“SÌ, TUTTO È VANO, TUTTO È INGANNO FUORCHÈ QUESTO CIELO SCONFINATO.”

17 Marzo 2022 0 Di Luna Rossa
Seguiteci su Telegram https://t.me/NuovaresistenzaBot
Seguiteci su Telegram https://t.me/NuovaresistenzaBot

“SÌ, TUTTO È VANO, TUTTO È INGANNO FUORCHÈ QUESTO CIELO SCONFINATO.”
(Leone Tolstoj — “Guerra e pace”)
La recente storia dice che dopo la fine dell’ URSS, anziché smobilitarsi e sciogliersi per fine missione come ha sostenuto lo stesso Ambasciatore italiano alla NATO Sergio Romano (sostenuto da diversi alti ufficiali), la NATO ha voluto mangiarsi pezzo a pezzo lo spazio intermedio fino ad arrivare ai confini della Russia.
Quindi l’Ucraina è al centro del dibattito pur avendo solo un ruolo marginale e seppur con la grave importanza delle vittime causate, le diatribe sulle diverse responsabilità (misurabili solo dai dati certi e non dalla propaganda di entrambe le parti) non conducono alla pace.
Pur considerabili le critiche a Putin, in questo delicato scenario il Presidente dell’Ucraina sta agendo sconsideratamente per speculare l’11 marzo 2022 ha dichiarato ai microfoni dell’emittente USA ABC:
《HO PARLATO CON MOLTI LEADER OCCIDENTALI E CON LORO SO CHE QUESTA GUERRA NON FINIRÀ QUI, FARÀ SCOPPIARE LA TERZA GUERRA MONDIALE CHE NON FINIRÀ MAI, IN QUANTO SONO TEMPORANEAMENTE OCCUPATI DA REPUBBLICHE NON RICOSCIUTE DA NESSUNO》
È invece risaputo che la Repubblica del Donbass è stata democraticamente eletta attraverso un referendum.
Dunque , noi per questo signore che dopo aver vinto un talent come ballerino improvvisamente diventa molto ricco non si sa come e fonda una casa di produzione diventando attore, regista, sceneggiatore e produttore di sè stesso dove fa una fiction che diventa realtà in quanto come nella fiction lui diventerà realmente Presidente, ma prima farà diventare la casa di produzione un partito con il nome della fiction vincendo le elezioni con la benedizione dell’oligarca ucraino Kolomoisky molto ricco, possessore di una TV e finanziatore delle brigate che hanno fatto migliaia di morti russofoni nell’est.
E noi dovremmo fare sacrifici e assecondare il suoi desiderio quello di fornirlo di armi… e Zelensky stesso conferma che senza la “no flight zone” la sconfitta per il suo paese sarà solo questione di tempo, ma lo sanno tutti che l’applicazione di tale zona comporterebbe una guerra mondiale con il conseguente pericolo di una guerra nucleare e comunque l’invio di armi non cambierà i rapporti di forza tra Ucraina e Russia, servirà solo ad allungare la durata del conflitto per indebolire Putin e non sarà sufficiente a vincere la guerra ma solo ad allungare l’agonia del paese determinando altra distruzione e altre migliaia di morti. Si spera che questo sia ben chiaro anche a chi approva l’attuale invio di armi all’Ucraina. Si svegliassero le coscienze di tutti per porre fine a questa guerra e costruire una pace duratura per il mondo attraverso la fine dei bombardamenti con una trattativa seria fra Ucraina e Russia di cui ne facciano parte anche gli USA, la CINA e la UE attraverso i loro rappresentanti politici, altrimenti il resto è solo un modo ipocrita di fare gli eroi con la vita degli altri.
HASTA!
ROMA, 17 Marzo 2022
(Fra. Di Ma.)

Sorgente: da ricerca Facebook

seguiteci su Telegram https://t.me/NuovaresistenzaBot
Seguiteci su Telegram https://t.me/NuovaresistenzaBot