0 1 minuto 4 mesi

Il presidente colombiano Gustavo Petro ha detto domenica che se fosse necessario sospendere le relazioni estere con Israele, lo farebbe perché “non sosteniamo il genocidio”.Attraverso il suo account sul social network X (ex Twitter), il capo dello Stato si è espresso dopo le dichiarazioni rilasciate dal portavoce del ministero degli Esteri israeliano, Lior Haiat, che ha annunciato che il suo Paese ha deciso di interrompere le esportazioni di sicurezza verso la Colombia.Dopo gli attacchi della Resistenza palestinese e l’immediata reazione del governo israeliano che bombarda Gaza, il presidente colombiano Gustavo Petro è stato molto chiaro contro l’arroganza guerrafondaia di Israele, denunciando sui suoi social network l’assedio della popolazione palestinese della Striscia, che ha descritto come “genocidio”.

Sorgente: Colombia e Israele ai ferri corti. E’ qualcosa di più di una crisi diplomatica – Contropiano