2018 cantano al corteo sfratti zero una versione di Azzurro modificata e la Procura di Roma li mette sotto indagine.

2018 cantano al corteo sfratti zero una versione di Azzurro modificata e la Procura di Roma li mette sotto indagine.

18 Settembre 2020 0 Di marco zinno

2018 cantano al corteo sfratti zero una versione di Azzurro modificata e la Procura di Roma li mette sotto indagine.

Era 13 ottobre 2018 nell’ambito della Giornata Sfratti Zero ci fu a Roma un importante corteo con migliaia di partecipanti che vide tra i promotori i movimenti per l’abitare e l’Unione Inquilini, ci furono adesioni enormi e perfino il pd aderi’.
A due anni di distanza Bruno Papale con un post su facebook, ci informa di una grave iniziativa della Procura di Roma: sei compagni sono indagati perché durante il corteo avrebbero istigato ad occupare attraverso una modifica della canzone Azzurro, cantata dall’altoparlante.
Nei prossimi giorni si terrà l’udienza preliminare.
Commento di Massimo Pasquini, segretario nazionale Unione inquilini.
Ritengo questo atto della procura di Roma inaccettabile ed allarmante, assistiamo quotidianamente ad atti anche di pubblici amministratori e politici che fanno ben altre istigazioni, nonché ad un aumento della presenza della criminalità organizzata a Roma che vanno ben oltre la presunta istigazione ironica di una canzone popolare modificata.
Ritengo che la Procura dii Roma dovrebbe preoccuparsi di ben altro che di una indagine repressiva per una canzone che voleva ironicamente affrontare una questione che a Roma riveste una rilevanza di grandi dimensioni.
Ai sei compagni la mia solidarietà e quella di della segreteria nazionale dell’Unione Inquilini.

Seguiremo con grande attenzione questa vicenda che ha tutti i caratteri di un gratuito atto repressivo.

 

Massimo Pasquini Segretaio Nazionale Unione Inquilini

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •