0 1 minuto 2 anni

In Aula a Montecitorio mani nervose artigliano le spalle del povero deputato già in piedi, giusto un secondo prima che scenda le scale per votare. In Transatlantico, alla bouvette, nei tavolini affacciati su piazza della Maddalena, attorno ai capannelli di 5 stelle svolazzano mani esperte che modellano nell’aria promesse, schieramenti e scenari immaginari: tutti a corteggiare i grillini. È la vendetta dei peones. La caccia al voto è scatenata ed è il loro gran momento. Loro sono impauriti, sbigottiti, sospesi nel vuoto di un futuro incerto, ma restano pur sempre tanti. E imprescindibili per i candidati al Colle. All’odiato Draghi molti sognano di potere finalmente farla pagare cara. Fargli scontare l’alzata di spalle, il ghigno, il disprezzo.

Sorgente: La vendetta dei peones contro Draghi, è caccia spietata al grillino sperduto – Il Riformista