il manifesto del 23.01.2022 – il manifesto

il manifesto del 23.01.2022 – il manifesto

23 Gennaio 2022 0 Di Luna Rossa
Seguiteci su Telegram https://t.me/NuovaresistenzaBot
Seguiteci su Telegram https://t.me/NuovaresistenzaBot

Berlusconi getta la spugna: «Avevo i numeri, ma vanno evitate lacerazioni». Al vertice con gli alleati non si presenta nemmeno su Zoom. Quanto a Draghi: «Resti a palazzo Chigi fino alla fine della legislatura». A destra riparte lo scontro. Atteso il vertice Letta-Salvini

Editoriale

Dopo la farsa arriva il vero spettacolo

Norma Rangeri

Da tempo, e ormai senza il religioso consenso del popolo che gli cantava in coro “meno male che Silvio c’è”, era evidente a tutti tranne che a lui che l’antica gloria non potesse risorgere sulle ali di una improbabile maggioranza dei grandi elettori.

Lavoro

Dopo il diciottenne muoiono due 60enni: perché lavoravano?

Massimo Franchi

Il dramma di Udine porta sinistra e sindacati a chiedere di cambiare gli attuali Percorsi di orientamento. Altre vittime a Torino e Roma in età da pensione. La tragedia di Udine scoperchia il tema sicurezza dei ragazzi. A Firenze blitz contro Confindustria

Commenti

Rovesciare l’alternanza scuola lavoro con Gramsci

Roberto Ciccarelli

All’aspirazione a trasformare gli studenti in performer del mercato del lavoro va contrapposto il diritto all’esistenza che si sostanzia anche in un reddito di base a partire dalla scuola e, ovviamente, dopo la scuola

Gli operai ex Gkn approvano la transizione industriale

Riccardo Chiari

Ok quasi unanime all’ipotesi di accordo quadro. Collettivo di Fabbrica e Rsu: “Questa è una tappa, risultato della lotta, e avrà senso solo se continuerà la mobilitazione”. A metà febbraio il nuovo proprietario Francesco Borgomeo presenterà i soggetti interessati allo stabilimento. Soddisfatta la Fiom Cgil: “Ottimo risultato, ora avanti verso la ripresa dell’attività e per garantire la continuità occupazionale di tutti i lavoratori, compresi quelli degli appalti”.

Tutta Marradi difende la “fabbrica dei marroni”

Riccardo Chiari

Le operaie dell’Ortofrutticola del Mugello, i sindacati di categoria Flai Cgil e Fai Cisl, l’amministrazione comunale e anche il potente Pd toscano bocciano la bozza di piano di riconversione industriale presentata da Italcanditi, che continua a voler spostare nel giro di pochi giorni la produzione dei marron glacé dall’Alto Mugello a Pedrengo nel bergamasco.

Italia

Sinistre contro Toscana Aeroporti: “Vogliono intimidire le opposizioni”

Riccardo Chiari

Iniziativa davanti all’aeroporto di Firenze, per contestare l’azione legale di Toscana Aeroporti contro il consigliere comunale pisano Ciccio Auletta e il portavoce di Firenze Città Aperta, Massimo Torelli, accusati di diffamazione. Il pm ha chiesto l’archiviazione ma la società ha fatto opposizione, e il prossimo 26 gennaio ci sarà l’udienza. Torelli: “Qui c’è un intreccio di potere e politica che non sopporta le opposizioni e la partecipazione”.

COVID

Spiraglio dai dati dell’Iss: l’epidemia sta rallentando

Andrea Capocci

Il report settimanle prevede che Rt sia ormai vicino a 1, il valore che segna il “picco”. Senza vaccino, si finisce in terapia intensiva 39 volte di più che con il booster. Ma la protezione è altissima anche con due dosi. Il richiamo ha sottratto le dosi ai paesi poveri, come temeva l’Oms

Solinas sbaglia ancora, il governo impugna la legge omnibus della Sardegna

Costantino Cossu

È la tredicesima volta in questa legislatura della giunta sardo-leghista che il consiglio dei ministri decide di opporre ricorso. Tra le disposizioni cassate anche una norma infilata per cancellare l’inedificabilità, disposta dal Piano paesaggistico regionale, delle cosiddette zone umide e rendere legittima la costruzione di condomini e di villaggi turistici sulle rive dei laghi e degli stagni

