0 1 minuto 6 mesi

Baraa Tanani aveva molti sogni e amava moltissimo suo marito e suo figlio. Il 18 ottobre 2023, dopo aver trascorso la prima settimana dell’aggressione a Gaza nella casa della sua famiglia, si è trasferita con il marito a casa loro. Il giorno in cui è arrivata a casa loro, un missile lanciato da un aereo di occupazione è caduto, mettendo fine alla sua vita e la vita di suo marito e i loro sogni: hanno lasciato il figlio solo, senza madre, senza padre, senza famiglia, senza fratello o sorella, per ripetere la stessa vita di suo padre, che viveva da orfano.