0 3 minuti 3 mesi

Tre studenti palestinesi uccisi negli Stati Uniti

Tre uomini palestinesi sono stati uccisi mentre andavano a cena nello Stato americano. Secondo quanto riferito, l’aggressore ha sparato senza dire una parola. Le vittime sono state portate in un ospedale universitario – due sono in condizioni stabili.

Tre studenti palestinesi che frequentano un college statunitense sono stati colpiti da un proiettile a Burlington, nello Stato americano del Vermont. Secondo l’ex scuola degli studenti in Cisgiordania, sono in cura per le ferite riportate. La Ramallah Friends School ha annunciato in un post su Facebook che tre dei suoi diplomati sono stati colpiti da proiettili vicino al campus dell’Università del Vermont. Secondo la scuola, tutti sono sopravvissuti, ma con diversi gradi di ferite. La polizia ha dichiarato di non aver identificato o arrestato il tiratore.

Diversi media statunitensi , citando la polizia, hanno riferito che un uomo bianco si è avvicinato alle vittime con una pistola e ha sparato i colpi senza dire nulla. Due degli studenti indossavano sciarpe tradizionali palestinesi. Il gruppo parlava in arabo. Secondo alcuni media, si stavano recando a una cena con i parenti. Dopo l’attacco, sono stati portati al Centro medico dell’Università del Vermont per essere curati.

“Crimine d’odio” come movente?

Secondo la polizia, due delle vittime sono in condizioni stabili, mentre la terza ha riportato “ferite molto più gravi”. Due degli uomini erano cittadini statunitensi, il terzo aveva un permesso di soggiorno valido. Secondo quanto riportato, erano tutti diplomati alla Ramallah Friends School in Cisgiordania, gestita dai quaccheri. Hanno proseguito la loro formazione in vari istituti negli Stati Uniti.

Secondo le autorità, non si sa ancora nulla sul movente dell’autore, ma potrebbe trattarsi di un caso di crimine d’odio. In questi crimini, gli autori agiscono per motivi antisemiti, razzisti, sessisti, xenofobi o ostili ai gay. Secondo i media statunitensi, l’FBI ha annunciato di essere “pronta a indagare”. L’agenzia federale è fortemente coinvolta nelle indagini sui “crimini d’odio” negli Stati Uniti.

Bernie Sanders, che rappresenta il Vermont al Senato degli Stati Uniti, ha dichiarato via X che è scioccante e profondamente inquietante che tre giovani palestinesi siano stati uccisi qui a Burlington, nel Vermont. “L’odio non ha posto né qui né altrove”, ha detto Sanders. Si aspetta “un’indagine completa”. Il suo pensiero va alle vittime e alle loro famiglie.

Sorgente: Tre studenti palestinesi uccisi negli Stati Uniti