0 13 minuti 8 mesi

Edizione del 4 novembre 2023

Elezione diretta della guida del governo e tutto intorno istituzioni svuotate. La riforma costituzionale presentata ieri da Meloni stravolge gli equilibri e concentra i poteri. Per lei è «una rivoluzione che ci porta nella terza Repubblica». Quella del capo (o della capa)

Giorgia Meloni ieri durante la conferenza stampa al termine del Consiglio dei ministri foto di Roberto Monaldo /LaPresse
Giorgia Meloni ieri durante la conferenza stampa al termine del Consiglio dei ministri foto di Roberto Monaldo /LaPresse

POLITICA

Terza repubblichina

Andrea Carugati

COSTITUZIONEElezione diretta della guida del governo e tutto intorno istituzioni svuotate. La riforma costituzionale presentata ieri da Meloni stravolge gli equilibri e concentra i poteri. Per lei è «una rivoluzione che ci porta nella terza Repubblica». Quella del capo (o della capa)

EDITORIALE

Una presidente estranea alla Costituzione

Andrea Fabozzi

REGOLE E AMBIZIONIÈ tanto assurda e tanto scritta male che non potrà in ogni caso arrivare in porto così come l’hanno presentata ieri, la riforma della Costituzione firmata da Giorgia Meloni. Ma […]

Il ministro della Difesa Crosetto in una visita ai militari italiani all'estero, foto LaPresse
POSTA & RISPOSTA

Il ministro Crosetto ci scrive sul 4 novembre

Guido Crosetto

POSTA & RISPOSTAGentilissimo direttore, il prossimo 4 novembre l’Italia celebrerà il “Giorno dell’Unità Nazionale e Giornata delle Forze Armate”. Sono molteplici le iniziative organizzate in tutto il Paese per ricordare un giorno […]

Il quartiere di Rimal a Gaza, distrutto dai bombardamenti israeliani foto Ap/Mohammed Talatene
COMMENTI

Un dolente spirito di verità

Massimo Raffaeli

UN TESTO ACCORATOFranco Fortini scrisse il suo testo biografico più incandescente nel giugno del ’67, appena dopo la guerra dei Sei giorni, e si intitolava, quella memoria di lui nato Lattes da […]

Madre e figlia cercano aiuto dopo i bombarmenti israeliani su Gaza foto Getty Images
COMMENTI

Lettera agli ebrei italiani

Franco Lattes Fortini

MEMORIA ATTUALELa distinzione fra ebraismo e stato d’Israele, che fino a ieri ci era potuta parere preziosa acquisizione contro i fanatismi, è stata rimessa in forse dall’assenso o dal silenzio della Diaspora. Una grande donna ebrea cristiana, Simone Weil ha ricordato che la spada ferisce da due parti. Anche da più di due, oso aggiungere

Netanyahu - foto Ap
COMMENTI

Muoia Sansone con tutti i palestinesi

Giuseppe Cassini *

ISRAELE/PALESTINAI ministri di estrema destra imbarcati da Netanyahu sono propensi ad accaparrarsi l’intera Cisgiordania per diritto biblico; e pazienza se la Corte Penale Internazionale ha condannato gli espropri, gli insediamenti e il muro di 700 km che toglie acqua e terra fertile a chi vive lì da sempre

Toscana
ITALIA

Toscana, un territorio ben gestito ma vulnerabile

Andrea Capocci

ALLUVIONILe morti e gli allagamenti che si registrano in Toscana in questi giorni non dipendono solo dall’eccezionale violenza del ciclone Ciaran che si è abbattuto sull’Europa. Esondazioni e alluvioni sono […]

Forze di sicurezza israeliane a Ras-al-Amud, a Gerusalemme est foto di Dan Kitwood /Getty Images
INTERNAZIONALE

La Gerusalemme imprigionata

Michele Giorgio

TUTTI OSTAGGII palestinesi hanno perso o, per timore, lasciato il lavoro nella parte ebraica della città, ragazze e ragazzi non escono più, la sorveglianza della polizia è soffocante e le intimidazioni frequenti anche contro gli attivisti per la pace israeliani

Screenshot dal video promozionale di Temu
INTERNAZIONALE

L’irresistibile ascesa di Temu

Vittoria Mazzieri

CINARivale di Shein, con cui ha sfiorato la guerra legale e anch’essa accusata di sfruttamento dei lavoratori, la piattaforma cinese di e-commerce è diventata la più scaricata negli Usa

Veduta di sala della mostra «Dieric Bouts, Creatore di immagini» foto di Ralph Vankrinkelveldt
CULTURA

Dieric Bouts, dentro l’illusione

Arianna Di Genova

INTERVISTALa grande retrospettiva dedicata al maestro fiammingo a Lovanio, sua città d’elezione, è costruita attraverso un confronto con l’immaginario contemporaneo. Raccontano il pittore il curatore della mostra Peter Carpreau e Marjan Debaene, studiosa a capo delle collezione del museo M. «Preferisce usare il paesaggio come parte vitale del dipinto e crea landscapes spesso ‘fantastici’, mondi celesti ignoti agli esseri umani, restituendoli in modo realistico. Si affida alla cosiddetta ‘sospensione volontaria dell’incredulità’»

Costantino Dardi, Longarone, Scuola primaria «Bambini del Vajont» (1964)
CULTURA

Il disastro del Vajont e quei territori falcidiati

Maurizio Giufrè

SCAFFALE«Ricostruire Longarone», a cura di Guido Zucconi. Un volume per Silvana Editoriale a proposito del paese che fu distrutto nella notte del 9 ottobre 1963. Le architetture e i piani nei nove anni successivi all’accaduto

Tutte le sfide degli «Strati della Cultura»
CULTURA

Tutte le sfide degli «Strati della Cultura»

Marco Trulli

ARCIQuali sono i luoghi dove possiamo accedere all’esperienza culturale oggi? È una delle domande chiave poste dalla XVI edizione di «Strati della Cultura», incontro nazionale sulle politiche e sulle pratiche […]

Il reddito è di base
ALIAS

Il reddito è di base

Andrea Fumagalli, Cristina Morini

POLITICHEDopo trent’anni di conflitti, le possibilità di un dibattito attuale più che mai

Joni Mitchell, stile magnetico
ALIAS

Joni Mitchell, stile magnetico

Guido Festinese

ANNIVERSARI/COMPIE 80 ANNI UNA DELLE ARTISTE PIÙ INFLUENTI DELLA SCENA MUSICALE INTERNAZIONALELa cantautrice canadese nelle parole di chi le è stato accanto nella vita e di chi stravede per i suoi dischi. «Penso che tra un secolo la gente si ricorderà dei Beatles, di Bob Dylan e di lei», Graham Nash

Gli Ultrasuonati
ALIAS

Gli Ultrasuonati

***

JAZZ La strada ritrovata Trance Map: la mappa per rintracciare la strada che ti porta fuori da te, gran bel nome per un gruppo: nucleo in Evan Parker e Matthew […]