Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

Dal taglio del cuneo al milleproroghe: ingorgo di decreti legge in parlamento – Il Sole 24 ORE

Sono già quattro i decreti in discussione, a cui si aggiungerà quello sul taglio del cuneo e le possibili misure urgenti per il coronavirus

di Andrea Marini

Il decreto sul taglio del cuneo è soltanto l’ultimo della lista. Arrivato in gazzetta ufficiale il 5 febbraio, si accoda a altre quattro misure urgenti in discussione in parlamento: il decreto sul sistema creditizio mezzogiorno, il decreto intercettazioni, il milleproroghe 2020 e il decreto sul ministero dell’istruzione. Tutte misure che andranno convertite tra il 14 e il 9 marzo, pena la loro decadenza. Un vero e proprio ingorgo a cui potrebbe aggiungersi presto anche un decreto sul coronavirus, per aiutare le imprese colpite.

VIDEO – Fino a 100 euro in busta paga: arriva intervento sul cuneo fiscale 18 gennaio 2020

Inizio anno al rallentatore
Dopo il tour del force di fine 2019 per approvare la legge di Bilancio, l’attività legislativa del parlamento si è quasi congelata. Come riporta OpenPolis da inizio anno «sono state approvate solamente 2 leggi, valore più basso da ottobre del 2018. I due testi in questione sono il decreto Alitalia e la legge sul post mortem. Il primo mese dell’anno è stato quindi fortemente influenzato da uno stallo politico»

Tre decreti in scadenza a febbraio
Il primo decreto in ordine di scadenza è quello sul sistema creditizio del Mezzogiorno: pubblicato in gazzetta ufficiale il 16 dicembre, scade il 14 febbraio. L’iter è comunque ormai concluso: ha avuto l’ok dalla Camera e ha concluso la discussione in commissione finanze al Senato. Tempi stretti anche per altri due decreti: quello sulle intercettazioni e il milleproroghe: entrambi scadono il 29 febbraio. Il due testi sono ancora alla prima lettura, con la discussione in corso in commissione.

Spacchettamento del Miur e taglio del cuneo
Il decreto con lo spacchettamento del ministero dell’Istruzione, dell’Università e della ricerca scade il 9 marzo: presentato il 9 gennaio, è ancora in corso di esame in commissione al Senato. Dopo l’k di Palazzo Madama dovrà passare alla Camera. Subito dopo sarà la volta del decreto sul taglio del cuneo, che una volta incardinato in parlamento dovrà essere convertito entro il 5 aprile.

Sorgente: Dal taglio del cuneo al milleproroghe: ingorgo di decreti legge in parlamento – Il Sole 24 ORE

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

adversing