35 di Lockheed Martin (vedi sotto), Northrop Le navi da guerra Sa’ar 5 di Grumman (vedi sotto), le navi da guerra Sa’ar 6 di ThyssenKrupp (vedi sotto) e i carri armati Merkava israeliani.
  • Per ulteriori informazioni su questa azienda (esclusi questi ultimi sviluppi), vedere il nostro profilo aziendale nel database Investigate.

Leonardo

L’undicesimo produttore di armi al mondo, l’azienda italiana Leonardo, produce i cannoni navali Oto Melara 76/62 Super Rapid da 76 mm installati sulle navi da guerra Sa’ar 6 della Marina israeliana, che sono stati utilizzati per la prima volta il 16 ottobre contro obiettivi a Gaza.

Lockheed Martin

  • Il più grande produttore di armi al mondo, Lockheed Martin, fornisce a Israele aerei da combattimento F-16 e F-35, che Israele ha ampiamente utilizzato per bombardare Gaza. Israele utilizza anche gli aerei da trasporto C-130 Hercules della compagnia per sostenere l’invasione via terra di Gaza.
  • Lockheed Martin produce missili Hellfire AGM-114 per gli elicotteri Apache israeliani. Questi missili, uno dei principali tipi di armi utilizzati negli attacchi aerei su Gaza, sono stati ampiamente utilizzati nel 2023. Circa 2.000 missili Hellfire sono stati consegnati a Israele tra il 7 ottobre e il 14 novembre.
  • L’11 dicembre, l’aeronautica israeliana ha utilizzato  un aereo Lockheed Martin C-130-J Super Hercules per sganciare circa sette tonnellate di equipaggiamento sui soldati israeliani impegnati in attacchi di terra a Khan Younis, nel sud della Striscia di Gaza. Questo è stato il “primo lancio aereo operativo” effettuato da Israele dalla guerra del Libano del 2006.
  • Il 9 novembre, un missile israeliano ha colpito i giornalisti seduti vicino all’ospedale Shifa a Gaza City. Secondo quanto riferito , il missile era un missile Hellfire R9X prodotto dalla Lockheed Martin, una versione dell’Hellfire sviluppata dalla CIA per compiere omicidi. Invece di esplodere, il missile fa a pezzi il bersaglio usando le lame, consentendo un colpo diretto senza danni collaterali. L’obiettivo in questo caso non era militare.
  • L’esercito israeliano utilizza anche il sistema di razzi a lancio multiplo M270 (MLRS) della Lockheed Martin. Utilizzata per sparare con l’accuLAR-122 ad alta precisione della Elbit Systems , l’arma è stata utilizzata da Israele per la prima volta dalla guerra in Libano del 2006, il 6 ottobre, secondo l’esercito israeliano.
  • In una telefonata del 17 ottobre con gli investitori, il CEO di Lockheed Martin, Jim Taiclet, “ ha evidenziato i conflitti tra Israele e Ucraina come potenziali motori di aumento delle entrate nei prossimi anni”.
  • Lockheed Martin ha sede a Bethesda, nel Maryland, e ha siti di produzione chiave a Denver, Houston, New Orleans e San Diego. Per ulteriori località, vedere questa mappa .
  • Per ulteriori informazioni su questa azienda (esclusi questi ultimi sviluppi), vedere il nostro profilo aziendale nel database Investigate.

Armatura MDT (Shladot)

  • MDT Armor, di proprietà della società israeliana Shladot, produce il veicolo corazzato leggero David Urban, il veicolo standard da pattugliamento e ricognizione utilizzato dall’esercito israeliano e abitualmente utilizzato nelle violazioni dei diritti umani nella Cisgiordania occupata.
  • Il 14 novembre, la Mezzaluna Rossa Palestinese (PRCS) ha pubblicato prove dell’uso da parte dell’esercito israeliano di due veicoli blindati David per bloccare un’ambulanza che trasportava un palestinese ferito nel campo profughi di Tulkarem. Lo stesso giorno, l’esercito israeliano ha utilizzato un veicolo David per attaccare i giovani palestinesi al checkpoint militare di Zaatara, vicino alla città occupata di Nablus, nella Cisgiordania.
  • Una spedizione di veicoli David è stata spedita d’urgenza in Israele nell’ottobre 2023. Il David è costruito sulla base dei camioncini Toyota Hilux e Land Cruiser ed è adattato per le esigenze dell’esercito israeliano nello stabilimento MDT di Auburn, in Alabama.
  • Per ulteriori informazioni, consultare il nostro profilo aziendale nel database Investigate.

