Scomparso Gonzalo Lira, il cileno che criticava duramente Zelensky

Scomparso Gonzalo Lira, il cileno che criticava duramente Zelensky

19 Aprile 2022 0 Di Luna Rossa

By Patrizio Ricci

Lo scrittore e analista Gonzalo Lira è un imprenditore cileno che dopo l’invasione russa è rimasto in Ucraina ed ha riferito via social da diverse città dell’Ucraina (Kiev e poi Kharkhiv) giudicando gli eventi secondo una prospettiva filo-russa, criticando il governo di Kiev.

Ora Gonzalo Lira dopo aver pubblicato a lungo sui suoi account telegram e altri social giornalmente, improvvisamente non si è presentato per un’intervista programmata con lo scrittore e politico britannico George Galloway . Molti media sono preoccupati per questa assenza improvvisa e temono un suo rapimento reclusione (ed anche peggio) da parte dei servizi di sicurezza ucraini .

Il giornalista cileno in Ucraina ha lasciato un tweet chiave e poi è scomparso.

Dopo l’invasione dell’Ucraina, la Russia è stata accusata di ripetute violazioni dei diritti umani sul territorio ucraino. In verità il giornalista Rangeloni ha pubblicato testimonianze e documenti di video di altrettante violazioni dalla parte ucraina. Su queste violazioni si è in attesa di investigazioni indipendenti.

Tuttavia, si parla poco delle azioni del Servizio di sicurezza dell’Ucraina, un’organizzazione legata all’arresto e alla scomparsa di giornalisti e oppositori del governo Zelensky. L’artista e giornalista Yan Taksyur (malato terminale di cancro) è solo uno dei nomi che compongono la lista.

Il giornalista cileno, Gonzalo Lira, è stato in Ucraina a seguire il conflitto tra Cremlino e kiev e dal 15 aprile non pubblica nulla sul suo account sul social network Twitter.

Prima della sua scomparsa, ha lasciato un messaggio sul suo account con alcuni nomi in codice.

“Vuoi sapere la verità sul regime di Zelensky? Cerca su Google questi nomi: Vlodimir Struk; Denis Kirev; Mikhail e Aleksander Kononovich; Nestor Shufrych; Yan Taksyur; Dmitry Djangirov; Elena erezhnaya. Se non hai mie notizie nel 12 ore o più, metti il ​​mio nome in questa lista”, ha scritto sul social network.

Il giornalista ha pubblicato una pubblicazione il 26 marzo. Successivamente ha pubblicato altri tweet, tuttavia il 15 aprile è l’ultima data della sua apparizione sulle reti.

In questo audio di tre minuti registrato il 21 marzo , Gonzalo Lira dice che se mai dovesse scomparire, la colpa è di The Daily Beast. Gonzalo accusa il Daily Best di aver incitato i servizi ucraini nei suoi confronti. È da notare che anche altri giornalisti attualmente nel Donbass per seguire le drammatiche vicende ucraine sono inseriti in liste di proscrizione, secondo quando riferito dal giornalista Giorgio Bianchi.

( il video di 16 minuti è qui sotto):

E’ da notare che l’Ucraina è un paese in guerra e vige la legge marziale, ma si spera che per Gonzales essendo un cittadino straniero, ci si limiti all’espulsione, qualora fosse attualmente in custodia.

Sorgente: Scomparso Gonzalo Lira, il cileno che criticava duramente Zelensky – VP News – ‘vietato parlare’ – Blog di Patrizio Ricci