0 3 minuti 2 anni

Centinaia di sostenitori dell’ex presidente contestano la vittoria di Lula

A poche settimane dal voto che ha certificato la vittoria di Lula come presidente del Brasile, le proteste dei sostenitori dell’uscente Bolsonaro non si placano e anzi sono a una svolta. Al termine di una manifestazione a Brasilia in cui contestavano il risultato elettorale, centinaia di persone sono riuscite a sfondare il cordone di sicurezza ed entrare nel Palácio do Planalto, nel piazzale dove si trovano la sede della residenza presidenziale, del Parlamento brasiliano e della Corte suprema. Le immagini ricordano l’assalto dei sostenitori di Trump a Capitol Hill, avvenuto esattamente due anni fa. Secondo quanto riportato dal canale Cnn Brasile i sostenitori dell’ex presidente sono riusciti a entrare anche nell’edificio del Tribunale supremo elettorale (Tse). Attualmente il presidente in carica, Luiz Inacio Lula da Silva, non si trova a Brasilia ma nello stato di San Paolo in visita ad alcune aree alluvionate. Nella capitale nel frattempo, con bastoni e pietre, i bolsonaristi hanno anche attaccato alcuni veicoli della Congressional Police, distrutto le barriere di protezione e affrontato gli agenti. Poche ore fa l’area attorno al Congresso era stata transennata dalle autorità, dopo l’arrivo di diversi bus con sostenitori di Bolsonaro. Il gruppo che rifiuta di accettare la vittoria di Lula alle elezioni dello scorso ottobre è riuscito a sfondare i cordoni di sicurezza, scalando in diverse dozzine la rampa dell’edificio moderno per occuparne il tetto. Poi l’entrata nel palazzo. Le forze di polizia, in assetto antisommossa, sono pronte per fare irruzione dentro il Parlamento di Brasilia.

 

TWITTER/METROPOLES – L’assalto a Brasilia
TWITTER/METROPOLES – L’assalto a Brasilia
TWITTER/METROPOLES – L’assalto a Brasilia

Articolo in aggiornamento

 

Sorgente: Il Planalto brasiliano come Capitol Hill: assalto dei bolsonaristi ai palazzo del potere di Brasilia. Situazione fuori controllo – I video e le foto – Open


Scopri di più da NUOVA RESISTENZA antifa'

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli inviati alla tua e-mail.