Ucraina, allarme Usa: “Possibili 5 milioni di profughi”. L’Europa prepara il piano di accoglienza – la Repubblica

Ucraina, allarme Usa: “Possibili 5 milioni di profughi”. L’Europa prepara il piano di accoglienza – la Repubblica

24 Febbraio 2022 0 Di Luna Rossa

Ora anche i governi sovranisti di Polonia e Ungheria pronti a ospitare i rifugiati

(ndr di NR.org: L’Europa si attiva per l’accoglienza dei possibili 5 milioni di profughi: giusto, umano, ma… per i profughi siriani, afghani, per quelli provenienti dalla Libia ecc. ecc. e che non sono certamente “migranti economici” cosa si é fatto? cosa si fa? L’accoglienza si fa secondo il colore della pelle e il paese di provenienza?)

BRUXELLES – Un piano europeo per affrontare l’eventuale emergenza profughi dall’Ucraina. Oggi al Consiglio europeo straordinario si parlerà anche di questo. Perché il conflitto tra Mosca e Kiev potrebbe provocare una vera e propria ondata migratoria. Ieri l’ambasciatrice americana all’Onu, Linda Thomas-Greenfield ha parlato di 5 miloni di profughi. “Se la Russia continua su questa strada potrebbe, secondo le nostre stime, creare una nuova crisi dei rifugiati, una delle più grandi che il mondo deve affrontare oggi”.

 

Una situazione ben conosciuta dall’esecutivo comunitario. La scorsa settimana la commissaria agli Affari interni, la svedese Ylva Johansson, è volata in Polonia proprio per preparare le possibili contromisure. Le ha concordate in parte con il ministro polacco Kaminski. Che stavolta, nonostante la linea sovranista del governo polacco, non si opporrà all’accoglienza. Lo stesso problema, del resto, potrebbe coinvolgere l’Ungheria e quasi tutti i Paesi limitrofi. Circostanza che, appunto, impone alla Commissione di studiare un programma per fronteggiare l’emergenza.

La rotta balcanica, insomma, rischia di trovarsi nuovamente inondata dagli ucraini in fuga dai russi. E sarebbero tutti profughi, non migranti economici. Per loro, dunque, l’Ue non prevede l’obbligo del visto. Tutte circostanze con cui fare i conti.

 

 

Non è un caso che un piano di aiuti umanitari è allo studio anche del governo tedesco. La Germania, infatti, potrebbe essere direttamente coinvolta dal nuovo mega-flusso. È stata la ministra all’Interno tedesca, Nancy Faeser, a parlarne esplicitamente nei giorni scorsi: “La Germania si prepara ad aiutare soprattutto i Paesi vicini all’Ucraina con sostegni umanitaria. E ovviamente aiuteremo anche i profughi che arriveranno nel nostro Paese”. Sempre la commissaria Johansson ha avvertito che le probabili mete della fuga sono la Polonia, l’Ungheria e la Germania. Ma anche l’Italia e la Francia.

 

È ancora possibile scongiurare una catastrofe, è la posizione del direttore di Caritas International, Oliver Mueller, ma è necessario subito creare corridoi umanitari: “Vediamo già adesso con preoccupazione che per gli abitanti delle zone di conflitto sia sempre più difficile assicurare la propria sopravvivenza”.

Sorgente: Ucraina, allarme Usa: “Possibili 5 milioni di profughi”. L’Europa prepara il piano di accoglienza – la Repubblica