Le sanzioni russe potrebbero portare a una crisi energetica globale — RT Business News

Le sanzioni russe potrebbero portare a una crisi energetica globale — RT Business News

29 Marzo 2022 0 Di ken sharo
Seguiteci su Telegram https://t.me/NuovaresistenzaBot
Seguiteci su Telegram https://t.me/NuovaresistenzaBot

Le sanzioni russe potrebbero portare a una crisi energetica globale

La sicurezza energetica internazionale dovrebbe essere la massima priorità ora, afferma l’AIE
Le sanzioni russe potrebbero portare a una crisi energetica globale

Gli eventi in Ucraina potrebbero presto portare a una crisi energetica globale, ha affermato mercoledì il capo dell’Agenzia internazionale per l’energia con sede a Parigi, Fatih Birol, in una riunione dei ministri dell’energia e del clima.

” Dato il ruolo della Russia nel sistema energetico globale, questa crisi umanitaria potrebbe essere seguita da una crisi energetica “, ha affermato, sottolineando che ora è fondamentale determinare quali misure la comunità globale può adottare per evitarlo.

“ Questa situazione conferma la necessità di garantire la sicurezza energetica internazionale ”.

Il Global Energy Watchdog ha annunciato la scorsa settimana di aver sviluppato un piano in 10 fasi volto a ridurre la domanda globale di petrolio di 2,7 milioni di barili al giorno entro quattro mesi. L’organizzazione propone di ridurre di 10 km/h il limite di velocità sulle autostrade, vietare l’uso delle auto la domenica, ridurre le tariffe dei trasporti pubblici, incentivare il car sharing, estendere il lavoro a distanza a tre giorni alla settimana e promuovere l’uso dei treni ad alta velocità e notturni al posto dei voli, nonché il più ampio utilizzo di veicoli elettrici.

“Ciò ridurrebbe significativamente le potenziali tensioni in un momento in cui una grande quantità di forniture russe potrebbe non raggiungere più il mercato e si avvicina la stagione di picco della domanda di luglio e agosto “, ha affermato l’IEA in un comunicato stampa. Secondo l’organizzazione, l’azione pratica da parte dei governi e dei cittadini può ridurre significativamente la domanda di petrolio e ridurre la spesa dei consumatori per il carburante delle automobili.

L’avvertimento arriva quando le forniture di petrolio dalla Russia sono state messe a repentaglio tra le sanzioni imposte al Paese per le sue operazioni militari in Ucraina. La Russia è il più grande esportatore mondiale della merce verso i mercati globali e il terzo paese produttore di petrolio al mondo.

Gli Stati Uniti e il Regno Unito hanno dichiarato all’inizio di questo mese che avrebbero smesso di acquistare petrolio russo, mentre l’UE è ancora divisa sulla questione. L’IEA ha stimato nel suo rapporto di marzo che la Russia potrebbe perdere circa un terzo della sua produzione totale di petrolio a causa delle sanzioni economiche.

Nel frattempo, le politiche anti-Russia si sono ritorte contro gli stati che le hanno introdotte. L’inflazione sia negli Stati Uniti che nell’UE è salita ai massimi da diversi anni, con i costi dell’energia che contribuiscono maggiormente all’aumento dei prezzi.

Per altre storie su economia e finanza, visita la sezione business di RT

Sorgente: Le sanzioni russe potrebbero portare a una crisi energetica globale — RT Business News

seguiteci su Telegram https://t.me/NuovaresistenzaBot
Seguiteci su Telegram https://t.me/NuovaresistenzaBot