0 4 minuti 8 mesi

Bonaccini: “Agire con le autorità egiziane”. Il rettore Molari: “Notizia terribile”. Amnesty: “Verdetto scandaloso”

Patrick Zaki è stato condannato a tre anni di carcere, al termine dell’udienza odierna che si è svolta a Mansura, in Egitto. Lo studente egiziano dell’Università di Bologna era stato arrestato al Cairo nel febbraio del 2020. La notizia della sua condanna, resa nota via Twitter da Hossam Bahgat, attivista egiziano per i diritti umani e fondatore dell’Egyptian Initiative for Personal Rights, è stata confermata sempre via Twitter anche da Riccardo Noury, portavoce di Amnesty International. Zaki è stato portato via dall’aula tra le grida della madre e della fidanzata che attendevano all’esterno. “La sentenza – ha spiegato Bahgat nel suo tweet – non è soggetta ad Appello o Cassazione. Patrick è stato arrestato in tribunale in preparazione del suo trasferimento alla stazione di polizia di Gamasa”. In mattinata a scrivere sul suo profilo Facebook era statto lo stesso Zaki. “Sto aspettando l’inizio dell’udienza e spero come sempre che il caso sia chiuso e mi sia permesso di viaggiare normalmente”, il suo post prima della sentenza. All’inizio del mese Zaki si è laureato con 110 e lode all’Università di Bologna discutendo la tesi da remoto in video collegamento. “Sono stato fortunato ad essere parte ‎dell’Università di Bologna e del Comune di Bologna. Sarò per sempre grato per tutto il supporto e l’affetto che ho ricevuto da tutta Italia. Spero di tornare presto a Bologna per completare la mia felicità”, il suo commento via Twitter il giorno della laurea.

Le reazioni

“Il peggior degli scenari possibili. Patrick Zaki condannato a tre anni”, ha scritto Noury. Poco dopo, un altro tweet, questa volta dall’account diretto di Amnesty Italia: “Patrick Zaki è stato condannato a tre anni di carcere. Un verdetto scandaloso. Dopo 22 mesi di carcere durissimo e un processo iniziato più di un anno fa, l’immagine di Patrick trascinato via dall’aula del tribunale di Mansura è terrificante. Ora più che mai #FreePatrickZaki”. “È una terribile notizia che giunge del tutto inattesa, mentre abbiamo ancora negli occhi l’immagine di Patrick neolaureato con lode nel corso che gli ha fatto scegliere Bologna. Speriamo non sia confermato che questa sentenza significa altri 14 mesi di carcere: sarebbe un’ingiustizia e un dolore immenso per Patrick, per tutti i suoi cari, per tutti coloro che in questi anni hanno sofferto e resistito con lui. Tutta l’Alma Mater gli è vicina in questi momenti”, il commento del rettore dell’Università di Bologna Giovanni Molari. Una “notizia terribile” anche per il presidente della Regione Stefano Bonaccini. “La condanna di Zaki a tre anni di carcere (dove tornerà per scontare altri 14 mesi dopo i 22 già passati oltre le sbarre) rende ancora più drammatica la situazione di un ragazzo che sta pagando con la libertà il solo fatto di aver espresso la sua opinione”. Aggiunge Bonaccini: “Ora più che mai continueremo a chiedere la sua liberazione, così che possa tornare a Bologna. Lo stesso faccia il Governo, agendo con le autorità egiziane. Forza Patrick, siamo al tuo fianco”.

Sorgente: Patrick Zaki è stato condannato a tre anni