Il Manifesto del 22.06.2022

Il Manifesto del 22.06.2022

22 Giugno 2022 0 Di Luna Rossa

Edizione del 22 giugno 2022

Di Maio lascia i 5 Stelle e fonda un nuovo gruppo parlamentare: «Dovevamo stare dalla parte giusta della storia». Con lui una sessantina tra deputati e senatori. Conte in difficoltà vota a Palazzo Madama la risoluzione sull’Ucraina che conferma la linea Draghi

Armi e bagagli

Armi e bagagli
POLITICA

Armi e bagagli

Giuliano Santoro

Di Maio lascia i 5 Stelle e fonda un nuovo gruppo parlamentare: «Dovevamo stare dalla parte giusta della storia». Con lui una sessantina tra deputati e senatori. Conte in difficoltà vota a Palazzo Madama la risoluzione sull’Ucraina che conferma la linea Draghi

COMMENTI

Il pericolo aumenta, ma l’Italia diserta vertice e Trattato

Laura Boldrini *

Perché è importante partecipare alla conferenza sul Trattato per la proibizione delle armi nucleari (Tpnw)? Perché oggi più che in passato esiste purtroppo una minaccia concreta che vengano utilizzate. Se non ci fosse, Putin non potrebbe tenere il mondo con il fiato sospeso

CRISI UCRAINA

Kaliningrad, scontro aperto con l’Ue. Putin cala il supermissile

Fabrizio Vielmini

Mosca intima a Bruxelles di rimuovere il blocco all’enclave baltica, mentre la Lituania estende le restrizioni al transito su strada. Per Borrell «Vilnius applica solo le sanzioni, il resto è propaganda». Il corridoio di Suwaki incubo Nato.  Il sistema balistico intercontinentale Sarmat, capace di capace di «penetrare ogni sistema di difesa missilistica esistente o futura» sarà operativo entro fine anno, l’annuncio del presidente russo ai cadetti.

Toni Negri: «Mélenchon ha fatto tesoro della politica dei movimenti»
INTERVISTA A TONI NEGRI

Toni Negri: «Mélenchon ha fatto tesoro della politica dei movimenti»

Roberto Ciccarelli

Il filosofo italiano, autore tra l’altro di “Potere costituente” e di “Assemblea” (con Michael Hardt), vive da quarant’anni a Parigi e interviene nel dibattito sulla sinistra e le elezioni legislative in Francia: “C’è qualcosa di nuovo oggi in questo paese che riempie un vuoto della mediazione sociale. Per ora si può dire che questo è l’esito della convergenza delle lotte e dei movimenti e si dà nella forma di un doppio potere che mette in profonda discussione la costituzione della Quinta repubblica”

Ramy Shaath: «O sei egiziano o sei libero. Al-Sisi vive grazie all’Europa»
INTERNAZIONALE

Ramy Shaath: «O sei egiziano o sei libero. Al-Sisi vive grazie all’Europa»

Chiara Cruciati

Intervista all’attivista palestinese-egiziano, detenuto per due anni e mezzo e costretto a rinunciare alla cittadinanza: «L’accordo sul gas è l’esempio di una narrativa coloniale fondata su occupazione israeliana e regimi arabi. Oggi, più degli Usa, è l’Europa che fa del male al Medio Oriente. Il regime ha imparato la lezione sbagliata da piazza Tahrir: invece di riconoscere diritti e redistribuire la ricchezza, ha fondato se stesso sulla paura»

Patrizia Cavalli, dentro l’intelligenza di un cuore che sente
CULTURA

Patrizia Cavalli, dentro l’intelligenza di un cuore che sente

Massimo Natale

Muore all’età di 75 anni tra le protagoniste della scena poetica italiana. Con sottrazione e grazia, è stata la sua una parola alta e dedita. «Vita meravigliosa» è l’ultima raccolta. Un’orgogliosa e sfrontata autosufficienza, e insieme un ininterrotto colloquio con potenze intime e oscure. Ha raccontato con ironia il quotidiano dell’assedio. E dell’amore

“Trame”. Torna dal vivo a Lamezia Terme il Festival dei libri sulle mafie
CULTURA

“Trame”. Torna dal vivo a Lamezia Terme il Festival dei libri sulle mafie

Silvio Messinetti

Cinque intensi giorni, da oggi al 26 nelle piazze e nei palazzi storici di Nicastro, per ricostruire attraverso i libri date, volti, verità storiche e giuridiche. La «trattativa Stato-mafia», «tangentopoli», «mani pulite», la corruzione endemica nella società italiana, meriti e fallimenti dell’antimafia. Ripercorrendo le inchieste, le testimonianze e i depistaggi con le voci di chi questa storia l’ha scritta

Quando un prete si ribella ai suoi parrocchiani
VISIONI

Quando un prete si ribella ai suoi parrocchiani

Mariangela Mianiti

Potrebbe far parte delle notizie «Strano, ma vero» che popolano le cronache estive. Ma, a guardar bene, quel che è successo nell’oratorio di Cicognara, frazione del comune di Viadana, in provincia di Mantova, è una rivolta

Sorgente: ilmanifesto.it