La tortura è “il segreto della neve”: Edward Snowden ridicolizza il tweet festivo della CIA

22 Dicembre 2019 0 Di Luna Rossa

L’ex contractor dell’NSA Edward Snowden ha ridicolizzato un tweet festivo della Cia ricordando le sue pratiche di tortura

“È * il segreto della neve * che amiamo l’inverno”, ha twittato ieri sul suo profilo Twitter, in occasione del primo giorno d’inverno negli Stati Uniti.

Snowden ha replicato con una arguta risposta che ridicolizzato la CIA. “È * segreto della neve * che avete torturato Gul Rahman per settimane in un luogo segreto, quindi lo avete incatenato nudo su un pavimento di cemento fino a quando non è morto nel freddo quasi invernale”, ha twittato.

Edward Snowden

@Snowden

It’s *snow secret* you tortured Gul Rahman for weeks at a black site, then chained him naked to a concrete floor until he died in the near-winter cold.

It’s *snow secret* that today’s CIA Director, Gina Haspel, was then the head of a related torture site.https://www.vox.com/2014/12/9/7360823/cia-torture-roundup  https://twitter.com/CIA/status/1208422199826296834 

This is a stock photo. What the CIA did was much worse.

16 absolutely outrageous abuses detailed in the CIA torture report

Interrogators waterboarded one detainee at least 183 times.

vox.com

CIA

@CIA

It’s *snow secret* that we love winter. #FirstDayOfWinter

Visualizza l'immagine su Twitter
10.600 utenti ne stanno parlando
1.230 utenti ne stanno parlando
Gul Rahman, cittadino afgano, fu rapito da un campo profughi in Pakistan dagli ufficiali della CIA nel 2002, e portato in una prigione segreta vicino a Kabul, conosciuta come la “fossa di sale”. Il suo trattamento era un segreto fino alla pubblicazione del rapporto del Comitato di intelligence del Senato sulla tortura della CIA nel 2014.

Secondo il rapporto, Rahman è stato incatenato e costretto a rimanere in piedi per giorni e giorni, sottoposto a privazione del sonno, fatto risvegliare con acqua fredda gelata, picchiato e incatenato al pavimento della sua cella. Morì di ipotermia a meno di un mese dalla sua prigionia, la sua colpa non fu mai accertata.

Snowden ha anche asfaltato l’attuale direttore della CIA Gina Haspel, “che allora era a capo di un sito di tortura correlato”.

Al tempo della detenzione di Rahman, Haspel era responsabile di un sito nero in Thailandia con il nome in codice “Cat’s Eye”. Secondo lo stesso rapporto del Senato, i detenuti sul posto venivano regolarmente torturati, con un detenuto, Abu Zubaydah, confinato in una scatola delle dimensioni di una bara. Un ufficiale della CIA citato nel rapporto paragonò la struttura a un “sotterraneo” medievale .

Non è la prima freddura di Snowden contro la CIA quando si sforza di apparire vicina ai cittadini statunitensi usando le pubbliche relazioni. Un tweet di Halloween che offriva ai bambini utili consigli di travestimento è stato ridicolizzato, con molti utenti che si sono chiesti se un’organizzazione con una storia così oscura dovrebbe insegnare ai bambini qualcosa in primo luogo.

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •