0 9 minuti 7 mesi

 14 NOVEMBRE 2023

 

Lunedì, le forze di occupazione hanno rapito almeno cinquantasei palestinesi, nove dei quali residenti nella Striscia di Gaza, e ne hanno feriti molti altri, in varie regioni della Cisgiordania occupata.

JENIN

Lunedì mattina, le forze israeliane hanno invaso la città di Qabatiya, a sud della città di Jenin, nel nord della Cisgiordania, facendo irruzione e saccheggiando la casa dell’ex prigioniero Muhannad Khaled Kamil , ferito, prima di rapirlo.

I soldati hanno anche invaso una serie di città e villaggi nel governatorato di Jenin, tra cui Ya’bad, Faqoua, Jalboun, Beit Qad e Deir Abu Daif.

A ovest della città, le forze israeliane hanno preso d’assalto la città di Tura al Gharbiya, invadendo le case dei cittadini e confiscando 30.000 shekel da una casa, 400 shekel da un’altra, oltre a sequestrare un telefono cellulare da un’altra casa.

Lunedì sera, le forze israeliane hanno invaso la cittadina di Ya’bad, a ovest della città, scatenando proteste, mentre i soldati hanno sparato proiettili di acciaio rivestiti di gomma, granate stordenti e gas lacrimogeni senza causare feriti.

È stato aggiunto che le forze israeliane e i coloni illegali hanno sequestrato una casa di proprietà palestinese a Ya’bad tre giorni fa e hanno utilizzato il suo tetto come posto di osservazione militare.

A est della città, i soldati hanno invaso il villaggio di Jalboun, scatenando le proteste dei giovani palestinesi. Non sono stati segnalati feriti.

Lunedì notte, le forze israeliane hanno aperto il fuoco con proiettili veri contro palestinesi che protestavano contro la presenza militare nella città di Ya’bad, a ovest di Jenin, provocando un lieve ferimento da parte di una scheggia di un palestinese.

I soldati di stanza al posto di blocco militare “Kufeirit”, a ovest della città, hanno rapito Muhammad Riyad Abu Abed mentre tentava di oltrepassare il posto di blocco.

QALQILIA

Lunedì notte, le forze israeliane hanno sparato alla parte bassa della schiena di un giovane palestinese mentre si trovava vicino al Muro dell’Apartheid, nel villaggio di Hableh, a sud di Qalqilia, nella parte nord-occidentale della Cisgiordania occupata. Il giovane ha riportato ferite moderate ed è stato trasportato all’ospedale Darwish Nazzal di Qalqilia.

NABLUS

Lunedì all’alba, i soldati dell’occupazione hanno invaso la città di Tel, a sud-ovest di Nablus, nel nord della Cisgiordania, e hanno rapito il giovane, Asim Walid Zidan . L’esercito ha sparato proiettili veri, lacrimogeni e granate stordenti contro i palestinesi che resistevano all’incursione, senza alcuna notizia di feriti.

I soldati hanno anche attaccato gli equipaggi delle ambulanze della Mezzaluna Rossa e li hanno trattenuti per un po’ prima di rilasciarli.

Nel frattempo, i palestinesi hanno protestato contro l’incursione dell’esercito nel campo profughi di Askar, a est di Nablus, mentre i soldati sparavano con proiettili veri, lacrimogeni e granate stordenti. L’esercito ha invaso e perquisito le case di Suhaib Al-Badrasawi e Murad Abu Hadeeb , prima di rapirli.

Allo stesso tempo, nel vicino campo profughi di Balata, a est della città, i soldati hanno sparato proiettili veri, granate stordenti e lacrimogeni contro giovani palestinesi locali che protestavano contro l’incursione militare.

I soldati hanno sparato a due giovani con proiettili veri e hanno rapito Muhammad Al-Araysha dopo avergli sparato con proiettili veri. Un secondo giovane colpito da colpi di arma da fuoco è stato trasportato in ospedale per l’intervento medico.

A sud-ovest di Nablus, le forze di occupazione hanno circondato la casa della famiglia del giovane ucciso, Muhannad Faleh Shehadeh, nel villaggio di Orif, a sud-ovest di Nablus.

Più di venti veicoli blindati hanno preso d’assalto il villaggio, i soldati hanno preso d’assalto la proprietà, preludendo alla demolizione della casa di famiglia.

Muhannad Shehadeh è stato ucciso il 20 giugno 2023 da un colonizzatore israeliano illegale dopo che lui e un altro giovane erano stati accusati di aver compiuto un attacco a fuoco all’ingresso della colonia illegale di Eli, a nord di Ramallah, nella Cisgiordania centrale.

GERICO

Nella parte nord-orientale della Cisgiordania occupata, le forze israeliane hanno invaso, all’alba di lunedì, il campo profughi di Aqabat Jaber, a sud-ovest di Gerico, oltre alla città di Gerico, scatenando proteste tra i giovani palestinesi locali.

