0 5 minuti 2 anni

Il primo ministro israeliano Yair Lapid si pronuncia durante la 77a sessione dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite (UNGA) presso la sede delle Nazioni Unite a New York, USA, il 22 settembre 2022. [Ufficio stampa del governo israeliano – Agenzia Anadolu]

Rivolgendosi ai leader mondiali giovedì, il primo ministro israeliano, Yair Lapid, ha chiaramente dichiarato il suo sostegno alla soluzione dei due stati per il conflitto israelo-palestinese, sottolineando che questa è anche la migliore soluzione per tutti i problemi attuali per lo Stato di Israele e per il futuro dei bambini israeliani.

“Un accordo con i palestinesi, basato su due Stati per due popoli, è la cosa giusta per la sicurezza di Israele, per l’economia di Israele e per il futuro dei nostri figli”, ha detto Lapid, sottolineando che la maggior parte degli israeliani sostiene questa soluzione e ha affermato di essere uno di loro.

Questa dichiarazione è stata lodata dalla maggior parte dei leader mondiali efficaci, incluso il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, e funzionari della sua amministrazione. “Accolgo con favore la coraggiosa dichiarazione di @IsraeliPM Lapid all’Assemblea generale delle Nazioni Unite”, ha twittato Biden.

In Israele, tuttavia, è stato aspramente criticato, ma alcuni funzionari come Zehava Galon, capo di Meretz, hanno definito “storiche” le osservazioni di Lapid. Su Twitter, ha scritto: “Finalmente, la visione della pace è all’ordine del giorno. Per porre fine al ciclo di spargimenti di sangue, per porre fine al controllo su milioni di palestinesi e ad anni di dolore e lutto da entrambe le parti”.

Lontano dalle aspre critiche della maggior parte dei funzionari israeliani da parte del governo di Lapid o dell’opposizione, controlliamo le condizioni di Lapid per la soluzione dei due stati al fine di vedere se fosse serio, o semplicemente promuovendo bugie e propaganda per incolpare i palestinesi per la duratura sofferenza che stanno vivendo da prima della creazione dello Stato di occupazione di Israele.

Sembra che i leader mondiali che hanno salutato la dichiarazione di Lapid, e gli israeliani, che lo hanno criticato, non abbiano nemmeno fatto alcuno sforzo per dare un’occhiata alla visione di Lapid della soluzione dei due stati. In effetti, la visione di Lapid della soluzione dei due stati non è altro che una farsa.

LEGGI: ​​Il discorso di Truss all’ONU e la sua promessa di prendere in considerazione lo spostamento dell’ambasciata britannica a Gerusalemme

Spiegando la sua visione, Lapid ha detto: “Un futuro Stato palestinese sarà pacifico. Che non diventerà un’altra base terroristica da cui minacciare il benessere e l’esistenza stessa di Israele. Che avremo la capacità di proteggere il sicurezza di tutti i cittadini di Israele, in ogni momento”, citando il ritiro nominale di Israele dalla Striscia di Gaza nel 2005, e ha affermato che Israele ha ricevuto oltre 20.000 razzi, non la pace.

Lapid ha anche affermato di essere pronto a revocare tutte le restrizioni alla Striscia di Gaza e ad aiutare a costruire l’economia di Gaza, a condizione che “smettano di lanciare razzi e missili contro i bambini [israeliani], e di deporre le loro armi, rilasciare i prigionieri israeliani e rendere certo che Hamas e la Jihad islamica non domineranno l’enclave costiera.

Non sto chiedendo a Lapid chi sia il terrorista e da che parte esporta il terrore, non solo nella regione, ma nel mondo intero. Gli chiedo chi sta minacciando l’altro? Le persone, che producono le loro armi inefficaci con materiali molto primitivi, o le persone, che producono e importano le armi più distruttive e potenti e hanno accesso alla più recente tecnologia delle armi nel mondo?

Mi auguro che Lapid dia le risposte a queste domande ai leader mondiali che lo hanno ascoltato all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite.

Il gruppo ebraico antisionista Neturei Karta si riunisce per protestare contro il primo ministro israeliano Yair Lapid davanti al quartier generale delle Nazioni Unite a New York, Stati Uniti.  I membri del gruppo hanno cantato slogan che criticavano le politiche del governo israeliano.  [Eren Abdullahogullari - Agenzia Anadolu]

Il gruppo ebraico antisionista Neturei Karta si riunisce per protestare contro il primo ministro israeliano Yair Lapid davanti al quartier generale delle Nazioni Unite a New York, Stati Uniti. I membri del gruppo hanno cantato slogan che criticavano le politiche del governo israeliano. [Eren Abdullahogullari – Agenzia Anadolu]

Lapid è un propagandista di grande successo perché potrebbe tenere un sermone su una proposta di pace che potrebbe far scoppiare in lacrime i leader mondiali, sentendo di rappresentare una nazione che ha sopportato molto dolore sotto un’altra nazione e che li sta perdonando e offrendo una proposta pacifica per porre fine al proprio dolore.

No, il fatto è che la nazione di Israele vive su terra di un’altra nazione, senza averne il diritto. Oltre a questo, gli israeliani hanno inflitto sofferenze quotidiane alle persone a cui hanno rubato la terra. Il discorso di Lapid all’Assemblea Generale e la sua visione di pace mancavano di tutti gli aspetti della verità.

Quindi, Lapid ha affermato che Israele ha lasciato la Striscia di Gaza nel 2005 e, allo stesso tempo, ha riconosciuto che ci sono restrizioni israeliane sulla Striscia di Gaza a causa del controllo di Hamas sui residenti di Gaza. Rifletteva la sensazione di dare ai palestinesi parte delle loro terre, ma non se lo meritavano, ma meritavano di essere puniti per aver accettato di essere controllati da Hamas.

Lapid ha appena detto bugie ai leader mondiali, che avrebbero dovuto conoscerli. Il ritiro israeliano dalla Striscia di Gaza era nominale, poiché Israele continuava a controllare il mare, l’aria e tutti i passaggi di terra di Gaza tranne uno, gestito dall’Egitto, ma secondo le direzioni dell’occupazione israeliana.

Quindi, ha affermato che ci sono restrizioni su Gaza, ma non il fatto che ci sia stato un assedio molto duro e serrato che ha reso l’enclave costiera la più grande prigione a cielo aperto del mondo.

Omar Shakir , Direttore di Human Rights Watch, ha dichiarato all’inizio di quest’anno: “Israele, con l’aiuto dell’Egitto, ha trasformato Gaza in una prigione a cielo aperto”. Nel 2010, il primo ministro britannico David Cameron ha dichiarato: “I beni e le persone umanitari devono fluire in entrambe le direzioni. Gaza non può e non deve essere autorizzata a rimanere un campo di prigionia”. Penso che queste descrizioni avrebbero chiarito che tipo di restrizioni israeliane sono imposte a Gaza, cosa che Lapid ha minimizzato ai leader mondiali.

LEGGI: ​​L’opposizione di Israele a un nuovo accordo nucleare con l’Iran è genuina?

Per quanto riguarda Hamas, perché Lapid non vuole che i palestinesi siano governati da Hamas? In primo luogo, Hamas ha ottenuto una schiacciante maggioranza nelle ultime elezioni generali palestinesi trasparenti. Allora perché vuole che il più grande partito palestinese si sieda da parte e lascia che il partito o i partiti minori governino?

Lapid crede che Hamas sia un’organizzazione terroristica! Come mai? È perché Hamas esercita il suo legittimo diritto di resistenza contro l’occupazione illegale israeliana.

Se chiudessi gli occhi e scegliessi di accettare la convinzione di Lapid secondo cui Hamas è un gruppo terroristico estremista e i palestinesi devono essere puniti per averlo scelto, punirebbe gli israeliani quando scelgono i gruppi terroristici estremisti come i Kahanisti o figure come Bezalel Smotrich, Yehuda Glick e Itamar Ben-Gvir?

Se il problema è Hamas, perché Israele punisce i palestinesi nella Cisgiordania occupata, o anche quelli in Israele, che sono considerati cittadini israeliani? Il problema non è Hamas oi razzi; è solo un pretesto per perpetuare la sofferenza palestinese e tutte le proposte di pace dichiarate dai funzionari israeliani mirano a fuorviare il mondo.

L’ex primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu – attuale leader dell’opposizione – ha adottato in passato la soluzione dei due stati e ora guida le critiche contro Lapid. La soluzione dei due stati usata dai leader israeliani è solo un mezzo per fuorviare i palestinesi, gli arabi ei leader mondiali. Mentre continuano a massacrare i palestinesi, intendono mostrarsi amanti della pace.

Sorgente: La fuorviante soluzione a due stati di Lapid: Middle East Monitor