La polizia cinese ordina ai residenti di consegnare i passaporti “fino a dopo la pandemia” — Radio Free Asia

La polizia cinese ordina ai residenti di consegnare i passaporti “fino a dopo la pandemia” — Radio Free Asia

26 Aprile 2022 0 Di ken sharo

La polizia nella provincia cinese centrale di Hunan ha ordinato ai residenti locali di consegnare i loro passaporti alla polizia, promettendo di restituirli “quando la pandemia sarà finita”, in mezzo a un’enorme ondata di persone in cerca di modi per lasciare la Cina o ottenere lo status di immigrato all’estero.Un avviso del 31 marzo del dipartimento di polizia di Baisha nella provincia centrale dell’Hunan, pubblicato sui social media, ordinava ai datori di lavoro di consegnare i passaporti di tutti i dipendenti e dei familiari alla polizia, “per essere restituiti dopo la pandemia”.Un agente che ha risposto al telefono presso il dipartimento di polizia di Baisha ha confermato il rapporto e ha affermato che la misura è stata implementata a livello nazionale.”Secondo i requisiti ufficiali, [i passaporti] devono essere consegnati a causa della pandemia”, ha affermato l’ufficiale.”È ovunque, non solo nell’Hunan. È in tutto il paese”, hanno detto. “Chiunque abbia un passaporto deve consegnarlo, non solo le persone che hanno un datore di lavoro”.”Se le persone non li consegnano… allora devono aspettarsi di essere indagati”, ha detto l’ufficiale.La politica cinese zero-COVID di test obbligatori di massa, blocchi rigorosi e codici sanitari digitali ha innescato un’ondata di emigrazione alimentata da classi medie “scioccate” stufe di carenza di cibo, confinamento in casa e in mezzo a più ampie preoccupazioni per la sicurezza.Il numero di ricerche di parole chiave sulla piattaforma di social media WeChat e sul motore di ricerca Baidu per i “criteri per l’emigrazione in Canada” è salito alle stelle di quasi il 3.000 percento nell’ultimo mese, con la maggior parte delle query raggruppate in città e province sotto rigide restrizioni zero-COVID, tra cui Shanghai, Jiangsu, Guangdong e Pechino.Le società di consulenza sull’immigrazione a Shanghai hanno confermato di aver assistito anche a un enorme aumento delle richieste di immigrazione nelle ultime settimane.Molti clienti ora stanno cercando “una carta verde da un grande paese e un passaporto da un piccolo paese” per integrare i loro passaporti cinesi, ha detto a RFA un consulente che ha fornito solo il cognome Liu.”Alcuni clienti hanno anche bisogno di un tasso di cambio favorevole [con il loro paese di destinazione]”, ha affermato. “Abbiamo ricevuto quasi quattro volte più richieste quest’anno rispetto a questa volta l’anno scorso”.Ha detto che la maggior parte delle persone è alla ricerca di un processo in un unico passaggio per ottenere la residenza permanente e non importa spendere più dei propri risparmi per ottenerlo.”Ci sono molti che stanno facendo domanda per la Turchia, perché [devi] comprare una casa per almeno 250.000 dollari USA, che è tra uno e due milioni di yuan”, ha detto Liu. “Si vocifera che a maggio salirà a 400.000 dollari, quindi molte persone stanno provando a salire sull’ultimo autobus prima dell’aumento dei prezzi”.Un consulente per l’immigrazione con sede a Shanghai di nome Shen ha affermato che sempre più persone stanno facendo domanda ora,”Potresti forse iniziare richiedendo la residenza permanente in un altro paese, nel caso in cui la situazione si intensifichi in futuro”, ha detto Shen, riferendosi all’ordine di consegnare i passaporti.Mao RunzhiL’ondata di interesse a lasciare il paese ha suscitato meme sui caratteri cinesi “runzhi”, un riferimento satirico sia al defunto leader supremo Mao Zedong che alla parola inglese “run”.”Il nome [di nascita] di Mao Zedong era Mao Runzhi, ed è scappato nel momento più critico”, ha detto a RFA Xia Ming, professore di scienze politiche alla City University di New York. “C’è anche la parola run in inglese, come in run away.”Xia vede l’attuale esodo come il culmine di un’ondata migratoria iniziata circa cinque anni fa e ha citato come catalizzatori recenti eventi di cronaca come la donna trovata incatenata per il collo nella provincia orientale del Jiangsu, insieme alla pandemia.”Ci sono costantemente casi di rapimento, tratta e persone scomparse”, ha detto Xia. “Chiunque potrebbe diventare quella donna incatenata; è così casuale.””Donne e bambini vengono rapiti e venduti come schiave sessuali o per donazioni di organi, e questo ha avuto un grande impatto sulla classe media cinese”, ha detto.Ha affermato che il blocco di Shanghai è stato anche un enorme shock per alcune delle persone più privilegiate della società cinese.”Queste persone che vivevano una vita più confortevole di chiunque altro si sono improvvisamente trovate ad affrontare la fame durante la notte e hanno perso il senso della dignità personale”, ha detto Xia. “Questo è stato un enorme shock per la classe media di discreto successo”.Il commentatore taiwanese di Hong Kong Sang Pu ha affermato che le persone di Shanghai non stanno fuggendo dal COVID-19 tanto quanto dalle restrizioni draconiane del loro governo sul controllo delle malattie.”L’emigrazione è guidata dall’approccio autoritario del PCC al controllo e alla prevenzione delle malat

Sorgente: La polizia cinese ordina ai residenti di consegnare i passaporti “fino a dopo la pandemia” — Radio Free Asia