Lidia Undiemi – Il salario minimo legale rischia di essere una trappola dei lavoratori – DALL’ITALIA – L’Antidiplomatico

Lidia Undiemi – Il salario minimo legale rischia di essere una trappola dei lavoratori – DALL’ITALIA – L’Antidiplomatico

7 Giugno 2022 0 Di ken sharo
Seguiteci su Telegram https://t.me/NuovaresistenzaBot
Seguiteci su Telegram https://t.me/NuovaresistenzaBot

Pare che la politica stia prendendo un po’ più seriamente il tema del salario minimo legale, quindi vale la pena provare a capire quali sono le luci e le ombre, ovvero le opportunità e i rischi, dell’introduzione nel nostro paese di un simile strumento di determinazione dei salari.

 

Chiariamo subito una cosa, in Italia la stragrande maggioranza dei lavoratori è già coperta dal minimo salariale inderogabile, che è quello previsto dai Contratti Collettivi Nazionali di Lavoro di categoria sottoscritti dai sindacati più importanti. Più in generale, il nostro ordinamento affida alla contrattazione collettiva il compito di stabilire la determinazione delle retribuzioni, sia per quanto riguarda i minimi sia per le varie integrazioni accessorie e variabili, che consentono ai lavoratori di andare ben oltre il minimo. La questione si pone quindi per una minoranza di lavoratori – non proprio pochi poiché stimati intorno al 20 percento –, per cui occorre anzitutto capire perché non possiedono una tutela salariale minima così come gli altri lavoratori. Il motivo è stato riscontrato nell’uso diffuso in taluni settori dei cosiddetti “contratti pirata”, ossia i contratti collettivi che vengono siglati da sindacati praticamente inesistenti per consentire al datore di lavoro di andare al di sotto dei minimi previsti dai contratti collettivi principali.

L’idea di base è quindi quella di aggirare il problema ponendo una tutela salariale legale, ossia stabilire per legge qual è il livello minimo di paga non derogabile, nemmeno dalla contrattazione collettiva. A un primo livello di analisi, la previsione di un salario minimo fissato per legge sembra un affare per i lavoratori, perché così viene arginato il fenomeno dei contratti pirata, e ci si sente rassicurati dal fatto che non si possa essere costretti a firmare contratti di lavoro al di sotto di una certa soglia retributiva.

Sorgente: Lidia Undiemi – Il salario minimo legale rischia di essere una trappola dei lavoratori – DALL’ITALIA – L’Antidiplomatico

seguiteci su Telegram https://t.me/NuovaresistenzaBot
Seguiteci su Telegram https://t.me/NuovaresistenzaBot