Palestinese ucciso dopo essere stato speronato dall’auto di un colono – – IMEMC News

Palestinese ucciso dopo essere stato speronato dall’auto di un colono – – IMEMC News

10 Gennaio 2022 0 Di ken sharo

Un giovane palestinese è stato ucciso giovedì mattina dopo essere stato speronato da un automobilista da un colono israeliano illegale, mentre si dirigeva al suo lavoro nella capitale palestinese occupata, Gerusalemme, in Cisgiordania.

La vittima, Mustafa Yassin Falna, 25 anni, proveniva dal villaggio di Safa, a ovest di Ramallah, nella parte centrale della Cisgiordania occupata.

Mustafa, padre sposato di un bambino di 18 mesi, stava attraversando la strada mentre andava al lavoro quando è stato ucciso, ha detto la sua famiglia.

L’incidente è avvenuto intorno alle sei del mattino, sulla strada n. 443 vicino al posto di blocco di Maccabim, a una trentina di chilometri a ovest di Gerusalemme.

Lettore video

Il ministero degli Esteri e degli espatriati palestinese ha dichiarato in una dichiarazione che “Questa situazione conferma non solo il razzismo dello stato occupante nel trattare con i palestinesi, ma anche l’assoluto disprezzo per le loro vite come se non avessero valore”.

Ha aggiunto: “Consideriamo tali incidenti, che sono diventati un fenomeno che si verifica ripetutamente senza alcuna reale indagine sul seguito da parte della polizia di occupazione o dell’esercito, come crimini, intenzionali e deliberati o per negligenza e indifferenza mostrati dagli occupanti polizia, anche se si tratta di normali incidenti stradali che coinvolgono un palestinese”.

Giovedì all’alba, i soldati hanno ucciso a colpi di arma da fuoco un palestinese, identificato come Baker Mohammad Hashash, 21 anni , con proiettili veri vicino al campo profughi di Balata, a est di Nablus, nella Cisgiordania settentrionale occupata.

Il fornaio Mohammad Hashash, 21 anni, è stato ucciso a colpi d’arma da fuoco da soldati israeliani vicino al campo profughi di Balata

“Questa situazione conferma non solo la natura razzista dello stato occupante nel trattare con i palestinesi, ma anche l’oltraggioso disprezzo per le vite dei palestinesi, come se non avessero alcun valore”, ha affermato in una nota il ministero palestinese degli Affari esteri e degli espatriati.

“Consideriamo tali incidenti, divenuti un fenomeno pericoloso che si ripete ripetutamente senza alcuna reale indagine di seguito da parte della polizia di occupazione o dell’esercito, come crimini e gravi violazioni, intenzionali e deliberate o per negligenza e indifferenza dimostrate dal polizia di occupazione, anche se si tratta di normali incidenti stradali che coinvolgono un palestinese”, ha concluso il ministero

Mercoledì, lo sceicco Suleiman al-Hathalin, 75 anni , è stato gravemente ferito dopo essere stato investito da un camion militare israeliano durante le proteste a Masafer Yatta, a sud di Hebron, nella Cisgiordania meridionale.

L’anziano palestinese ha riportato una gravissima frattura al cranio ed è ricoverato in ospedale in condizioni critiche.

Il 24 dicembre 2021, una donna palestinese, Ghadir Anis Masalma , 63 anni, è stata uccisa da un colono colonialista israeliano che l’ha investita con la sua auto ed è fuggito dalla scena, vicino all’ingresso della città di Sinjil, a nord-est di Ramallah, nel centro occupato Cisgiordania.

Sorgente: Palestinian Killed After Being Rammed By A Colonist’s Car – – IMEMC News

Spread the love