I soldati hanno sparato colpi veri contro due giovani che si trovavano davanti alle loro case, sparando a uno al collo e a un altro alla spalla. Entrambi i giovani feriti sono stati trasportati in ospedale in condizioni stabili.

Durante le incursioni, i soldati hanno rapito Uday Issa Al-Saradih , Bahjat Ziyad Abdel-Jawad , Wahid Al-Madhoun , Abdel-Nasser Zarba , Muhammad Mashhour Kamal , Fawzi Awadat Al-Muqiti e l’ex prigioniero Youssef Abu Dahuk .

RAMALLAH

Soldati israeliani hanno preso d’assalto la città di Beit Rima, a nord-ovest di Ramallah, nella Cisgiordania centrale occupata, scatenando proteste tra i giovani palestinesi.

I soldati hanno sparato colpi veri, sparando a un giovane e rapendo due fratelli, Alaa e Tariq Abdullah Al-Rimawi , Elijah Barghouti e uno studente dell’Università di Birzeit, Basil Barghouti , dopo aver fatto irruzione e perquisito le loro case.

Nel villaggio di Nabi Saleh, a nord-ovest di Ramallah, i soldati hanno rapito Nasser Abdel Qader Al-Tamimi e suo figlio Ubadah .

Nella città di Siwad, a nord-est di Ramallah, l’esercito ha invaso e perquisito le case di Muhammad Saleh Hamed , Shadi Raji Ayyad e Muhammad Lutfi al-Najjar , oltre a Nabil Nidal Hammad , dopo averlo aggredito.

Lunedì successivo, le forze di occupazione hanno preso d’assalto il villaggio di Qibya, a nord-ovest della città, e hanno rapito l’ex prigioniero, Shadi Nasser , Baraa Kamal Jamil , Bahaa Musa Yassin e Nassar Imad Jamil .

Lunedì notte, l’esercito ha invaso l’ospedale Hugo Chavez a Turmus’ayyeh, a nord-ovest di Ramallah, e ha interrogato il personale dell’ospedale.

GERUSALEMME OCCUPATA

Nella Gerusalemme occupata, le forze israeliane hanno preso d’assalto la città di Silwan a sud della moschea di Al-Aqsa e hanno rapito Muhammad Iskafi e Moatasem Abu Tayeh .

Nella città di Abu Dis, a est della Gerusalemme occupata, i soldati hanno rapito Abdel Qader Jamal Al-Nawafleh e Qusay Adnan Mutair .

I soldati israeliani hanno rapito tre fratelli, Jamil , Rami e Moein Al-Faqih , dalla città di Qatanna, a nord-ovest della città occupata, dopo aver fatto irruzione e perquisito le loro case.

BETLEMME

Lunedì mattina, l’esercito israeliano ha chiuso l’ingresso alla città di Tuqu’, a sud-est di Betlemme, nella Cisgiordania meridionale occupata, mentre gli altri tre ingressi sono chiusi dal 7 ottobre 2023.

In serata, i soldati hanno invaso la città di Tuqu’, scatenando proteste tra i giovani palestinesi, mentre l’esercito ha aperto il fuoco con proiettili veri, granate stordenti e lacrimogeni, senza alcuna notizia di feriti.

I soldati hanno rapito Issam Musa Al-Amour , 45 anni, mentre lavorava nel suo negozio di alimentari.

A ovest di Betlemme, lunedì sera le forze israeliane hanno preso d’assalto la città di Husan, provocando proteste. I soldati hanno sparato proiettili veri e lacrimogeni contro i giovani che resistevano all’incursione, provocando ferite da inalazione in molti di loro.

Inoltre, dopo aver arrestato e aggredito brutalmente Musa Ismail Shusha, i soldati hanno occupato il tetto della sua casa e lo hanno utilizzato come punto di osservazione militare.

HEBRON

Lunedì, prima dell’alba, l’esercito israeliano ha sparato e ferito due giovani palestinesi nella città di Yatta, a sud di Hebron, nel sud della Cisgiordania.

I soldati hanno invaso la città, provocando proteste, mentre i soldati hanno aperto il fuoco con proiettili veri, sparando ai piedi di due giovani. Dopo aver preso d’assalto e perquisito diverse case, i soldati hanno rapito Amir Musa Makhamreh .

Nella città di Hebron, le forze israeliane hanno rapito Ismail Banat , 52 anni, e Ayman Banat , 45 anni, oltre a nove lavoratori di Gaza , tutti membri della famiglia Banat. I soldati hanno brutalmente aggredito diversi membri della famiglia, uno dei quali ha trasmesso l’aggressione in diretta streaming.

 

Sorgente: Le forze israeliane rapiscono 56 palestinesi, sparano e aggrediscono altri in Cisgiordania | – Notizie IMEMC


Scopri di più da NUOVA RESISTENZA antifa'

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli via e-mail.