Compagnia di munizioni nordica (Nammo)

  • Il produttore della M141 Bunker Defeat Munition, un razzo “bunker-buster” a spalla utilizzato dall’esercito israeliano a Gaza. Alla fine di ottobre, gli Stati Uniti hanno consegnato  a Israele 1.800 dei 3.000 lanciarazzi a spalla M141 richiesti.
  • Questi razzi sono prodotti negli Stati Uniti, nello stabilimento Nammo Talley di Mesa, in Arizona. Tuttavia, la società madre di Nammo Talley, Nammo, ha sede in Norvegia ed è di proprietà  del governo norvegese e della società finlandese Patria Oyj. Quest’ultima è di proprietà  del governo finlandese (50,1%) e della società norvegese Kongsberg Defence & Aerospace (49,9%), che fa parte di Kongsberg Gruppen (FRA: KOZ).

Northrop Grummann

  • Northrop Grumman , sesto produttore mondiale di armi, fornisce all’aeronautica israeliana il sistema di lancio missilistico Longbow per i suoi elicotteri d’attacco Apache e sistemi di lancio di armi laser per i suoi aerei da combattimento.
  • Ha inoltre fornito alla Marina israeliana le navi da guerra Sa’ar 5, che hanno partecipato all’assalto a Gaza.
  • Northrop Grumman ha sede a Falls Church, Virginia, e i suoi siti di produzione più importanti si trovano a Baltimora, Denver, Los Angeles e San Diego e dintorni. Per ulteriori località, vedere questa mappa .
  • Per ulteriori informazioni su questa azienda (esclusi questi ultimi sviluppi), vedere il nostro profilo aziendale nel database Investigate.

Oshkosh

  • Un produttore specializzato di autocarri con sede a Oshkosh, Wisconsin, Oshkosh produce gli scafi per l’Eitan, il più recente veicolo corazzato da trasporto truppe israeliano, che è stato utilizzato operativamente per la prima volta nell’invasione terrestre di Gaza.
  • Oshkosh produce anche i camion che Israele converte nel Panther, un veicolo corazzato ampiamente utilizzato nella Cisgiordania occupata.
  • Il 7 dicembre, l’esercito israeliano ha catturato  dozzine di palestinesi a Gaza e li ha trasportati in Israele per essere interrogati. Gli individui sono stati spogliati fino alle mutande e umiliati pubblicamente per ore, potenzialmente in violazione del diritto umanitario internazionale. Almeno alcuni sono stati trasportati  nei veicoli tattici medi Oshkosh. Mentre i media israeliani affermavano che queste persone erano tutti membri di Hamas, l’esercito israeliano ha poi ammesso  che la stragrande maggioranza erano civili.
  • A ottobre, Israele ha richiesto l’acquisto di 75 veicoli tattici leggeri congiunti Oshkosh per il suo attacco del 2023 a Gaza.
  • Per ulteriori informazioni su questa azienda (esclusi questi ultimi sviluppi), vedere il nostro profilo aziendale nel database Investigate.

Plasan

  • Un produttore privato di veicoli militari israeliani che produce il veicolo blindato leggero SandCat per l’esercito israeliano. Almeno alcuni di questi veicoli sono prodotti nello stabilimento dell’azienda a Grand Rapids, nel Michigan.
  • Dall’Oc. 7, Plasan ha consegnato  dozzine di veicoli corazzati SandCat Tigris all’esercito israeliano e ha prodotto “centinaia di piastre balistiche ogni giorno” per il suo utilizzo.
  • L’azienda produce anche  l’armatura per i veicoli tattici leggeri congiunti (JLTV) di Oshkosh (vedi sopra) e per gli Humvee e JLTV di AM General (vedi sopra). L’esercito israeliano ha utilizzato tutti questi veicoli nei suoi attacchi del 2023 a Gaza.
  • Il 6 dicembre, un aereo cargo statunitense ha consegnato  a Israele degli Humvee blindati Plasan.

Raffaello

  • Un grande produttore di armi di proprietà statale israeliana, Rafael Advanced Defense Systems, produce missili, droni e altri sistemi d’arma per l’esercito israeliano.
  • L’esercito israeliano ha ampiamente utilizzato i missili guidati anticarro Rafael Spike per colpire, da terra, le persone all’interno degli edifici nella Striscia di Gaza.
  • L’esercito israeliano ha utilizzato anche il razzo anticarro portatile a spalla Matador (RGW 90), che Rafael ha sviluppato con la società tedesca Dynamic Nobel Defense e il governo di Singapore.
  • Il sistema di protezione attiva Trophy di Rafael per veicoli corazzati consente ai carri armati israeliani di entrare a Gaza ed evitare di essere danneggiati dalle armi anticarro. L’azienda commercializza  il sistema come un sistema che “aumenta la letalità delle forze combattenti”.
  • Rafael ha collaborato  con l’esercito israeliano per sviluppare Spark, un nuovo drone senza pilota utilizzato per svolgere missioni di intelligence, scortare forze di terra e attacchi diretti. Dopo essere stati ricevuti per la prima volta dall’aeronautica israeliana a settembre, secondo quanto riferito , i droni Spark  hanno assistito le squadre di combattimento israeliane a Gaza e hanno agito come un “moltiplicatore di forza sul campo di battaglia”.

