0 6 minuti 6 mesi

Edizione del 19 dicembre 2023

La popolazione di Gaza senza riparo dalle bombe – 19.454 morti dall’inizio dell’offensiva – e alla fame. Striscia senza cibo, Human Rights Watch accusa i vertici israeliani di perseguire una strategia deliberata con «l’intento di affamare i civili come metodo di guerra»

In fila per il cibo a Rafah, nel sud di Gaza foto di Ahmad Salem/Bloomberg via Getty Images
In fila per il cibo a Rafah, nel sud di Gaza foto di Ahmad Salem/Bloomberg via Getty Images
INTERNAZIONALE

Arma infame

Michele Giorgio

ARMAS La popolazione di Gaza senza riparo dalle bombe – 19.454 morti dall’inizio dell’offensiva – e alla fame. Striscia senza cibo, Human Rights Watch accusa i vertici israeliani di perseguire una strategia deliberata con «l’intento di affamare i civili come metodo di guerra»

EDITORIALE

L’annuncio della “nuova” Repubblica

Andrea Fabozzi

RIFORMEGaffe o lapsus rivelatore che sia stata, la frase (non diremo il ragionamento) di Ignazio La Russa sul presidente della Repubblica è l’ennesima che il presidente del senato ha poi […]

La sopravvivenza di Netanyahu è la guerra infinita
COMMENTI

La sopravvivenza di Netanyahu è la guerra infinita

Zvi Schuldiner

ISRAELE/PALESTINATre ostaggi israeliani fuggiti reggono un bastone con un pezzo di stoffa bianca ma i soldati israeliani sparano e li uccidono, provocando reazioni furiose contro la linea di Netanyahu che non ha voluto negoziare un possibile nuovo accordo per il rilascio dei prigionieri. Perché il premier sarebbe felice di continuare l’offensiva

Khaled el-Qaisi: «Interrogato 10 ore al giorno, legato alla sedia»
INTERNAZIONALE

Khaled el-Qaisi: «Interrogato 10 ore al giorno, legato alla sedia»

Chiara Cruciati

PALESTINAIntervista allo studente italo-palestinese, detenuto 32 giorni senza accuse in un carcere israeliano: «Non mi hanno posto in detenzione amministrativa perché sarebbe stato imbarazzante condannare un cittadino straniero senza un processo equo. Quello che dovrebbe essere un diritto diventa un privilegio, che gli altri non hanno»

Gaza, la disperazione dopo un bombardamento a Khan Younis foto Ap
COMMENTI

Orientalismo e sionismo per giustificare un genocidio

Enzo Traverso

COMMENTIIn Europa la lotta contro l’antisemitismo è diventata la bandiera dietro la quale si coalizzano le estreme destre neo e post fasciste pronte a manifestare contro la barbarie islamica. In nome della memoria dell’Olocausto si invoca il sostegno indiscriminato a Israele, con effetti devastanti per le nostre culture e la nostra pedagogia democratica

Silone a Fiuggi nel 1970 foto di Wikipedia
COMMENTI

Il nichilismo e la scelta dei compagni. Rileggendo Ignazio Silone

Mario Ricciardi

SINISTRANon si può far passare il sicario per martire. Non sono la forza o il successo a giustificare l’azione di un uomo o di un governo, ma il rispetto della giustizia e la cura del bene. Le ultime settimane sono un test sul piano morale. Se accettiamo decine di migliaia di morti a Gaza senza tentare di arrestare la strage abbiamo superato un punto di non ritorno

Rispondi