0 7 minuti 1 anno

La Cina deve trovare un piano di pace per il conflitto Russia-Ucraina quando l’Occidente non è riuscito a mediare, ma ha solo aggiunto benzina sul fuoco

Pubblicato: 22 febbraio 2023 23:04

 

Wang Yi (terzo da sinistra) partecipa a un incontro con il presidente russo Vladimir Putin (primo da destra) al Cremlino di Mosca il 22 febbraio 2023. Foto: Xinhua

Wang Yi (terzo da sinistra) partecipa a un incontro con il presidente russo Vladimir Putin (primo da destra) al Cremlino di Mosca il 22 febbraio 2023. Foto: Xinhua

La Cina sta compiendo ogni sforzo per mediare il complicato e sempre più intenso conflitto Russia-Ucraina, mentre l’ alto diplomatico cinese in visita Wang Yi ha incontrato il presidente russo Vladimir Putin e altri alti funzionari russi a Mosca per discutere una serie di questioni, tra cui l’Ucraina, anche se il Stati Uniti e paesi occidentali sono più interessati a inviare armi aggiuntive per mantenere duratura la lotta in corso.

Gli analisti cinesi hanno affermato che la Cina farà del suo meglio per mediare, ma se un piano di pace sarà efficace dipende da entrambe le parti delle parti in guerra. Poiché Kiev è profondamente influenzata da Washington, che non è interessata a un cessate il fuoco immediato ma preferisce un conflitto prolungato per continuare a indebolire Mosca e cambiare lo status quo con la forza, è davvero difficile vedere una formula fattibile per la pace che entrambe le parti possano accettare. La pace può arrivare solo dopo che più vittime e danni sui campi di battaglia hanno fatto cambiare idea ad almeno una parte.

Il piano cinese per la pace

Durante l’incontro di Wang con Putin, le due parti si sono scambiate opinioni sulla questione ucraina. Wang ha affermato che la Cina apprezza la riconferma della volontà della Russia di risolvere la questione attraverso il dialogo e il negoziato. La Cina, come sempre, manterrà una posizione obiettiva ed equa e svolgerà un ruolo costruttivo nella risoluzione politica della crisi, secondo una dichiarazione rilasciata giovedì dal ministero degli Esteri cinese.

Oltre all’incontro con Putin a Mosca, Wang, direttore dell’Ufficio della Commissione Affari Esteri del Comitato Centrale del Partito Comunista Cinese (PCC), ha incontrato mercoledì il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov, dopo aver incontrato Nikolai Patrushev, segretario della Sicurezza Consiglio della Federazione Russa, martedì.

Wang e Lavrov hanno avuto discussioni approfondite sulla questione ucraina. Wang ha sottolineato che più la situazione è complicata, più non possiamo rinunciare agli sforzi per la pace. Si spera che tutte le parti superino le difficoltà, continuino a creare le condizioni per il dialogo e la negoziazione e trovino modalità efficaci di soluzione politica.

Indipendentemente da come cambia la situazione internazionale, la Cina è disposta a mantenere il solido slancio di sviluppo sul nuovo modello di relazioni tra i principali paesi con la Russia, ha detto Wang a Lavrov.

Gli esperti hanno affermato che gli incontri di Wang con il massimo leader e gli alti funzionari della Russia mostrano che Mosca apprezza molto i suoi legami strategici con la Cina e sta anche trattando seriamente l’idea della Cina sulla questione ucraina, e questa è la prova dell’influenza unica della Cina a fini di mediazione.

In precedenza, Wang ha dichiarato sabato alla Conferenza sulla sicurezza di Monaco che la Cina pubblicherà un documento sulla sua posizione di trovare una soluzione politica alla crisi . Il documento includerà alcune importanti proposte fatte dalla Cina, che sottolineano che la sovranità e l’integrità territoriale di tutti i paesi dovrebbero essere rispettate e le legittime preoccupazioni di sicurezza di tutti i paesi dovrebbero essere prese sul serio.

Il ministro degli Esteri ucraino Dmytro Kuleba ha affermato che il massimo diplomatico cinese ha condiviso con lui “i punti chiave del piano di pace che saranno studiati in dettaglio dalla parte ucraina non appena riceverà il testo completo del documento”, secondo Interfax -Agenzia di stampa ucraina martedì.

Kuleba ha fatto le osservazioni in una conferenza stampa congiunta con l’alto rappresentante dell’UE per gli affari esteri Josep Borrell e il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg martedì a Bruxelles. Gli esperti hanno affermato che ciò dimostra che Kiev prenderà sul serio gli sforzi e la posizione della Cina, e c’è speranza per una svolta per la situazione attuale.

Alcuni paesi e media occidentali hanno prestato attenzione al tipo di piano di pace proposto dalla Cina, ma sono “cauti” perché non sono molto d’accordo con la proposta della Cina secondo cui le legittime preoccupazioni di sicurezza di tutti i paesi dovrebbero essere prese sul serio”, compresa la Russia, secondo Il guardiano.

Gli analisti cinesi hanno affermato che se l’Occidente si rifiuta di ammettere che alcune delle preoccupazioni di sicurezza della Russia sono legittime e ragionevoli, allora ripeteranno semplicemente gli errori che avevano commesso con l’espansione della NATO negli ultimi decenni che alla fine hanno portato all’attuale conflitto. Mosca non accetterà mai una proposta che neghi i suoi interessi di sicurezza, e quindi il conflitto non sarà fermato.

Quel che è certo è che il piano proposto dai Paesi occidentali e gli sforzi messi in atto dai leader occidentali per mediare il conflitto in corso sono falliti, e il mondo in questo momento ha davvero bisogno di un nuovo piano che sia in grado di sbloccare la situazione di stallo, e la Cina si sta assumendo la responsabilità di questo, ha detto giovedì al Global Times Li Haidong, professore alla China Foreign Affairs University di Pechino.

Zhang Hong, ricercatore associato presso l’Istituto di studi russi, dell’Europa orientale e dell’Asia centrale dell’Accademia cinese delle scienze sociali, ha dichiarato mercoledì al Global Times che “la Russia e l’Ucraina sono a un punto morto sul campo di battaglia. È davvero difficile per chiunque aiutarli a risolvere immediatamente i loro problemi, ma è possibile almeno fargli spostare l’attenzione dal combattimento al negoziato.”

È difficile fare un piano perfetto per soddisfare tutte le parti in conflitto. Promuovere un cessate il fuoco e la pace è un processo che richiede grandi sforzi a lungo termine, e questo è ciò che la Cina ha cercato di fare fin dall’inizio, ha detto Zhang.

Sorgente: La Cina trova un piano di pace per il conflitto Russia-Ucraina quando l’Occidente non è riuscito a mediare, ma ha solo aggiunto benzina sul fuoco – Global Times