0 4 minuti 7 mesi

  • Il convoglio di aiuti umanitari comprendeva 20 camion con forniture mediche e una quantità limitata di scorte alimentari
  • L’ambasciata americana a Gerusalemme ha detto di avere informazioni secondo cui Rafah aprirà sabato più tardi per consentire agli stranieri di lasciare Gaza

IL CAIRO: Sabato i camion degli aiuti umanitari hanno iniziato ad entrare nella Striscia di Gaza assediata dal valico di Rafah in Egitto.

Il convoglio di aiuti comprendeva 20 camion che trasportavano medicine, forniture mediche e una quantità limitata di cibo, ha detto l’ufficio stampa di Hamas.

Sette camion hanno cominciato ad arrivare a Gaza sabato pomeriggio, ha riferito l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS).

Le forniture includevano medicinali traumatologici e forniture per 1.200 persone e 235 borse traumatologiche portatili per la stabilizzazione sul posto dei pazienti feriti, ha affermato l’OMS confermando la collaborazione con le società della Mezzaluna Rossa egiziana e palestinese per garantire il passaggio sicuro delle forniture.

La televisione di stato egiziana ha mostrato camion che aspettavano da giorni entrando nell’area del valico di frontiera dalla penisola egiziana del Sinai.

I media egiziani avevano precedentemente affermato che erano in corso i preparativi per aprire il valico di Rafah per consentire il passaggio di camion che trasportano aiuti umanitari ai palestinesi a Gaza.

Le riprese televisive hanno mostrato camion che si muovevano verso il valico in quella che sembrava essere la preparazione per far entrare a Gaza i camion che trasportavano aiuti umanitari dall’Egitto. 

 

La televisione di stato egiziana ha mostrato camion che aspettavano da giorni entrando nell’area del valico di frontiera dalla penisola egiziana del Sinai. (@Alqaheranewstv)

 

Un giornalista dell’AFP sul lato palestinese del valico ha visto 36 rimorchi vuoti entrare nel terminal e dirigersi verso il lato egiziano, dove dovevano essere caricati con gli aiuti in arrivo.

Hamas ha affermato che i camion carichi di aiuti previsti “non cambieranno le catastrofiche condizioni mediche a Gaza”.

Il Programma alimentare mondiale delle Nazioni Unite (WFP) ha accolto con favore l’apertura del valico di frontiera.

“Questo cibo è disperatamente necessario poiché le condizioni all’interno di Gaza sono davvero catastrofiche. Questi venti camion rappresentano un primo passo importante, ma questo convoglio deve essere il primo di molti”, ha affermato il Direttore esecutivo del WFP, Cindy McCain. “Dobbiamo anche garantire un accesso continuo e sicuro per gli operatori umanitari e i civili all’interno di Gaza, in modo da poter fornire questo cibo alle persone che ne hanno così tanto bisogno”. 

Il WFP ha altre 930 tonnellate di generi alimentari di emergenza al confine di Rafah o nelle sue vicinanze, pronte per essere portate a Gaza non appena l’accesso sarà nuovamente consentito. Le scorte sono necessarie per ricostituire le scorte del WFP in rapida diminuzione all’interno di Gaza.

Sorgente: Humanitarian aid convoy begins crossing into Gaza Strip from Egypt