0 2 minuti 1 anno

Washington è “profondamente delusa” dalle osservazioni fatte dal presidente dell’Autorità Palestinese Mahmoud Abbas al suo omologo russo Vladimir Putin, ha affermato sabato il Consiglio di sicurezza nazionale degli Stati Uniti. Giovedì scorso Abbas ha incontrato Putin in Kazakistan e gli ha detto che i palestinesi non si fidano dell’amministrazione Biden.

“Non ci fidiamo [degli Stati Uniti], non ci affidiamo e in nessun caso possiamo accettare che l’America sia l’unica parte nella risoluzione di un problema”, ha affermato Abbas. Ha aggiunto di essere “felice e soddisfatto” del sostegno della Russia ai palestinesi. “La Russia rispetta la giustizia e il diritto internazionale e questo ci basta”.

Parlando al sito di notizie statunitense Axios , un portavoce del Consiglio di sicurezza nazionale ha dichiarato: “Siamo rimasti profondamente delusi nell’ascoltare le osservazioni del presidente Abbas al presidente Putin. La Russia non sostiene la giustizia e il diritto internazionale, come dimostra l’ultimo voto alle Nazioni Unite Assemblea generale.”

Funzionari statunitensi hanno passato i loro commenti ad alti funzionari dell’AP, ha riferito Axios . Sostenevano che l’attuale amministrazione statunitense avesse ripreso a pagare centinaia di milioni di dollari in aiuti al popolo palestinese, il cui pagamento era stato tagliato dall’amministrazione Trump.

Secondo Haaretz , il presidente dell’Ap era consapevole che il suo incontro con Putin poteva essere considerato problematico dall’Occidente, in particolare da Washington. Tuttavia, ha ritenuto che ai palestinesi non fossero rimaste molte opzioni.

LEGGI: ​​La Russia vuole un giusto accordo sulla questione Palestina-Israele, dice Putin

Sorgente: US ‘deeply disappointed’ with Abbas’s remarks to Putin – Middle East Monitor

Rispondi