RTX (precedentemente Raytheon)

  • Secondo produttore mondiale di armi e maggiore produttore di missili guidati, RTX fornisce all’aeronautica israeliana missili guidati aria-superficie per i suoi aerei da combattimento F-16, nonché bombe a grappolo e bunker buster, che sono stati costantemente utilizzati contro La popolazione civile e le infrastrutture di Gaza.
  • La filiale di RTX Pratt & Whitney produce motori per aerei da combattimento F-15 e F-16.
  • Come parte di una joint venture con il produttore di armi statale israeliano Rafael, RTX produce intercettori per il sistema di difesa aerea israeliano Iron Dome, che hanno fatto parte delle recenti spedizioni di armi degli Stati Uniti a Israele.
  • In una chiamata del 24 ottobre con gli investitori, il CEO di RTX, Greg Hayes, ha dichiarato : “Penso che davvero nell’intero portafoglio Raytheon, vedrai un vantaggio da questo ripopolamento”.
  • RTX’ ha sede a Waltham, Massachusetts. Per ulteriori località, vedere questa mappa .
  • Per ulteriori informazioni su questa azienda (esclusi questi ultimi sviluppi), vedere il nostro profilo aziendale nel database Investigate.

Gruppo SK

Una società privata israeliana che possiede:

  • Israel Weapon Industries (IWI): un produttore di armi da fuoco che produce il fucile d’assalto Tavor e la mitragliatrice Negev, entrambi armi standard nell’esercito israeliano. Da metà ottobre, secondo quanto riferito , IWI  produce “centinaia di fucili Tavor ogni giorno” per l’esercito israeliano e per il mercato commerciale interno.
  • Meprolight: produttore di tecnologia radar “see-through-the-wall” utilizzata per identificare bersagli nascosti dietro muri e barriere. La tecnologia è stata utilizzata  per la prima volta dall’esercito israeliano negli attacchi a Gaza del 2014.
  • Israel Shipyards: una società di costruzioni navali che progetta e produce navi missilistiche, cannoniere e motovedette per la Marina israeliana e la polizia di frontiera israeliana. Il 5 dicembre, la compagnia ha annunciato  il varo della sua prima motovedetta Shaldag MK V, una nave “dotata di armi altamente avanzate” per la Marina israeliana.
  • Altre filiali includono la società greca Elvo, l’impresa immobiliare israeliana Oshira e Uni-Scope, che produce sistemi ottici per veicoli blindati.

Skydio

Un produttore di droni con sede a San Mateo, in California, che ha inviato più di 100 droni da ricognizione a corto raggio all’esercito israeliano, “e altri ne arriveranno”. Questi droni autonomi vengono utilizzati per navigare e produrre scansioni 3D di edifici in “ambienti urbani complessi”.

SMARTSHOOTER

Una società israeliana che ha sviluppato il sistema SMASH 2000L (3000), commercializzato  come “vista intelligente” per tracciare obiettivi in ​​movimento e utilizzato  dall’esercito israeliano nei suoi attacchi del 2023 a Gaza. Ad esempio, a novembre, l’unità delle forze speciali Maglan dell’esercito israeliano ha utilizzato  il sistema per prendere di mira case e infrastrutture vicino a una scuola nel campo profughi di Shati, nel nord di Gaza. 

ThyssenKrupp

Una società di ingegneria tedesca che ha costruito le quattro navi da guerra Sa’ar 6 della Marina israeliana, che sono state utilizzate per la prima volta il 16 ottobre contro obiettivi a Gaza.

Toyota

Una casa automobilistica giapponese che produce i camioncini utilizzati dall’esercito israeliano come base per il veicolo corazzato leggero David Urban (vedi Armatura MDT sopra).

ESTENDERE

Una società israeliana privata che produce droni, compreso il drone da combattimento Wolverine che non richiede  “nessun addestramento”. Gestito  tramite occhiali per realtà virtuale e un joystick con una sola mano, il Wolverine viene utilizzato dall’esercito israeliano a Gaza per cercare e raccogliere informazioni su edifici e infrastrutture. Dotati di un braccio robotico, i droni possono essere utilizzati anche per “operazioni tattiche”.

Sorgente: Le aziende dietro l’attacco del 2023 a Gaza | Comitato per il servizio degli amici americani

Rispondi