0 4 minuti 9 mesi

I MILITARI UCRAINI DENUNCIANO GUASTI AI CARRI ARMATI PER NON PARTECIPARE ALLA CONTROFFENSIVA

 

Per non partecipare agli scontri armati in corso sul fronte ucraino alcuni membri degli equipaggi dei carri armati ceduti dai paesi occidentali alle forze armate ucraine fingono guasti ai mezzi.

Gli equipaggi dei carri armati ucraini che partecipano alla controffensiva vicino a Zaporozhie fingono guasti ai loro veicoli da combattimento per paura di affrontare l’esercito russo, hanno detto al quotidiano tedesco Der Spiegel i membri di un equipaggio di un carro armato Leopard 2 nei pressi della linea di combattimento.

“Ci sono soldati che si rifiutano di partecipare alla guerra. Alcuni fingono di fare danni ai carri armati per evitare di entrare in combattimento”, hanno  riferito i soldati ucraini a Der Spiegel.

Der Spiegel sottolinea che nessuno dei tre intervistati, membri dell’equipaggio del Leopard 2, condanna coloro che si rifiutano di andare in battaglia. Riferiscono che  se un proiettile russo colpisce la torretta del veicolo da combattimento “diventerai un mucchio di cenere”.

I membri dell’equipaggio del carro armato affermano che durante i primi giorni della controffensiva, diversi carri armati Leopard sono saltati in aria a causa delle mine che erano state “collocate quasi ovunque”. Uno dei carri armati tedeschi era irrecuperabile, il secondo è rimasto immobilizzato e il terzo non può essere recuperato a causa del gran numero di mine.

Tutti i soldati delle forze armate ucraine hanno indicato che sono stati addestrati in Germania da metà febbraio a fine marzo prima di partecipare ai combattimenti. I medici della prima linea riportano un aumento significativo del numero di feriti negli ultimi giorni, mentre un ufficiale dell’intelligence ucraino che ispeziona l’intero fronte meridionale ha detto al quotidiano tedesco di aver subito grandi perdite di soldati e attrezzature militari.

La controffensiva ucraina, tanto pubblicizzata nei mesi scorsi come la fase che doveva mettere la parola fine al conflitto, non sta andando come previsto da Kiev al punto che lo stesso presidente ucraino Zelensky ha affermato che non sta procedendo come sperato da lui e dai suoi sostenitori occidentali.

Il leader ucraino Volodymyr Zelenski ha detto in un’intervista ai media britannici che la controffensiva ucraina sta avanzando “più lentamente di quanto vorremmo”. Tuttavia, sottolinea che Kiev non è ancora disposta a negoziare la fine del conflitto con la Russia.

Per giustificare la lentezza nell’avanzamento il presidente ucraino utilizza una metafora a lui molto familiare ovvero che “Alcuni credono che sia un film di Hollywood e si aspettano risultati in questo momento. Non è così”.

Ha aggiunto che Kiev non ha alcuna intenzione di  negoziare con Mosca o di accettare un “congelamento” del conflitto. “Non importa quanto lontano arriviamo nella nostra controffensiva, non scommetteremo su un conflitto congelato”, ha detto alla BBC.

Le parole di Zelensky arrivano dopo che anche il  segretario generale della NATO Jens Stoltenberg ha detto che le forze armate ucraine, durante la loro offensiva, si sono trovate di fronte ad una difesa russa ben preparata.

Il 9 giugno, il presidente russo Vladimir Putin ha indicato che la contro-offensiva era già iniziata da parte delle forze armate ucraine. Il presidente russo ha sottolineato che il regime di Kiev non aveva raggiunto i suoi obiettivi in nessuna delle zone di combattimento, e che l’esercito ucraino stava subendo perdite “catastrofiche”. Secondo il Ministero della Difesa russo, la parte ucraina ha già perso circa 7.500 combattenti dall’inizio della contro-offensiva.

 

Andrea Puccio – www.occhisulmondo.info

Sorgente: I MILITARI UCRAINI DENUNCIANO GUASTI AI CARRI ARMATI PER NON PARTECIPARE ALLA CONTROFFENSIVA | OCCHI SUL MONDO