Coloni Israeliani
0 7 minuti 7 mesi


Armati e minacciosi, questo è il volto della violenza dei coloni israeliani nella Cisgiordania occupata.

questi atti di aggressione cacciano le famiglie palestinesi dalle loro case.

Pezzo dopo pezzo, gli abitanti palestinesi del villaggio di Herbertson Nauta hanno messo via le loro vite, per non tornare mai più.

I coloni vengono di notte mentre noi dormiamo.

Ci hanno picchiato e hanno cercato di ucciderci.

Hanno cercato di cacciarci dalle nostre case. Non riesco più a dormire.

Ho troppa paura.

Le famiglie di questo villaggio, che un tempo ospitava circa 140 palestinesi, ci dicono che non hanno avuto altra scelta se non quella di fuggire dalle loro case. Ciò che sta accadendo ora è un una catastrofe. Ho 60 anni. Ho vissuto qui tutta la mia vita. E nonostante il fatto che gli insediamenti nella Cisgiordania occupata siano considerati illegali da molti nella comunità internazionale, continuano a crescere ed espandersi con il sostegno delle autorità israeliane.

Abbiamo ereditato questa terra dai nostri antenati. Viviamo qui da generazioni. Ora sta solo peggiorando. La guerra a Gaza non ha fatto altro che incoraggiare i coloni. Secondo il gruppo israeliano per i diritti di Salem, almeno 15 comunità agricole palestinesi sono state sfollate con la forza dal 7 ottobre. La vera cosa che influenza la vita dei palestinesi qui è l’avamposto lassù, dice Yehuda Shaul, un attivista israeliano per i diritti umani.

Le invasioni sul territorio palestinese stanno avanzando rapidamente e gli attacchi personali nella Cisgiordania occupata si sono solo intensificati.

La fase successiva non consisterà solo nell’attaccare i palestinesi quando sono sul campo, ma anche nelle comunità, nelle loro case. Bruciare case, tagliare serbatoi d’acqua, picchiare persone, minacciare donne, bambini, anziani. E il risultato è ciò che vedi davanti ai tuoi occhi. Persone che lasciano intere comunità, fanno le valigie e se ne vanno. I coloni stanno approfittando del fatto che tutti gli occhi sono puntati su Gaza per accelerare la loro violenza perché non c’è protezione da parte dell’esercito israeliano, non c’è protezione da parte della polizia israeliana. In molti casi l’esercito israeliano accompagna i coloni, e in molti casi i coloni sono l’esercito. Nel vicino villaggio di Atuba, una remota comunità palestinese, l’esercito israeliano mantiene un occhio vigile, e i soldati dell’IDF non sono mai troppo lontani. Sì, devi andare. Devi andare. Perché? Perché ti dispiace.

Questo villaggio conosce fin troppo bene il prezzo della violenza dei coloni. I palestinesi qui dicono che i loro attacchi si fanno ogni notte più vicini. Vengono e ci minacciano, dicendo che dobbiamo andarcene altrimenti torneranno a prenderci di mira. Sono tutti armati. Non vengono mai qui senza armi. Solo nell’ultima settimana, i residenti qui dicono che i coloni israeliani hanno tagliato i serbatoi dell’acqua di questo villaggio e tagliato le linee elettriche locali. E gli sforzi, dicono gli operatori Geo, per fare pressione sulle famiglie palestinesi affinché abbandonino l’area. Quello che stiamo vedendo ora è che sotto il manto della guerra che sta accadendo adesso, c’è l’attività dei coloni, c’è la violenza dei coloni. Aumentato enormemente nelle ultime settimane.

Armed and threatening, this is the face of Israeli settler violence in the occupied West Bank.

It’s these acts of aggression which are chasing Palestinian families out of their homes.

Piece by piece, Palestinians in the village of Herbertson Nauta packed their lives away, never to return.

The settlers come at night while we’re sleeping.

They beat us and tried to kill us.

They tried to force us out of our homes.

I can’t sleep anymore.

I’m too afraid.

Families in this village, once home to some 140 , Palestinianstell us they have been left with no choice but to flee their homes.

What’s happening now is another neighbour, A catastrophe.

I’m 60 years old.

I’ve lived here my entire life.

And despite the fact that settlements in the occupied West Bank are considered illegal by many in the international community, they continue to grow and expand with the backing of Israeli authorities.

We inherited this land from our forefathers.

We’ve lived here for generations.

Now it’s only getting worse.

The war in Gaza has only encouraged the settlers.

According to Israeli rights group at Salem, at least 15 Palestinian farming communities have been forcibly displaced since October 7th.

The real thing that is influencing the life of Palestinians here is the outpost up there, Yehuda Shaul, an Israeli human rights activist, says.

Encroachments on Palestinian land are rapidly advancing and personal attacks in the occupied West Bank have only intensified.

The next stage is not only attacking Palestinians when they’re out in the field, going into the communities, into their homes.

Burning houses, slashing water tanks, beating up people, threatening women, children, elderly.

And the result of it is what you see in front of your eyes.

People leaving entire communities, packing up and leaving.

Settlers are taking advantage that all eyes are in Gaza to accelerate their violence because there is no protection from the Israeli army, There is no protection from the Israeli police.

In many cases the Israeli army is accompanying the settlers, and in many cases the settlers are the army.

In the nearby village of Atuba, a remote Palestinian community, Israel’s military keeps a watchful eye, IDF soldiers never too far away.

Yes, you need to go.

You need to go.

Why? Because you feel sorry.

This village knows the price of settler violence all too well.

Palestinians here say their attacks are edging closer each night.

They come and threaten us, saying we have to leave or they will be back to target us.

They’re all armed.

They never come here without weapons.

In the last week alone, residents here say Israeli settlers have slashed this village’s water tanks and cut through local power lines.

And effort and Geo workers say, to pressure Palestinian families to leave the area.

What we’re seeing now is that under the cloak of the war that’s happening now, the settler activity is, settler violence is.

Increased tremendously over the last few weeks.

This crisis is not new to the Palestinian people, but it’s a crisis that is deepening Israel’s bombardment of the Gaza Strip, said to be emboldening violent settlers.

Across the southern Hebron Hills, there are now fears that smaller, more remote Palestinian villages could be next.

But for Palestinians and Herbert the NOTA, it is already too late.