0 10 minuti 2 anni

Il successo dello sciopero generale di Cgil e Uil contro la manovra del governo. Adesioni oltre l’80%. Gli «invisibili» tornano protagonisti. Piazze piene a Milano, Roma, Cagliari, Bari e Palermo. Landini e Bombardieri: «La politica ci ascolti o andrà a sbattere»

Politica

Mattarella lo ripete: mi commiato

Andrea Fabozzi

Il presidente della Repubblica in visita di congedo in Vaticano. Poi esplicita le sue intenzioni ricevendo il cortpo diplomatico. Ma i partiti sono in affanno nella ricerca del successore

L’archivio Persichetti ancora bloccato

Marco Grispigni

Il gip rigetta in anticipo la richiesta di dissequestro presentata dalla difesa. Già militante della lotta armata, una volta scontata la sua condanna, Persichetti studia da anni come storico le vicende degli anni Settanta, pubblicando articoli e saggi. Ora lo si accusa di divulgazione di materiale riservato allo scopo di informare due dei partecipanti al rapimento di Moro. Peccato che i due “favoriti” dalla “divulgazione” sarebbero Lojacono e Casimirri già condannati all’ergastolo per il rapimento di Moro e l’uccisione della sua scorta

LIBIA

Da Tripoli a Sebha, prove di forza contro il voto di Natale in Libia

Gina Musso

La brigata Al Samoud circonda i palazzi del potere nella capitale E il generale Haftar cinge d’assedio il capoluogo del Fezzan. La consigliera dell’Onu Stephanie Wlliams prova a mediare tra le fazioni. Ma è considerata troppo filo Bengasi. La tribolata candidatura di Saif al Islam Gheddafi

Commenti

In Libia “stanno tutti bene”

Alberto Negri

Un pronunciamento militare che porta al sempre più probabile rinvio delle elezioni del 24 dicembre, una scadenza, per la verità, in cui nessuno ormai credeva più, visto che l’Alta commissione elettorale libica aveva annunciato il rinvio della pubblicazione della lista definitiva dei candidati presidenziali

È il caos, il processo democratico si allontana

Giuliano Pisapia*

Le tensioni con i miliziani armati che hanno circondato gli uffici del Primo Ministro perché contestano la sostituzione del comandante del distretto militare di Tripoli sono la dimostrazione evidente dello scompiglio che domina quel Paese

Cultura

Guarire e sovvertire le ferite

Silvia Nugara

Muore all’età di 69 anni la scrittrice, teorica femminista e critica culturale, autrice di «Elogio del margine». Nata nel 1952 in Kentucky, lì dagli anni 2000 ha insegnato nel primo college interraziale del Sud. Il suo nome era Gloria Jean Watkins ma aveva scelto uno pseudonimo minuscolo come atto di rivolta verso l’egocentrismo autoriale e di omaggio a un continuum matrilineare. L’esperienza biografica si fa teoria: la violenza domestica, l’orrore di uno stupro, la fatica delle incomprensioni tra bianche e non bianche in contesto militante trovano un nome

Una partecipe biografia letteraria sugli anni del gulag

Stefano Garzonio

«Lo scrittore senza nome. Mosca 1966: processo alla letteratura», per Feltrinelli. Ezio Mauro indaga sul caso di Julij Daniel’ perseguitato dal Kgb. Insieme al più noto Andrej Sinjavskij subì una condanna per aver pubblicato in Occidente testi satirici e critici sull’Urss

L’Ultima

Il confine di Tone Kralj

Marinella Salvi

Storia di un artista nato nella Slovenia del 1900 e delle oltre 40 chiese affrescate con dipinti che sono un dolente ed esplicito atto di accusa contro l’oppressore italiano

Sorgente: il manifesto del 17.12.2021