0 3 minuti 10 mesi

Connor Freeman e Will Porter – The Libertarian Institute – 10 maggio 2023 Durante il discorso annuale per la Giornata della Vittoria, celebrata martedì sulla Piazza Rossa di Mosca, il Presidente Vladimir Putin ha dichiarato che tutta la Russia è unita nel sostegno alle sue truppe, affermando che esse affrontano una “vera guerra” destinata a “distruggere” il loro Paese.Celebrata il 9 maggio in Russia, la Giornata della Vittoria è la commemorazione annuale del Paese in onore delle truppe sovietiche che sconfissero le forze della Germania nazista durante la Seconda Guerra Mondiale. Tuttavia, le cerimonie e la parata militare sono state notevolmente ridotte rispetto agli anni precedenti, dato che la guerra in Ucraina sta entrando nel suo quindicesimo mese.“Oggi la nostra civiltà è a un punto di svolta cruciale. È in corso una vera e propria guerra contro il nostro Paese, ma noi abbiamo contrastato il terrorismo internazionale e difenderemo il popolo del Donbas e salvaguarderemo la nostra sicurezza“, ha dichiarato Putin.Il leader russo ha affermato che Mosca cerca pace e stabilità, scagliandosi contro l’eccezionalismo americano e le “élite globaliste occidentali“. Ha affermato anche che queste forze mettono i Paesi l’uno contro l’altro con complotti golpisti e conflitti per procura, come il colpo di Stato del 2014 a Kiev, sostenuto dagli Stati Uniti, e la successiva guerra dell’Ucraina contro i separatisti russofoni nella regione orientale del Donbass. Queste azioni hanno preceduto l’operazione militare russa ed il presidente ha ripetutamente citato la necessità di “difendere il popolo” del Donbass come necessità per “l’operazione militare speciale”.“Per noi, per la Russia, non ci sono nazioni ostili o ostili né a ovest né a est. Proprio come la stragrande maggioranza delle persone sul pianeta, vogliamo vedere un futuro pacifico, libero e stabile“, ha affermato Putin.“I russi ritengono che qualsiasi ideologia di superiorità sia ripugnante, criminale e mortale per sua natura. Tuttavia, le élite globaliste occidentali continuano a parlare del loro eccezionalismo, mettono le nazioni l’una contro l’altra e dividono le società, provocano conflitti sanguinosi e colpi di stato, seminano odio, russofobia, nazionalismo aggressivo, distruggono la famiglia e i valori tradizionali che ci rendono umani“, ha continuato. “Fanno tutto questo per continuare a dettare e imporre la loro volontà, i loro diritti e le loro regole ai popoli, che in realtà è un sistema di saccheggio, violenza e soppressione“.Il leader russo ha proseguito ribadendo che la guerra in Ucraina è un’azione difensiva contro un Occidente collettivo che cerca di sovvertire e balcanizzare la Russia, sperando infine di cancellare il Paese dalla carta geografica.

Sorgente: Putin: contro la Russia l’Occidente ha scatenato una “vera guerra” – Come Don Chisciotte