0 2 minuti 7 mesi

 

L’esercito statunitense in Siria ha intensificato il saccheggio delle risorse petrolifere del Paese dilaniato dalla guerra. Fonti locali hanno riferito che un recente saccheggio ha coinvolto 35 petroliere che hanno contrabbandato petrolio nel nord dell’Iraq attraverso un valico di frontiera illegale.

Le fonti hanno inoltre rivelato sabato ai media siriani che il convoglio, composto da 120 veicoli, inclusi carri armati e attrezzature militari danneggiate, era scortato da pickup della milizia delle Forze democratiche siriane (Sdf). Questo resoconto fa seguito a precedenti rapporti di autocisterne cariche di greggio siriano contrabbandate in Iraq. Inoltre, le forze militari statunitensi hanno trasferito anche cemento e materiali logistici in Siria per rafforzare le loro basi.Damasco ha stimato perdite significative nel suo settore energetico a causa delle forze di occupazione statunitensi, dei bombardamenti della coalizione, dello sfruttamento improprio e del furto delle proprie risorse.Gli Stati Uniti mantengono una presenza in Siria senza il permesso del governo di Damasco riconosciuto a livello internazionale, con circa il 90% delle risorse di petrolio e gas del Paese che cadono sotto il controllo statunitense e curdo.Prima del conflitto, la Siria non era un grande esportatore di energia, ma disponeva di risorse adeguate per l’autosufficienza e di modeste esportazioni. Tuttavia, l’occupazione statunitense, unita al controllo sui terreni agricoli, ha trasformato la Siria in un Paese bisognoso di energia e cibo. Queste esigenze sono state in parte soddisfatte dagli aiuti arrivati da Russia e Iran. di Redazione

Sorgente: Siria, Usa intensificano saccheggio petrolio – Il Faro sul Mondo