Cultura

Michela Marzano, la memoria ritrovata lungo le cicatrici

Guido Caldiron

Intorno al suo «Stirpe e vergogna» edito da Rizzoli. In un’opera tra memoir e indagine storica, l’autrice fa luce sulla figura del nonno fascista della prima ora. Nel rimosso della famiglia che ha vissuto a lungo, l’origine dell’ombra costante che avverte su di sé. Questi silenzi generano una vergogna che passa da una generazione all’altra. «Ce la si trasmette come un’eredità scomoda, con la quale prima o poi qualcuno i conti dovrà pur farli»

L’Ultima

Vagoni piombati

Saverio Ferrari

Occupata dai nazisti nel settembre 1943, iniziò a Milano una «lunga notte»: la caccia ad ebrei e ad oppositori politici con l’aiuto dei fascisti, il Binario 21 per Auschwitz e i «centri» di morte e tortura, l’hotel Regina, San Vittore e Villa Triste

Virginia Oldoini, che neanche la morte separò dal suo fascino

Andrea Calzolari

Due libri dedicati a una grande seduttrice italiana, che mise il suo fascino al servizio della causa risorgimentale: «La contessa Virginia Verasis di Castiglione» di Benedetta Craveri, Adelphi, e «La divina contessa» di Robert de Montesquiou, Passigli, con uno scritto di D’Annunzio

Enzo Traverso, la dimensione emotiva di percezioni tramandate

Francesco Benigno

Recuperando l’ispirazione benjaminiana, lo studioso italiano sceglie di abbandonare il taglio cronologico per privilegiare i resti memoriali di due secoli di rivoluzioni, e ne offre il grandioso affresco in una «Storia intellettuale»: 1789-1989, da Feltrinelli

La conoscenza sovversiva: una ricognizione sul sogno

Roberto Gilodi

Dall’onirocritica antica a Freud, da Goya a Benjamin: Gianluca Garelli attraversa la storia del pensiero e della letteratura per indagare la «ragione onirica»: Sogni di spiriti immondi da Einaudi

Solmi, una giovinezza con Montale

Silvia Cammertoni

Le oltre trecento lettere tra Sergio Solmi e il poeta degli Ossi, ora raccolte da Quodlibet, documentano una solida amicizia formatasi tra le due Guerre: quando il mondo era impartecipabile

Montale narratore dry

Raffaele Manica

Affermava di non possedere la fantasia del narratore nato, ma lo smentirono gli stessi «elzevirini» riuniti nel 1956 in Farfalla di Dinard: ora nello Specchio, con il commento di Niccolò Scaffai

Strand-Zavattini, la qualsiasità rappresentativa

Andrea Cortellessa

Il libro, 1955, fu il frutto dell’incontro tra il fotografo americano, comunista, e lo scrittore: fecero del paese natale di quest’ultimo, Luzzara, un universale set su carta. Inevitabile il confronto con «Sia lode ora a uomini di fama», il foto-libro sociale di Agee e Evans

Leoncillo, l’umanesimo della ceramica

Gianmarco Russo

«La creta è come carne mia»… Il ruolo “extra” di Leoncillo Leonardi in un volume collettaneo: sulla traccia della lettura longhiana ma soprattutto di quella «esistenziale» formulata da Francesco Arcangeli

Rincorre e precorre nella Padania manierista: Gàmbara

Massimo Romeri

L’acquisto pubblico di un “Compianto” è occasione per una mostra-dossier sul pittore bresciano: che il curatore Marco Tanzi presenta nei vari strati del suo iter tardo-cinquecentesco. Lo stile sprezzante degli esordi, sotto Romanino, si attenua via via: esperienza cruciale, il Veronese

Raffaello, marmi grottesche vita

Marco M. Mascolo

Il suo recupero dell’arte antica dà a essa una nuova presenza: anche quando è letterale, niente di citazionistico. Il rapporto del Sanzio con l’arte romana fu di tipo archeologico e di sicuro maturato già negli anni giovanili

Sorgente: il manifesto del 23.01.2022 – il manifesto

seguiteci su Telegram https://t.me/NuovaresistenzaBot
Seguiteci su Telegram https://t.me/NuovaresistenzaBot