0 2 minuti 10 mesi

Carlo Fuortes si è dimesso. Come amministratore delegato Rai non è arrivato a 2 anni di mandato. «Prendo atto che non ci sono più le condizioni per proseguire il mio lavoro» è la comunicazione che ha dato al ministero dell’Economia. Il via libera del cdm al decreto con i nuovi limiti di età per i sovrintendenti ha aperto la porta al suo passaggio al San Carlo di Napoli, ma non è detto che si concretizzi.

Fuortes, dimissioni dalla Rai: «Rimetto il mandato nell’interesse dell’azienda»

«Eurovision, un buffet musicale infinito». L’intervista a Gabriele Corsi

Il nome del successore

Entro questa settimana il governo (con l’azionista di maggioranza Mef) deve indicare il nome del successore, a seguire verrà convocata l’assemblea dei soci e il cda di Viale Mazzini, procedendo così alla ratifica del nuovo capo azienda. In campo il ticket Roberto Sergio-Giampaolo Rossi, rispettivamente ad e dg, con la già prevista inversione dei ruoli una volta scaduto il mandato dell’attuale cda (nel 2024) e nominato il prossimo.

Sorgente: Rai, il valzer delle nomine dopo le dimissioni di Fuortes: il pole Roberto Sergio. Il totonomi per i posti chiave