0 2 minuti 1 anno

L’Italia ha revocato le limitazioni all’export di bombe e missili verso l’Arabia Saudita, disposte dal governo Conte I per prevenirne l’utilizzo nella guerra in Yemen. La decisione è stata ufficializzata durante l’ultimo Consiglio dei Ministri, tra disposizioni per “valorizzare il Made in Italy” e modifiche al codice di comportamento dei dipendenti pubblici. Palazzo Chigi “ha attestato che l’esportazione di bombe e missili verso l’Arabia Saudita non ricade nei divieti di esportazione stabiliti dall’articolo 1, commi 5 e 6, della legge 9 luglio 1990, n. 185, essendo conforme alla politica estera e di difesa dell’Italia”. Un’interpretazione del diritto destinata a far discutere, sia per lo scenario bellico persistente in Yemen sia per le politiche condotte da Riad.La guerra in Yemen è uno dei tanti conflitti dimenticati dall’Occidente, nonché tra i più sanguinari della storia recente: tra marzo 2015 e settembre 2021, nel Paese si sono registrati circa 10 attacchi aerei al giorno, che hanno causato l’uccisione o il ferimento di oltre 18.000 civili. Nel 2014, il movimento ribelle musulmano sciita Houthi prese il controllo della capitale costringendo il presidente Abdrabbuh Mansour Hadi all’esilio; qualche mese dopo, nel marzo 2015, il conflitto si internazionalizzò attraverso la partecipazione della coalizione militare guidata dall’Arabia Saudita, che si schierò a favore del presidente Hadi bollando le forze Houthi come dei terroristi sostenuti dall’Iran.

Sorgente: L’Italia ha rimosso le limitazioni all’export di armi verso l’Arabia Saudita – L’INDIPENDENTE


Scopri di più da NUOVA RESISTENZA antifa'

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli via e-mail.