30 foto storiche scioccanti dei Pogrom di Leopoli nel 1941 ~ Vintage Everyday

30 foto storiche scioccanti dei Pogrom di Leopoli nel 1941 ~ Vintage Everyday

9 Aprile 2022 0 Di ken sharo

30 foto storiche scioccanti dei Pogrom di Leopoli nel 1941

La città di Lvov (L’viv) nella Polonia sudorientale fu occupata dall’Unione Sovietica nel 1939, secondo i termini del patto tedesco-sovietico. C’erano oltre 200.000 ebrei a Leopoli nel settembre 1939; quasi 100.000 erano rifugiati ebrei dalla Polonia occupata dai tedeschi. I tedeschi successivamente occuparono Lvov dopo l’invasione dell’Unione Sovietica nel giugno 1941.

Incoraggiati dalle forze tedesche a iniziare azioni violente contro la popolazione ebraica a Leopoli, i nazionalisti ucraini massacrarono circa 4.000 ebrei all’inizio di luglio 1941. Un altro pogrom, noto come Petliura Days, fu organizzato alla fine di luglio. Questo pogrom prende il nome da Simon Petliura, che aveva organizzato pogrom antiebraici in Ucraina dopo la prima guerra mondiale. Per tre giorni, i militanti ucraini si scatenarono nei distretti ebraici di Leopoli. Portarono gruppi di ebrei al cimitero ebraico e al carcere di Lunecki e li fucilarono. Più di 2.000 ebrei furono assassinati e migliaia di altri furono feriti.

All’inizio di novembre 1941, i tedeschi stabilirono un ghetto nel nord di Lvov. La polizia tedesca ha sparato a migliaia di ebrei anziani e malati mentre attraversavano il ponte di Peltewna Street diretti al ghetto. Nel marzo 1942 i tedeschi iniziarono a deportare gli ebrei dal ghetto nel campo di sterminio di Belzec.

Nell’agosto 1942, più di 65.000 ebrei erano stati deportati dal ghetto di Lvov e assassinati. Migliaia di ebrei furono mandati ai lavori forzati nel vicino campo di Janowska. All’inizio di giugno 1943 i tedeschi distrussero il ghetto, uccidendo migliaia di ebrei. I restanti residenti del ghetto furono mandati nel campo di lavoro forzato di Janowska o deportati a Belzec.

Sorgente: 30 foto storiche scioccanti dei Pogrom di Leopoli nel 1941 ~ Vintage Everyday