Un sabato allucinante con 9 morti sul lavoro

Un sabato allucinante con 9 morti sul lavoro

26 Luglio 2021 0 Di marco zinno
Seguiteci su Telegram https://t.me/NuovaresistenzaBot
Seguiteci su Telegram https://t.me/NuovaresistenzaBot

Un sabato allucinante con 9 morti sul lavoro: Enrico Pontani (nella foto) è morto dopo tre giorni di agonia cadendo da un Trabattello in una biblioteca di Milano, era in trasferta da Teramo e aveva ben 65 anni. Nel post le foto dei morti e le dinamiche delle altre morti sul lavoro di ieri sabato 24

Crescenzo Paribello di 52 anni, Siro Menotto di 45 e Enrico Pantoni di 65 anni

E’ mortocarbonizzato nella cabina del camion che ha preso fuoco dopo aver tamponato un altro mezzo pesante fermo per un guasto. Aveva 59 anni ed era residente a Padova il camionista deceduto in seguito ad un incidente stradale, a cui ha fatto seguito un incendio, avvenuto nel pomeriggio di mercoledì sulla Diramazione Roma Nord dell’A1 Milano-Napoli. Ferito l’autista del mezzo pesante in avaria che viaggiava con il figlio di 13 anni, sotto choc ma illeso. Il 44enne di Monterotondo, colpito dalla motrice del suo camion è stato trasportato con l’eliambulanza al Gemelli dove si trova in prognosi riservata: le sue condizioni sarebbero gravi.

Secondo quanto ricostruito dagli agenti della Polizia Stradale di Roma Nord, il camion con a bordo padre e figlio si sarebbe fermato a causa di un guasto ai freni del rimorchio all’altezza del chilometro 17+580 della Diramazione Roma Nord, fra Settebagni e Castelnuovo di Porto, in direzione A1 Milano-Napo

Tragedia questa mattina a Torrette. Un uomo è precipitato da un’altezza di circa 4 metri ed è morto nel piazzale davanti al bar Timecity, sulla Flaminia. La tragedia sarebbe accaduta alle 7,30 circa. Sul posto è intervenuta l’equipe del 118 che non ha potuto far altro che constatare il decesso dell’uomo.

 

Un uomo di 52 anni è morto questa mattina a Caivano, in provincia di Napoli. Il lavoratore impegnato in un complesso agricolo sarebbe stato travolto da una serra. Secondo le prime ricostruzioni, il 52enne avrebbe colpito tale serra mentre era a bordo di un trattore. Inoltre l’uomo sarebbe originario di Cardito ed il suo corpo è stato trovato in un campo agricolo. La tragedia si è compiuta nel tardo pomeriggio di giovedì 22 luglio.

Foggia E’ caduto dal camion con cui stava svuotando i cassonetti dei rifiuti. E’ morto per le ferite riportate Michele Tantimonaco, un 54enne dipendente del servizio di Nettezza Urbana a Vieste. A lanciare l’allarme il collega che era con lui. L’uomo è stato trasportato in elicottero all’ospedale Casa Sollievo della Sofferenza di san Giovanni Rotondo ma i tentativi di salvarlo sono stati vani. Indagano i carabinieri e gli ispettori dello SPESAL, il Servizio di Prevenzione e Sicurezza negli Ambienti di Lavoro. Il mezzo è stato sequestrato

 

Milano  Non ce l’ha fatta Enrico Pantoni, l’operaio di 65 anni residente a Torano Nuovo, in provincia di Teramo, rimasto vittima dell’ennesimo grave infortunio, accaduto mercoledì 14 luglio nella biblioteca Crociera della Statale, in via Festa del Perdono a Milano, dove si trovava appunto per una trasferta di lavoro: è deceduto dopo tre giorni di agonia, sabato 17 luglio, all’ospedale Policlinico Maggiore, dov’era stato condotto in condizioni disperate. Come da prassi, la Procura di Milano ha aperto un procedimento penale iscrivendo nel registro degli indagati il datore di lavoro e ha disposto l’autopsia.

Treviso infortunio mortale a FARRA DI SOLIGO –  Mirco Merotto, 45 anni, è morto mentre stava lavorando nell’azienda vinicola di famiglia. La vittima sarebbe deceduta per asfissia, inutili i soccorsi non c’è stato nulla da fare per strapparlo alla morte. L’infortunio è avvenuto attorno alle 18 di oggi nell’azienda vinicola Siro Merotto in via Castelletto 88 a Col San Martino.

Napoli Arrivano le prime indiscrezioni sulla morte del 52enne Crescenzo Paribello che ieri in via Sant’Arcangelo è deceduto sul colpo. Al momento dell’incidente si trovava in un campo agricolo, località Boschetto, ed erano circa le 18.30 quando con un trattore l’uomo avrebbe colpito uno dei supporti di una serra che stava costeggiando, determinando il collassamento dell’intera struttura e che, rovinandola lo avrebbe investito e schiacciato sul colpo.Sul posto, i carabinieri della Tenenza locale di Caivano e i sanitari del 118, che purtroppo non hanno potuto salvare l’uomo da un destino ineluttabile. Tante persone sono accorse sul luogo dell’incidente, familiari disperati, passanti turbati, per il tragico destino di un uomo che stava solo svolgendo il suo lavoro. La folla ha bloccato il traffico per qualche ora.

Si è spento all’età di 50 anni Alberto Fontana, residente in località Osteria della Fontana ad Anagni, provincia di Frosinone. Secondo quanto viene riportato dai quotidiani locali, l’uomo è morto dopo essere stato punto da una vespa. Ad essergli fatale uno shock anafilattico, provocato proprio dalla puntura dell’insetto. L’uomo stava sistemando un pannello fotovoltaico sul tetto, quando è stato improvvisamente attaccato dallo sciame. Inutili i soccorsi del personale medico-sanitario, intervenuto sul posto.

Sorgente: “Morti bianche” opera di Carlo Soricelli

seguiteci su Telegram https://t.me/NuovaresistenzaBot
Seguiteci su Telegram https://t.me/NuovaresistenzaBot