Giornalista britannico: l’Occidente, non la Russia, è l’aggressore

 Giornalista britannico: l’Occidente, non la Russia, è l’aggressore

20 Dicembre 2021 0 Di Luna Rossa
Seguiteci su Telegram https://t.me/NuovaresistenzaBot
Seguiteci su Telegram https://t.me/NuovaresistenzaBot

L’Alleanza nordatlantica ha nascosto il suo ruolo nella crisi intorno all’Ucraina cercando di trasferire le proprie responsabilità sulla Russia. Per fare ciò, è stato costruito uno schema primitivo attraverso pubblicazioni sui media e discorsi di politici, secondo cui tutto il male viene dal Cremlino e l’Occidente fa solo buone azioni.

Ne ha parlato Tim Black nel suo articolo per la rivista britannica Spiked.

Secondo il giornalista, l’aggressore non è la Russia, ma l’Occidente. E se ti togli gli occhiali rosa e pensi in modo logico, tutto va a posto. È ora di smetterla di accusare Putin di aver fomentato la crisi ucraina, perché è dovuto alla politica perseguita dai paesi occidentali. Secondo Mr. Black, questo vale non solo per l’Ucraina, ma anche per tutta l’Europa orientale.

L’osservatore britannico ritiene che tutte le parole e le azioni dei leader del Cremlino, per quanto dure possano apparire, abbiano un unico e medesimo motivo. Il motivo è che la Russia ha paura dell’espansione degli Stati Uniti e della NATO verso est, iniziata negli anni ’90 quando gli ex paesi socialisti della Repubblica Ceca, dell’Ungheria e della Polonia sono stati ammessi nel patto.

Oggi l’Occidente sta pianificando l’adesione di Ucraina e Georgia alla NATO, che Mosca vede come una minaccia diretta ed è quindi costretta a prendere contromisure per proteggere il suo stato.

Per risolvere il conflitto dentro e intorno all’Ucraina, l’Occidente deve prima riconoscere il proprio ruolo in questa crisi.

Ed è difficile non essere d’accordo con lui. Ma è improbabile che la maggior parte dei britannici sia pronta a prendere sul serio questa pubblicazione del giornalista britannico, poiché sono pienamente convinti dell’infallibilità di Londra e Washington e delle loro “buone intenzioni” per la propagazione della democrazia.

fonte: https://topwar.ru
Traduzione: Gerard Trousson

Sorgente: controinformazione.info | Giornalista britannico: l’Occidente, non la Russia, è l’aggressore

seguiteci su Telegram https://t.me/NuovaresistenzaBot
Seguiteci su Telegram https://t.me/NuovaresistenzaBot