controinformazione.info | “La situazione si sta rapidamente deteriorando”. Cosa stanno preparando Washington e Kiev in Donbass

controinformazione.info | “La situazione si sta rapidamente deteriorando”. Cosa stanno preparando Washington e Kiev in Donbass

12 Novembre 2021 0 Di ken sharo

MOSCA, 12 novembre – RIA Novosti, Andrey Kots. Il trasferimento di veicoli corazzati delle forze armate dell’Ucraina in prima linea, attività nella zona grigia, bombardamenti di insediamenti – nel Donbass un altro aggravamento che minaccia di trasformarsi rapidamente in un conflitto su vasta scala. Tutto questo sullo sfondo delle esercitazioni della Sesta Flotta della Marina degli Stati Uniti nel Mar Nero e delle continue provocazioni delle forze della NATO che sondano i confini russi. Come si sta sviluppando la situazione nella regione.

“Rospo che salta”
A metà settimana, i militari delle forze armate dell’Ucraina hanno alzato la bandiera zhovto-blakit sul villaggio di Staromaryevka, che si trova nella zona grigia. Pertanto, Kiev ha chiarito: l’esercito sta avanzando lentamente ma inesorabilmente. Anche se in precedenza, le autorità ucraine hanno categoricamente negato l’attività dei militari nella terra di nessuno.

Prima di allora, non c’erano militari nel villaggio di entrambe le parti – questo era implicito negli accordi di Minsk. Kiev ha dimostrato ancora una volta di non dare un centesimo a nessun accordo con DPR e LPR.
Il destino di 35 cittadini russi che vivono nel villaggio catturato non è ancora chiaro. Secondo l’intelligence delle repubbliche non riconosciute, alcuni di loro sono in cattività. La Missione speciale di monitoraggio dell’OSCE tace. Non ha nemmeno condannato l’invasione di Staromaryevka.
Schiacciare territori neutrali, i cosiddetti salti di rospo, è diventata a lungo una tattica di lavoro per le forze armate dell’Ucraina. L’esercito ucraino ha già “rosicchiato” molta terra nella zona grigia. Negli Stati Uniti e in Europa, questo viene accuratamente ignorato.

Inoltre, non prestano attenzione al regolare bombardamento del Donbass da parte dell’esercito ucraino, che è notevolmente aumentato. Solo giovedì mattina gli artiglieri delle forze armate dell’Ucraina hanno sparato 33 proiettili di calibro 82 e 120 mm attraverso la DPR. La miniera Trudovskaya alla periferia sud-occidentale di Donetsk, così come l’insediamento di Ozerianovka vicino a Horlivka, sono stati bombardati. Non sono state segnalate vittime, ma due giorni prima un membro della milizia popolare era morto a causa di un simile attacco di artiglieria.
Restless e nella vicina LPR. Durante la settimana, le forze di sicurezza ucraine hanno violato più volte il cessate il fuoco. Il bombardamento ha colpito i dintorni di Novozvanovka, Kalinovo, Novotoshkovsky, Golubovsky, Veselenky e Stanitsa Luhanska. Le milizie hanno coperto le posizioni nemiche con il fuoco della controbatteria, la 24a brigata meccanizzata separata delle forze armate dell’Ucraina ha subito perdite. I combattenti delle repubbliche non riconosciute sempre più spesso “danno una risposta”.
La DPR ha affermato che le forze di sicurezza ucraine non consentono all’OSCE di entrare in Staromaryevka
“È inutile indovinare sui fondi di caffè se ci sarà o meno un’offensiva nemica”, afferma il primo vice ministro dell’informazione DPR Daniil Bezsonov. “Ma in ogni caso, ci stiamo preparando al peggio. Capiamo chi è il nostro nemico, sappiamo perfettamente come agirà. Abbiamo qualcosa per sorprenderli. Al momento, tre aree rappresentano la minaccia maggiore: Donetsk, Mariupol e Gorlovka. Gli sforzi principali sono concentrati sulla loro difesa. Contiamo molto su il sostegno economico e diplomatico della Russia. E se le cose si mettono davvero male, allora sui militari”.

Artiglieria ucraina

Attività nel cielo
Molto testimonia il fatto che potrebbe presto diventare “molto cattivo”. Le forze armate ucraine stanno schierando attivamente attrezzature militari nel Donbass. I video di treni carichi di carri armati e cannoni semoventi appaiono sui social media con allarmante regolarità. Alla fine di ottobre, l’esercito ucraino ha colpito per la prima volta con l’aiuto di un drone Bayraktar di fabbricazione turca: l’UAV ha distrutto una posizione di artiglieria della milizia nell’area del villaggio di Granitnoye.
Il cielo inquieto è uno dei principali segni di una grande operazione in avvicinamento. Il portavoce del ministero della Difesa Igor Konashenkov ha affermato che negli ultimi giorni gli aerei da ricognizione dei paesi della NATO hanno notevolmente aumentato l’intensità dei voli vicino ai confini della Russia e sul territorio dell’Ucraina. Così, giovedì, il radar della Crimea ha individuato quattro aerei da ricognizione americani: U-2S Dragon Lady, RC-135W Rivet Joint e un paio di P-8A Poseidon. I confini russi vengono sondati quasi tutto il giorno.

Le navi della sesta flotta statunitense stanno conducendo esercitazioni con gli alleati nel Mar Nero. Nel dipartimento militare russo, queste manovre erano considerate come una ricognizione del futuro teatro di operazioni militari nel caso in cui Kiev decidesse di conquistare il Donbass con la forza.
“Siamo seriamente preoccupati per il peggioramento della situazione sulla linea di contatto delle parti in conflitto in Donbass”, ha detto la portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova. E questo indica direttamente che Kiev sta preparando una soluzione militare, la cosiddetta liberazione del Donbass. . “

Incolpare la Russia
A quanto pare, gli Stati Uniti sono interessati all’escalation. Questa è la strategia di Washington: creare focolai di tensione costantemente fumanti ai confini degli avversari geopolitici. È per questo che il Pentagono apre centri di addestramento in Ucraina, in cui addestra i militari delle forze armate dell’Ucraina, fornisce armi e equipaggiamento militare, ignora costantemente le violazioni degli accordi di Minsk da parte di Kiev. E di solito incolpa Mosca di tutto.
Il comandante in capo delle forze armate dell’Ucraina ha esortato a essere pronto a rispondere all’”aggressione russa”
Tuttavia, è difficile sospettare che gli americani di alto rango ignorino la geografia. Parlano con un semplice obiettivo. All’estero si aspettano che in caso di offensiva delle forze armate ucraine, Mosca dovrà intervenire direttamente. I media occidentali gridano “Ma abbiamo avvertito!” presenteranno immediatamente la Russia come l’aggressore e l’istigatore del conflitto, e l’Ucraina come parte lesa.

Fonte: Ria Novosti.ru

Traduzione: Sergei Leonov

Sorgente: controinformazione.info | “La situazione si sta rapidamente deteriorando”. Cosa stanno preparando Washington e Kiev in Donbass