0 3 minuti 4 mesi

La diffida dei legali del nipote della giornalista: “Non è opportuno che alcuna forza politica utilizzi il nome e l’immagine di Oriana Fallaci per promuovere proprie iniziative, lede la sua reputazione professionale”

Il nipote di Oriana Fallaci ha diffidato gli organizzatori della manifestazione del 4 novembre a utilizzare il nome e l’immagine della giornalista e scrittrice. A farlo sapere sono i suoi avvocati, tramite un comunicato stampa, riferendosi proprio al corteo (per “I valori occidentali”) lanciato dal ministro delle infrastrutture Matteo Salvini e previsto per sabato prossimo a Milano.

“Gentili Signori – si legge nel comunicato – in nome e per conto del Signor Edoardo Domenico Perazzi (nipote di Oriana Fallaci ndr), si comunica che il nostro Assistito si oppone all’uso del nome e dell’immagine di Oriana Fallaci per la manifestazione politica del 4 novembre p.v. a Milano recentemente pubblicizzata come “In nome di Oriana Fallaci per difendere l’Occidente” e ha diffidato gli organizzatori della stessa manifestazione”.

“Si premette che il Signor Perazzi, nipote della Signora Oriana Fallaci, è erede universale della medesima e curatore del suo patrimonio materiale e immateriale, tutelandone peraltro l’immagine e la reputazione -spiegano i legali Fabio Macaluso e Caterina Varzi– Con la diffida è stato contestato l’utilizzo del nome e dell’immagine di Oriana Fallaci associata all’iniziativa politica milanese. Mai, per sua espressa volontà, la Signora Oriana Fallaci è stata associata nella sua vita direttamente o indirettamente a un partito o a un leader politico, avendo sempre rivendicato fermamente la propria indipendenza come elemento indispensabile per lo svolgimento della sua professione di giornalista e scrittrice”.

Secondo Perazzi, “non è opportuno che alcuna forza politica (di qualsiasi segno) utilizzi il nome e l’immagine di Oriana Fallaci per promuovere proprie iniziative, ciò ledendo la sua reputazione professionale -proseguono gli avvocati- Il diritto al nome della Signora Fallaci è tutelato dagli artt. 6 e seguenti del codice civile”.

“Per nostro tramite -si legge ancora nella nota – il Signor Perazzi ha richiesto agli organizzatori della manifestazione politica del 4 novembre 2023: 1) cessare immediatamente e definitivamente ogni utilizzo del nome Oriana Fallaci al fine di distinguere iniziative politiche; 2) cessare immediatamente e definitivamente ogni utilizzo dell’immagine della Signora Oriana Fallaci; 3) pubblicare immediatamente un comunicato stampa con cui si dichiari che la manifestazione politica del 4 novembre p.v. a Milano non è in alcun modo associata alla Signora Oriana Fallaci e/o al suo erede universale”. Nel caso “le suddette domande non siano soddisfatte, il Dott. Perazzi adirà in via urgente l’autorità giudiziaria per la cessazione delle condotte illecite e il risarcimento del danno subiti”, concludono i legali.

Sorgente: Il nipote di Oriana Fallaci contro Salvini: “Non potete usare il suo nome per la manifestazione del 4 novembre” – la Repubblica