NECROPOLITICA

20 Gennaio 2022 0 Di Luna Rossa
Seguiteci su Telegram https://t.me/NuovaresistenzaBot
Seguiteci su Telegram https://t.me/NuovaresistenzaBot

di Rodrigo Andrea Rivas

“Il peggior analfabeta è l’analfabeta politico.

Egli non ascolta, non parla né partecipa agli avvenimenti politici.

Non sa che il costo della vita, il prezzo dei fagioli, del pesce, della farina, dell’affitto, delle scarpe e delle medicine dipendono dalle decisioni politiche”

Bertolt Brecht

Ogni 4 secondi muore una persona, 21.300 ogni giorno, oltre 84 milioni ogni anno.

Muoiono per mancanza d’accesso ai servizi sanitari, violenza di genere (femminicidi e morti in seguito a mutilazioni sessuali), fame e crisi climatica.

I 4 cavalieri dell’apocalisse hanno un cognome comune: disuguaglianze.

Un anno fa, i mezzibusti ripetevano: “Siamo tutti sulla stessa barca”.

Ignoravano che alcuni remavano mentre altri prendevano la tintarella, ma non avevano tutti i torti: per il 99% dei sapiens i soldi sono diminuiti ed i poveri in canna sono aumentati di 160 milioni.

Dimenticavano l’altro 1%. È comprensibile: loro li pagano e/o gli sottopongono ad insopportabili pressioni.

Dimenticavano i superricchi, 10 dei quali che hanno duplicato le loro fortune in due anni.

Si suppone che conoscano i loro nomi perché ne cantano spesso le lodi: Elon Musk, Jeff Bezos, Bernard Arnault, Bill Gates, Larry Ellison, Larry Page, Sergey Brin, Mark Zuckerberg, Steve Ballmer e Warren Buffett.

Alla fine del 2021 i 10 accumulavano sei volte la ricchezza di 3,1 miliardi di poveri cristi.

Il problema non è il denaro.

Per la pandemia, fino al dicembre 2021 i governi avevano speso 16mila miliardi di dollari.

Ai ricchi va bene così.

Ammesso che lo vogliano, agli altri manca la volontà e l’immaginazione per liberarci dall’asfissiante e letale camicia di forza del neoliberismo estremo.

Anche ai draghiani, macroniani, ursulani, johnsoniani ..ò, va benissimo così.

Ma non è solo loro responsabilità: dal 1995 l’1% più ricco accaparra 20 volte la ricchezza che finisce al 50% più povero.

La pandemia ha solo accelerato l’andazzo.

Senza scomodare rivoluzioni improbabili, una tassa del 99% sui guadagni straordinari ottenuti dai 10 Paperoni negli ultimi 2 anni grazie alla pandemia, basterebbe per produrre i vaccini necessari per vaccinare tutta la popolazione mondiale.

Gli spiriti caritatevoli potrebbero temere le terribili condizioni a cui i 10 sarebbero sottoposti.

Niente paura: avrebbero sempre 8 miliardi di dollari in più di quelli che avevano alla fine del 2019.

Nel solo 2020 le donne hanno perso 800 miliardi di dollari dei loro redditi e 13 milioni sono state espulse dal mercato del lavoro.

Molte sono diventate badanti non stipendiate.

La chiusura stimata del “gap di genere”, 99 anni fino al dicembre 2019, è salita a 135 anni.

Ovvero, nessuna donna attualmente in vita conoscerà una società paritaria.

Le statistiche non considerano le conseguenze del razzismo, della schiavitù e del colonialismo.

Non considerano, ad esempio, che nel Brasile, le persone di pelle oscura hanno 1,5 volte più probabilità di morire da covid-19 della popolazione bianca. O che in Inghilterra le persone originarie del Bangladesh sono morte 5 volte di più della popolazione bianca durante la seconda ondata della pandemia.

L’apartheid vaccinale passa il conto in termini di vite umane.

Perciò la priorità è la lotta alla pandemia ma, perché sia credibile, i governi devono mettere fine al monopolio dei vaccini. Debbono diventare un bene pubblico.

Finché ciò non avverrà, la pandemia continuerà, milioni di persone perderanno inutilmente la vita e le disuguaglianze continueranno ad aumentare.

Delta ed omicron dimostrano che l’apartheid non arresta il virus.

“Perché nasca una prateria, bastano un trifoglio, un’ape e un sogno. E se non ci sono le api e il trifoglio, può bastare anche il sogno”, scrisse nell’800 la poetessa statunitense Emily Dickinson.

Lei parlava della felicità, a me pare anche una buona definizione di ciò che una volta si intendeva per sinistra.

Certo: bisognerebbe prima ricuperare la volontà e l’immaginazione.

 

Sorgente: Lottacontinuainternazionale

seguiteci su Telegram https://t.me/NuovaresistenzaBot
Seguiteci su Telegram https://t.me/NuovaresistenzaBot